FINALMENTE si ammette la realtà. Questa crisi è peggiore del 1929

Scritto il alle 11:46 da Danilo DT

wall street crash 1929Per mesi si era negata addirittura la crisi. Poi l’evidenza portò anche i politici ad ammettere una fase di difficoltà: ma era transitorio! Dopo un po’ tutto sarebbe dovuto passare. E poi… è arrivata la recessione, l’austerity e ora il rallentamento globale.
Noi abbiamo sempre difeso la nostra linea, forse un po’ pessimistica ma alla fine indubbiamente corretta. E quanto ieri ha detto Saccomanni, il ministro dell’economia del Governo Letta.

(AGI) – Firenze, 7 giu –  La crisi di oggi e’ “piu’ difficile e complessa da gestire” rispetto a quella del ’29. “Purtroppo in realta’ questa crisi e’ molto diversa rispetto agli anni ’30. Ha caratteristiche strutturali che hanno cambiato molti dei paradigmi correnti nei paesi industrializzati e si sta rivelando piu’ difficile e complessa da gestire” (…) Lo ha sottolineato il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, nel corso del suo intervento a Firenze a ‘La Repubblica delle idee’. “Nonostante ci siano state iniezioni di liquidita’ da parte delle banche centrali, questa crisi non vuole andare via. In realta’ finira’. (…)

Certo, non può dire diversamente altrimenti tutti si suiciderebbero. Una fonte istituzionale deve sempre lasciare aperta la porta e fare entrare un raggio di luce e di speranza. Ma anche Saccomanni è perfettamente cosciente della gravità del momento.
Intanto però, se volete buttare un occhio alla nostra chiave di lettura della crisi e se soprattutto la vorrete condividere coi vostri contatti, ecco gli ultimi importanti post sull’argomento. Da leggere e da condividere tramite email, facebook, twitter e quant’altro. Perché la gente deve sapere come stanno le cose…
E poi se riterrete utili queste informazioni, un vostro sostegno è sempre ben gradito, malgrado la crisi, che ha azzerato praticamente questa forma di entrata che contribuiva a rientrare di parte delle spese sostenute per la tenuta del blog.

Buona visione a tuttI!

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

ALERT! – LINKS DA NON PERDERE!

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono e molto di più!

Si stampa denaro ma NON circola (e finisce nella finanza)

Segni di evidente follia finanziaria (e di bolla speculativa)

ITALIA: economia, politica e altro

Italia: dove si fallisce di più e dove le imprese soffrono il maggiore disagio

Italia: tutti i numeri della disoccupazione

La grande crisi

BCE: politica sui tassi ormai al capolinea. Ora però interventi e riforme.

Forte correzione delle valute emergenti: cosa sta succedendo?

Mercati finanziari

Chart of the day: SP 500

Argentina: credit default swap di nuovo oltre i 3000 basis point

Mercato obbligazionario: uno dei peggiori mesi degli ultimi anni

Grafico Euro Dollaro: pronti all’inversione ribassista

Nikkei: altro tonfo (-3.80%). E la “terza freccia” potrebbe non bastare

Cambia lo scenario dei tassi di interesse nel mondo?

Investimenti

Cedole (?) costruite intorno a te

Bond alto rendimento: BEI ZAR rand sudafricano

ETF monitor: oil WTI, Eurostoxx50

ENEL: nuova emissione bond Ibrido. Ma occhio alle sorprese.

PIAZZA AFFARI: massimi decrescenti e rischio inversione

III Meeting IntermarketAndMore: grazie a tutti!

STAY TUNED!

DT

Seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
FINALMENTE si ammette la realtà. Questa crisi è peggiore del 1929, 5.5 out of 10 based on 2 ratings
Tags:   |
8 commenti Commenta
idleproc
Scritto il 8 giugno 2013 at 12:42

Non li vedo tanto bene.
Sarà che devo farmi controllare la vista.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ilcuculo
Scritto il 9 giugno 2013 at 22:09

Certo, non può dire diversamente altrimenti tutti si suiciderebbero

Se dicesse che è una crisi insuperabile e che faremmo bene a suicidarci tutti saresti contento ? Troveresti l’intervento degno ed onesto ?

sono molto irritato da questo posto voto assolutamente negativo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 10 giugno 2013 at 09:05

ilcuculo@finanza,

Non intendevo dire questo, dai, siamo onesti! Era solo per sottolineareil fatto che le istituzioni tendono sempre a dire che la crescita economica è alle prote, che nel prossimo trimestre arriva la ripresa… E’ un modo di fare a cui siamo abituati che però non rispecchia la realtà, Comportamento voluto per cercare di dare speranza e per evitare che l’economia crolli definitivamente e capiti un altro 1929.
Tutto qui. non volevo assolutamente essere “terroristico” o irritare qualcuno.
:roll:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ilcuculo
Scritto il 10 giugno 2013 at 09:56

questa crisi non vuole andare via

Quello che invece deve far incazzare è questa frase !

La CRISI non è un demone dotato di volontà che si è installato nelle nostre economie e si attende che come un Dio irato si plachi e torni nelle viscere della terra almeno per un po’.

La crisi è il frutto di scelte e comportamenti che devono essere cambiati . Ed è anche il frutto di comportamenti guidati da stati psicologici individuali e collettivi che vengono formati guidati e incanalati dalla comunicazione. I comportamenti orientati dal pessimismo e dalla depressione non possono che avere come risultato un inasprimento della crisi , non certo la sua soluzione.

Quindi mi aspetterei che la comunicazione si orientasse a sottolineare ed illuminare qualsiasi , anche piccolo, segnale positivo, qualsiasi spiraglio , qualsiasi segnale minimo di forza., qualsiasi indicazione della direzione da prendere…

In queste fasi le debolezze ed i problemi sono talmente visibili , sotto gli occhi di tutti , che non serve nessun buon giornalista, blogger, politico, commentatore, imbonitore, per evidenziarli.

Sarebbe come dire che un buon metereologo esce fuori , si bagna , dice che piove , e con questo ha fatto il suo lavoro ?

Se sei un buon metereologo ti chiedo di dirmi quando smetterà di piovere. Altrimenti va bene anche leggere l’oroscopo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ilcuculo
Scritto il 10 giugno 2013 at 10:05

Avete certamente notato che ci sono molti blogger giornalisti e commentatori che si sono guadagnati una buona fama avendo , per tempo , previsto questo disastro economico.

In tutte le crisi c’è chi se ne può venire avanti dicendo a tutti:

“Io lo avevo previsto”

Mi fate vedere qualche caso in cui qualcuno di questi illuminati profeti di futuro ci abbia illuminato mostrando la ripresa in arrivo e , magari da quale direzione questa ripresa arrivi?

Non sforzatevi… non esistono. Prevedere le catastrofi (magari con una certa incertezza sul timing) è abbastanza semplice. Ogni volta che si crea una situazione di disequilibrio prima o poi avviene una “catastrofe”.

Sono processi disordinati e abbastanza rapidi nei quali non è necessario prevedere le sequenze intermedie.

La ricostruzione invece è un processo ordinato e lento e purtroppo nessuno ha la capacità ed il coraggio di fare previsioni. Ovvero chi ha questa capacità la sfrutta per se.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 10 giugno 2013 at 10:59

ilcuculo@finanza,

Carissimo,
in passato ho provato anche a proporre addirittura con dei MANIFESTI per la crescita. di proposte se ne sono fatte anche tante, alcuni in concerto con alcuni lettori, altri con colleghi blogger, mandando email anche direttametne a politici con la preghiera di portare le nostre voci, che sono poi le voci del poloro, nelle stanze dei bottini.
Esito?
nullo.
Nulla di nulla.
Io posso continuare anche a fantasticare, se vuoi, ma servirebbe apoco, anche perchè c’è una cosa da dire che è sempre FONDAMENTALE. Questa crisi (mi riferisco alla crisi dell’Eurozona, visto che parliamo di Italia) è certamente economica ma è assolutamente NECESSARIO prima risolvere la crisi di tipo politico. E non ti parlo di governo in Italia, ma a livello Europeo.
Ed ecco che torniamo a parlare di quelle che sono secopndo me le soluzioni che ho già discusso mille volte.
Unione Bancaria
Unione Fiscale
Euro bond, con una socializzazione del debito che, potrebbe interessare anche solo la parte eccedente il famoso 60% orevisto da Maastricht.
E a tendere unione politica.
Il sogno: se Eurozona deve essere, allora facciamola bene. Modello federativo ma parlamento europeo con effettivi poteri.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 10 giugno 2013 at 11:45

Dream Theater,

Purtroppo l’europa è un aborto giuridico, economico e finanziario nato per altri scopi.
Il concetto di Sovranità è molto più profondo di una delega fatta dalle ricostruite democrazie europee nel dopoguerra ad organismi finanziari e fuori dal controllo democratico.
In effetti il metodo usato è stato molto “europeo”, quello delle oligarchie mai scomparse che ci hanno regalato due guerre mondiali.
Non esiste una Sovranità riconosciuta dai popoli europei nella cosiddetta europa e la democrazia in europa, partendo dai suoi cosiddetti organismi rappresentativi non c’è mai stata e sta demolendo le democrazie degli ex-stati nazionali progressivamente privati delle Sovranità.
Hai ragione è un problema politico come del resto lo sostengono in molti qui e dall’altra parte dell’Atlantico ove sono preoccupati anche per quello che sta accadendo a casa loro.
Non c’è molto da stare allegri, guardando in prospettiva.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ernestoillesto
Scritto il 10 giugno 2013 at 17:57

Mi fa sorridere il fatto che ,nella foto, il cartello dei disoccupati reciti: “Wanted a decent Job…”.
Se lo fai oggi verresti definito “Choosy”

Anche in tempo di crisi una volta c’era dignità ormai abbiamo perso pure quella.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+