Workshop Ambrosetti a Cernobbio: GRECIA, ITALIA e QE sugli scudi

Scritto il alle 08:48 da Danilo DT

ambrosetti_workshop_cernobbio

A Cernobbio il ministro dell’Economia di Atene propone un quantitative easing europeo in perfetto stile USA (chiamandlo piano Merkel) dimenticando però che l’UE non sono gli USA (e la disomogeneità è la normalità): Intanto per l’Italia si vede un po’ di luce in fondo al tunnel. (in coda il Weeky Rewind)

Il week end si sta concludendo con alcune tematiche protagoniste in un’unica importante location. Il Forum Ambrosetti a Cernobbio.

Da una parte si parla di Italia e della sua crescita economica. La politica monetaria della BCE, la partenza delle riforme, il super Dollaro più una serie di congiunzioni astrali stanno favorendo un po’ di ripresa. Per dirla in modo un po’ più colorito, ci sono tuta una serie di stimolati che stanno spingendo artificiosamente la ripresa economica verso il segno positivo. Attenzione, non sto dicendo di una crescita economica imperiosa. Ma di segno positivo.

CERNOBBIO, 14 marzo (Reuters)  – Alla luce della nuova situazione macro, caratterizzata da euro in forte calo e da tassi bassissimi, il servizio studi di Bankitalia vede una crescita del Pil italiano 2015 tra lo 0,5 e l’1%.
A dirlo è il governatore di Bankitalia che da parte sua ricorda le stime di una crescita superiore allo 0,5% quest’anno e sopra l’1,5% il prossimo.
“Tenendo conto di tassi, cambio e altre condizioni lo staff del servizio studi della Banca d’Italia valuta una capacità di crescita della domanda complessiva di circa un punto maggiore. La cosa interessante è che questo vuol dire una crescita tra mezzo punto e un punto quest’anno, io dico superiore al mezzo punto percentuale, superiore all’1,5% all’anno prossimo” ha detto Ignazio Visco nel corso del suo intervento al workshop Ambrosetti.

I miei dubbi sulla sostenibilità di queste dinamiche inizia a farsi sentire. Ed in un video prodotto dal sottoscritto per il sito InvestimentoMigliore ho spiegato le dinamiche e gli scenari che mi aspetto per le prossime settimane, in cui molto probabilmente ci saranno delle interessanti ed importanti novità.

Assieme alle vicende italiche, come non parlare delle zuccate tra Grecia ed Eurozona? Continuano infatti imperterrite le minacce e le accuse di Atene nei confronti di Berlino. Eccovi l’ultima provocazione di Varoufakis, anche lui presente come Visco a Cernobbio (Forum Ambrosetti).

Varoufakis però si è dimenticato una cosa: non siamo negli USA… E forse questo è uno dei motivi che faranno di questo QE Europeo (dal punto di vista economico) un insuccesso.

”Mi piacerebbe vivere negli Stati Uniti d’Europa. Ma perche’ questa crisi è in corso? Lasciatemi fare un esempio di quello che proporrò nel corso delle discussioni: un’europeizzazione decentrata”, ha spiegato Varoufakis nella prima sessione di lavori del workshop Ambrosetti, coordinata da Vittorio Grilli con Mario Monti tra i relatori. ”In Europa abbiamo la Banca Europea degli Investimenti. Immaginiamo una forma alternativa di Qe in cui la Bei chiede ai governi di guidare un programma per la ripresa degli investimenti, che mi piacerebbe chiamare ‘piano Merkel”’, ha spiegato il ministro greco. ”Immaginate che questo sia finanziato al 100% attraverso obbligazioni emesse dalla Bei con la Bce che opera sui mercati secondari pronta a comprare bond della Bei. Questo – ha proseguito – risolverebbe problemi operativi della Bce perche’ improvvisamente comprerebbe un solo pezzo di carta con rating tripla A senza doversi preoccupare dei diversi titoli di stato”.

Banca Centrale che agisce sui titoli emessi dall’organismo UE. E come possiamo non dargli ragione questa volta? Ma solo in teoria.

”Allo stesso tempo – ha concluso – eviterebbe i problemi menzionati che il Qe ha avuto altrove e che avrà sempre di più in Europa con prezzi degli asset gonfiati e fallendo nel ravvivare gli investimenti. Questo tipo di Qe in partnership con la Bei trainerà gli investimenti direttamente.

Il problema però sta nel fatto che il canale distributivo della liquidità sarebbe, in tal caso, completamente diverso. Con il “Piano Draghi” il canale è le banche (si cerca insomma un compromesso) con il “piano Merkel” ipotizzavo da Varoufakis, il canale è la UE stessa che poi dovrebbe “distribuire” i soldi sull’ossatura dell’Unione Europea stessa. Impossibile proprio perché l’Europa continua ad essere composta da tanti stati indipendenti e fortemente disomogenei. Certo, sarebbe la soluzione a tutti i problemi, la UE potrebbe intervenire sugli investimenti strutturali direttamente. Ma non credo che i tedeschi siano così d’accordo…

”Mi dicono che la Bce non accetterà mai discussioni circa lo swap perché è scritto nello statuto. Mi dispiace, signore e signori, ma lo statuto è stato scritto dalla Bundesbank”. (ANSA) 

Mah, questo è da dimostrare. Certo è che la Germania, alla fine, ne esce privilegiata.
Invitandovi a dare un’occhiata al video sui canali di InvestimentoMIgliore, vi saluto e vi lascio i post principali della settimana, tutti da condividere ai vs contatti. Nella speranza di essere riuscito a darvi quantomeno un po’ di consapevolezza.

Bulls & Bears: il meglio della settimana

MAR 13

OK il prezzo è giusto! Alla ricerca della corretta valutazione del cross EUR USD

Tra le tante cose che sono successe in questi giorni, una sicuramente è indiscutibile. Sto parlando del crollo verticale dell’Euro. Moneta Unica debole contro tutto e contro tutti. Le motivazioni sono diverse e non sto qui ad elencarvele per l’ennesima …
Continua il RALLY dei bond. Ma iniziano a sorgere i problemi.

La Bce, in concerto con le banche centrali nazionali, continua imperterrita con la sua “campagna acquisti” di titoli di stato e raggiunge i 10 miliardi di bond in tre giorni. Sembrano tanti? Beh a dire il vero non lo sono …

MAR 12

Rendimenti EUROZONA: mai visto delle curve dei tassi così!

Analisi della curva dei tassi italiana e dell’Eurozona in tempi di quantitative easing europeo. Ma la cosa preoccupante è che non siamo nemmeno ad una settimana dall’inizio della manovra di Mario Draghi. Non credo di essermi sbagliato così tanto quando …
E in Europa arriva la DRAGHIZZAZIONE

La Giapponesizzazione rappresenza un concetto abbastanza noto ai lettori di questo blog. Più volte ve ne ho parlato. L’ultima puntata è stata scritta a febbraio e potete rileggerla cliccando qui. La questione è molto semplice. Quanto sta succedendo in Europa …

MAR 11

Mercati contro FED: Message in a bottle

Serata da dimenticare per la borsa USA che subisce una correzione come non si vedeva da un bel po’. Indici che si avvicinano al -2% senza poi particolari motivazioni. Anzi forse no, una motivazione c’è. Molto probabilmente siamo alle solite. …
Già finito l’entusiasmo per il possibile ritorno del tasso inflazione al 2%?

Proprio ieri vi ho riportato il report tratto direttamente dal database di Bankitalia dove viene spiegato il quantitative easing europeo. Questo documento, visionabile cliccando QUI, spiega le motivazioni, i volumi dell’operazione e le caratteristiche. Vorrei però fermarmi su un passaggio …
ITALIA: siamo ritornati nel tunnel della crisi?

Produzione industriale e prestiti bancari in difficoltà.  I margini sono minimi, il tasso delle sofferenze bancarie continua a salire. E la finanza non offre più quegli spazi visti negli anni passati. Come se ne esce? Tutti concentrati a vedere il …

MAR 10

 
FLUSSI FINANZIARI in movimento. Il mercato punta forte sull’Europa

Il quantitative easing europeo, gia solo con gli annunci, ha condizionato l’andamento dei mercati. Analizzando i flussi finanziari notiamo importanti movimenti a favore dell’Eurozona. E le borse da inizio anno fanno decoupling.
Parte il QE: Italia protagonista con 150 miliardi di titoli acquistati

Tassi dei titoli a 10 anni ai minimi termini, quotazioni bond governativi ai massimi storici. Il premio al rischio sui titoli di stato è azzerato: ha senso investire a queste condizioni? Ovvio che no. E allora se voglio assumermi dei …
Grecia ed Eurozona alla ricerca del compromesso risolutivo

Queste due realtà sono così vicine geograficamente ma così lontane se guardiamo le esigenze e le richieste di entrambe. Malgrado questo è palese che tra le due si arriverà ad un compromesso. Il prezzo però che dovrà pagare la Grecia …

MAR 09

WALL STREET: decoupling in corso tra USA ed Europa.

GUEST POST – Il mercato USA e quello Europeo divergono in modo sempre più netto. Ma tra gli stessi il decoupling non darà così marcato. IL QE europeo porterà i suoi benefici anche a Wall Street. Analisi dei dati del …
WALL STREET perde il sostegno del MARGIN DEBT

La leva finanziaria utilizzata per investire in equity sta scemando. Borsa e margin debt sono sempre andati di pari passo e la divergenza che si sta creando non è certo un buon segnale per Wall Street. Alla maggior parte dei …
PIAZZA AFFARI: nuovamente a contatto con la Linea Maginot

Guest post: Trading Room #166. Scenario delineato la settimana scorsa che viene confermato. Meglio attendere una più chiara direzionalità. Oggi, oltre al grafico FTSEMIB, analisi azioni e focus su Tod’s, CNH Industrial, Telecom Italia. Enjoy! Il nostro Ftsemib40 chiude la settimana …

Parte il QE: come funzionerà e, sopratutto, funzionerà?

A cosa servirà il QE? innegabile l’effetto sui tassi di interesse sia per i privati ma anche per il pubblico che potrà risparmiare 6 miliardi di Euro sul suo Debito. Ma per il resto (bolle speculative escluse)? Si riuscirà a frena l’aumento irrefrenabile dei fallimenti nella nostra economia?

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Workshop Ambrosetti a Cernobbio: GRECIA, ITALIA e QE sugli scudi, 10.0 out of 10 based on 1 rating
1 commento Commenta
dfumagalli
Scritto il 15 marzo 2015 at 16:14

Io già me ce li vedo i Tedeschi a fare il piano Merkel.

Con tutti gli sforzi immensi che hanno profuso per far pagare all’Europa il costo della loro riunificazione (prima) e rilancio (dopo il 2000), proprio ora diventerebbero così generosi e sciocchi da far fornire agli stati brocchi della liquidità con rating AAA? Ma va là! :D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+