Sogno o son desto? Italia meglio della Germania!

Scritto il alle 10:04 da Danilo DT

stop-dreaming-sogno-o-son-desto

L’autunno del 2015 resterà sicuramente nella storia per tanti motivi. Quello che secondo me merita una menzione particolare è una cosiddetta “inversione dei ruoli”.
Da praticamente SEMPRE, l’Italia è sempre stata il paese di serie B in Europa, a volte addirittura deriso dai paesi considerati da tutti di serie A. Questo quadro è stata una costante da quando è nata l’Eurozona, tanto che possiamo tranquillamente dividere in due l’Unione Europea, anche geograficamente. Quella di serie A si è sempre trovata a Nord, quella di serie B più a Sud.
L’inversione di ruole ha avuto ovviamente il suo episodio clou con il dieselgate, una problematica che, a dire il vero, non è ancora nemmeno partita e quindi di difficile valutazione, ma che ha reso indifendibile quel paese che già con Siemens e DB, tanto per fare due nomi, aveva avuto dei comportamenti quantomeno dubbi. Ma essendo tedeschi, tutto a loro di poteva perdonare.
Questa volta invece no.

prometeia-italia-2015
A rincarare la dose, sono poi arrivate anche le previsioni di diverse società, l’ultima delle quali è Prometeia, la quale dichiara che l’anno prossimo l’Italia crescerà tanto quanto la Germania: Sacrilegio! Come la Germania? Sembra proprio di si. Un segno più per il PIL pari all’ +1,2%. Prometeia ha poi riconsiderato anche il PIL 2015 portandolo al +0,8%, grazie a una domanda interna più vivace del previsto, che compenserà il rallentamento dovuto ai paesi emergenti.
E poi il 2017-2018 dove si va decisamente avanti con la fantasia, ma per una volta lasciateci sognare in pace. Infatti Prometeia prevede un ulteriore aumento che dovrebbe avvicinarsi all’1.5%

«Se l’Italia fa quel che deve fare, è più forte di tutti, anche della Germania. Penso che l’Italia tra dieci anni possa essere il Paese leader in Europa, anche più della Germania». (Matteo Renzi)

Sembra che il Bel Paese sia diventato anche il posto dove oggi si creano più posti di lavoro, dove stanno migliorando le condizioni contrattuali del lavoro stesso, dove ci sia la volontà del Governo a sostenere industria e produttività. Forse anche Expo ha una suo ruolo in questa ripartenza, mentre molto più certi sono i benefici dovute ad un dollaro più forte.
Ok ok, dite che per una volta sono troppo positivo? Può darsi, è anche il week end, lasciatemi per qualche ora un barlume di speranza. Poi tanto si sa, ci sarà la realtà del futuro prossimo venturo a risvegliarci da quello che, per una volta, era un sogno.

prpometeia-rischi-italia-2015

Vi lascio il meglio della settimana, da leggere e da condividere ai vs contatti, almeno sosterrete un pochino il mio lavoro che, spero, possa darvi un po’ di sana consapevolezza.

Bulls & Bears

   YESTERDAY

USA e CINA: i colossi di oggi e di domani a confronto

Abbiamo speso tonnellate di inchiostro per raccontarvi il ruolo determinante degli Stati Uniti che restano tuttora la macchina economica per antonomasia, il cui andamento va ad influenzare tutti i mercati globali. E allo stesso tempo abbiamo più volte parlato della …
BULL MARKET: il toro torna protagonista sui mercati

Torna a salire la borsa USA con Wall Street in gran forma. La FED non fa più paura e il market sentiment torna bullish. Intanto però lo SKEW ci mette qualche dubbio.

OCT 15

FOMC: ormai è guerra tra falchi e colombe

Molto spesso vi parlo della FED, del FOMC e delle ipotesi sul rialzo dei tassi di interesse USA. Spero di non essere ripetitivo ma di aiutarvi a capire (secondo il mio punto di vista) cosa diavolo sta accadendo in ambito …
Momento d’ORO: metallo giallo in ripresa

Se guardiamo all’inflazione, diventa difficile giustificare il rialzo di questi giorni dell’Oro. Secondo molti il mercato sconta il futuro. Intanto però la media mobile a 200 giorni è stata rotta al rialzo. Occho al rendimento reale dei bonds!

OCT 14

IPO Poste Italiane: privatizzazione farlocca già nella struttura

Conviene aderire all’IPO (collocamento) di Azioni delle Poste Italiane SpA? L’offerta è montata in modo appetibile. Ma ci sono delle criticità che l’investitore deve sapere. Innanzitutto, perché chiamarla privatizzazione quando il controllo resterà pubblico?
SOGLIA dei CONTANTI: benvenuta coerenza!

Matteo Renzi, nella legge di stabilità straordinaria, intende introdurre l’innalzamento per l’utilizzo della soglia dei contanti. Si passa da 1000 a 3000 Euro, il tutto per incentivare i consumi. E pensare che nemmeno un anno fa… Coerenza. Ma cosa è …

OCT 13

BORSA USA: ora i nodi vengono al pettine (con un occhio agli HY)

Dopo tante parole e tante ipotesi, finalmente capiremo come stanno le cose in ambito di utili societari per la borsa USA. Se già abbiamo avuto nei giorni scorsi delle importanti trimestrali, oggi avremo a che fare con i dati in …
FERRARI: la gallina dalle uova d’oro di FCA

Collocamento e quotazione tramite IPO di Ferrari a Wall Street. Cosa conviene fare, che succederà a FCE ed i mutipli paragonati coi competitors.
SOFFERENZE: nuovo record a 198 miliardi. E scusate se è poco.

Lievitano nuovamente le sofferenze bancarie, che oggi sono apri al 12% dell’ammontare di tutto il credito del sistema bancario.Dato preoccupante. Occorre al più presto il nulla osta per la bad bank.

OCT 12

WALL STREET: meglio non fidarsi dei rimbalzi

E’ arduo pensare che si tratti di una vera ripartenza. Probabile ora una nuova pausa di riflessione e poi sarà l’economia reale a fare la differenza. Analisi intermarket e del solito COT Report del CFTC. [Guest Post] Cari amici, anche …
Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
Sogno o son desto? Italia meglio della Germania!, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
5 commenti Commenta
tikalmat
Scritto il 17 ottobre 2015 at 21:27

interessante articolo. rimane solo un problema di fondo: i soldi non girano.
la ripresa io non la vedo ma pi
che vederla la sento in banca!!! lavoro e non vengo pagato dai clienti, i quali adducono come scusa che pure loro non sono stati pagati. gli credo poichè li conosco. quindi il problema di questo governo , oltre a quello di non aver abbassato le tasse, poichè toccare la tassa sulla prima casa non significa abbassare le tasse ad una società che magari può far lavorare altre persone, significa mantenre in crisi le società , aiutando, chi non ha un lavoro a non dover non pagare la tassa sulla prima casa. una presa in giro. intanto se sto pivello di renzi iniziasse ad obbligare il saldo delle fatture proforma entro 60 gg, con successivo invio di una fattura definitiva consentirebbe di far girare i soldi meglio. i clienti sono obbligati a pagare il loro fornitore per non incombere in una tassa o una mora che in parte potrebbe andare allo stato e in parte al creditore non ancora pagato , come risarcimento per il danno che subisce. io mi son rotto le palle di sentire tutti i politici andare in televisione a blah blah bhal continuamente, senza approvare reali leggi utili a far funzionare il mondo del lavoro. la ripresa era finta, e mi auguro e spero che invece sia vera. ma non per la gloria di quel cretino che siede sulla poltrona più importante del paese, semplicemente per poter arrivare a pagare il 23% di iva l’anno che viene.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lucianom
Scritto il 18 ottobre 2015 at 18:23

tikalmat@finanza,

Come non darti ragione, però faccio notare che chi ci ha portato in questa situazione sono tutti gli altri partiti compreso il PD di Bersani e sindacati, unica eccezione i cinque stelle. Partiti che ora si ergono a professori e ci vogliono insegnare come salvare l’Italia! Nessuno ha fatto autocritica e la colpa è sempre degli altri. Morale, oltre che a criticare bisogna indicare i nomi di chi ci deve o dovrà governare, chi fa sbaglia ma gli altri non hanno fatto nulla negli ultimi 30 anni salvo conservare il potere e le poltrone. Ripeto ad eccezione dei cinque stelle che onestamente mi piacerebbe vedere all’opera. Scusami ciao.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 18 ottobre 2015 at 22:26

Da …. ” Sogno o son desto? Italia meglio della Germania! ”

A

mi vien da scrivere

Sogno o son desto? Finalmente DREAM !

Finalmente. Spero che anche altri bloggher incomincino ad intraprendere questa strada.

BASTA CON IL GURDARE ( anche giustamente ) SOLO LA TRAVE NEL NOSTRO OCCHIO E PUBLICCIZARE LA PAGLUZZA DELL’ OCCHIO ALTRUI.

Non sono ancora riuscito a leggere un post su quei cani pastori amici fedeli dei tedeschi che pretendevano ipotecassimo il colosseo. Ed ogni giorno che passa mi sembra sempre messi peggio e pagano interessi sul debito ridicoli.

( P.S. Concordo con quel che dice renzi solo per il fatto che tra 10 anni gli altri sprofondino di più rispetto a noi. I dati della bilancia commerciale suggeriscono che c’è solo una via di salvezza , investire nelle energie alternative. )

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

aorlansky60
Scritto il 19 ottobre 2015 at 09:18

…tanto più che i tedeschi si ritrovano attualmente un bel problemone in più da dover gestire e risolvere,

( oltre a quello ufficioso costituito da Deutsche Bank e relativi scheletri nell’armadio [leggi= prod derivati a mega-tonnellate… di carta…] )

e cioè il polverone WV appena alzatosi da terra… e non è che l’inizio…

c’è solo da sperare che non intendano farlo pagare a tutta Europa, e il dubbio è lecito, dato che non sarebbe la prima volta che i tedeschi [veri maestri in questo] architettano ingegnosamente una spalmatura del genere per risolvere i loro problemi economici…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 19 ottobre 2015 at 13:54

E’ un po’ presto per dirlo… ma SE sarà così, vorrà dire che dopo dieci anni di autoprosciuttamento degli occhi degli Italiani, i Tedeschi TORNERANNO a essere bravi COME gli Italiani, con punte di eccellenza come le abbiamo noi e qualche magagna come ce l’abbiamo noi.
E SE sarà così, con un declino dell’economia tedesca a favore degli altri membri, allora sì che si potrà puntare a una UE 2.0 (a patto di prevedere dei rimedi alle disfunzioni della moneta unica), altrimenti la potenza contrattuale del nostro partner / concorrente numero uno sarebbe, come oggi, troppo elevata.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+