Massa monetaria: exit strategy ma come?

Scritto il alle 11:56 da Danilo DT

massa monetaria

Leggendo un articolo su Reuters, si ipotizza l’arrivo della prima vera e concreta azione di exit strategy. Ad effettuarla sarà la Cina.

La cosa che a me suona veramente strana è queste exit strategy siano in ogni dove conclamate ma poi, sulla carta, siano di difficile realizzazione.
Come poter drenare liquidità ad un mercato dove la liquidità scarseggia?

Come ben sapete gli incentivi e il denaro pubblico è stato elemento determinante per poter dare il “la” alla crescita economica. Una crescita economica però che non è reale, nel senso che è drogata da questa massa di liquidità . Una sorta di benzina gettata su una flebile fiamma che, grazie a questo stimolo, è diventato un incendio. Però attenzione: se la benzina non viene più pompata nel sistema, il fuoco della ripresa non riuscirà ad ardere con la stessa vigoria. La fiamma tenderà ad esaurirsi sempre più, fino a tornare quella flebile fiamma di cui parlavo prima.
E la conferma ce l’abbiamo da questo grafico

 

Leading Indicator

leading_indicator_economy_USA

Click to enlarge

Ecco il grafico che già conoscete, ovviamente aggiornato. Trovate come sempre, in ordine di apparizione nella finestra:

1) S&P 500
2) Tasso disoccupazione USA
3) Tasso inflazione USA
4) Crescita PIL % USA
5) Delinquency rate

E’ assolutamente chiara ed evidente l’anomalia che ci spiega in modo assolutamente indiscutibile la situazione anomala che stiamo vivendo.
S&P 500, crescita inflazione e crescita PIL sono all’incirca coerenti con uno scenario di crescita economia reale.
Ma poi…se andiamo a vedere il delinquency rate e il tasso disoccupazione, ci rendiamo conto che le cose non sono come sembrano.
Il delinquency rate è ai massimi, segno che quindi le insolvenze sono sempre più forti ( e contemporaneamente il credit crunch è ai massimi, tanto che le banche continuano a depositare il denaro presso le banche centrali, non investendolo nell’economia e nelle imprese) e il tasso disoccupazione come sapete è statisticamente fermo al 10% anche se realmente è molto più alto (oltre il 17%).
Questi 2 fattori testimoniano che questa non è vera ripresa.

Quindi, non essendoci vera ripresa, la politica monetaria resta quindi già condizionata dal fatto che i tassi non possono essere “brillantemente” alzati. Sarebbe un modo eccellente per falcidiare i cosiddetti “germogli verdi” che già sono minimi…
Inoltre la massa monetaria, come detto, non sta vivendo momenti di gloria.

 

Massa monetaria M1+M2+M3 USA

m1+m2+m3_usa

Massa monetaria M1+M2+M3 Area Euro

eurozone-money-supply-m1-m2-m3

E’ possibile a queste condizioni dar vita ad una convincente exit strategy? Oppure tutte queste parole possono essere accomunate a quell’opera di convincimento pubblico col solo fine di dare fiducia al sistema?

Buona la seconda…

STAY TUNED!

ATTENZIONE: nota importante. Sostieni questo BLOG con una donazione, cliccando sul bottone nella colonna di destra. Così facendo, sosterrai questa iniziativa e permetterai al blog di sopravvivere.

Segui il blog con gli RSS feed gratuitamente!

Image Hosted by ImageShack.us

Cercami su facebook come Drim Tiater!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+