Cerca nel Blog

TASSI: tra FOMC e mercati, qualcuno si sta sbagliando di grosso

Scritto il alle 09:25 da Danilo DT

aumentano-tassi-interesse-conti-deposito-diminuiscono-rendimenti-titoli-stato-bot-640x426.jpg

Possiamo fidarci della FED? Beh, in linea di massima possiamo dire che quanto ci ha detto la FED non rispecchia perfettamente le aspettative di mercato.
Nei giorni scorsi vi ho già proposto il “Dot Plot” aggiornato, con delle linee mediane tracciate per meglio capire quali erano le direzioni previste dai membri del FOMC.
Ma il mercato la vede come loro?
In realtà no.
E per rendercene conto basta aggiungere al grafico del Dot Plot e alla linea mediana che ne deriva, il tasso OIS, ovvero l’Overnight Indexed Swap che va a riportare nella realtà dei mercati il tasso FED.

Dot Plot vs. OIS

dot-plot-vs-ois-2015

Beh non c’è che dire, il mercato vede un quando ancora più “dovish” di quanto invece prospetti il FOMC. Quindi, per farla breve, non si sta scontando nessun rialzo progressivo, ma una certa stabilità dei tassi.
Altro che 2018 con tasso FED al 3.30%. Il tasso OIS sconta per quella data un tasso dell’ 1.60%, esattamente la metà.
Quindi uno dei due si sbaglia e non di poco. E questo atteggiamento così prudente sui tassi lo si può scorgere dall’andamento del Dollar Index e del cross EUR USD, che ha sensibilmente perso quello smalto che invece era previsto con un discorso come quello ascoltato nei giorni scorsi.
Quindi, male che vada, sappiamo che oggi i mercati scontano un cross EUR USD prudenziale e quindi potenzialmente interessante.

Differenziale rendimento 30yr vs 5yr

ScreenHunter_2079 Dec. 22 08.32Un’ultima nota. Visto che parliamo di crescita economica apparentemente robusta, ecco un altro grafico che sconfessa quanto previsto dalla FED. Qui sopra trovate il grafico del differenziale di rendimento tra il bond governativo USA a 30yr contro quello a 5yr. Come vedete il differenziale si sta stringendo sempre di più. Segno che:

a) i tassi saliranno meno del previsto

b) la crescita economica USA è meno virtuosa di quanto si possa immaginare

c) l’inflazione continua ad essere un potenziale problema, vista in ottica di rischio deflazione.

 

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
TASSI: tra FOMC e mercati, qualcuno si sta sbagliando di grosso, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
3 commenti Commenta
paolo41
Scritto il 22 dicembre 2015 at 17:10

notevole!!!!! sei sempre il più forte !!!!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

ddb
Scritto il 22 dicembre 2015 at 18:05

Dal tenore del tuo articolo sembra che tu propendi per “il mercato ha sempre ragione”.
Ma allora Draghi il 04 dicembre ha toppato?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Scritto il 22 dicembre 2015 at 20:30

pao­lo41,

Grazie Paolo, i feedback positivi, ma anche le critiche) fanno sempre piacere.

ddb@​finanza,

NO, qui si parla di FED e tieni conto che la BCE ha una politica monetaria divergente dalla Yellen

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti
  • Danilo DT su ELEZIONI FRANCIA: evitata l’Euro Frammentazione
  • Lukas su ELEZIONI FRANCIA: evitata l’Euro Frammentazione
  • [email protected]@finanza su TRENDS 2.0.32: il canto del Galletto
  • [email protected] su ELEZIONI FRANCIA: evitata l’Euro Frammentazione
  • [email protected] su ELEZIONI FRANCIA: evitata l’Euro Frammentazione
  • [email protected] su ELEZIONI FRANCIA: il vero rischio non è la Le Pen
  • [email protected]@finanza su TRENDS 2.0.32: il canto del Galletto
  • Danilo DT su ELEZIONI FRANCIA: il vero rischio non è la Le Pen
  • 元サーファー su ELEZIONI FRANCIA: il vero rischio non è la Le Pen
  • [email protected] su ELEZIONI FRANCIA: il vero rischio non è la Le Pen

Google+