US PUT CALL RATIO: panico sui mercati!

Scritto il alle 10:46 da Danilo DT

Come è normale che sia, oggi tutti i giornali aprono con titoloni che riportano la crisi Evergrande, spesso paragonandola a Lehman Brothers, storie che (come spiegato) sono molto diverse, anche se si tratta sempre di società in crisi.

Ma si sa, i titoloni fanno vendere di più e regalano un maggior numero di click sui siti. Premessa: ovviamente non ho la verità assoluta, e quindi non ci sono prove che possano criminalizzare un titolo tipo: ”Ecco la tempesta perfetta per i mercati”.

Purtroppo solo col tempo sapremo come andrà a finire vista la quantità di variabili che possono condizionare le prossime sedute di borsa: il FOMC, la decisione della Cina o come gestire l’ormai certo default di Evergrande (la ristrutturazione del debito resta l’ipotesi più credibile, secondo me) e il rallentamento globale.
Intanto però cerco di ragionare coi dati di cui disponiamo.

Parto con una citazione. Il sentiment, come scritto QUI, era alquanto curioso. Come è possibile che una borsa sia ai massimi con un sentiment così mediocre? Complice la politica monetaria e l’immane quantità di liquidità sui mercati. Malgrado tutto questo, non c’è un clima bullish e quindi “eccessivamente ottimistico”.

Put Call Ratio: indicatore contrarian?

Oggi sono andato ad aggiornarmi il Put Call Ratio di cui ho già parlato molte volte in passato.
Ripassino.

(…) i volumi delle opzioni put e call sul mercato USA benchmark: lo SP 500. Si fa la divisione aritmetica tra il volume delle put (ribassiste) ed il volume delle call (rialziste) trattate al Cboe di Chicago.
Quando la paura è molto alta tra gli operatori di opzioni significa che si è in una fase di “rischio panico”. Questo momento si vede quando il put call ratio arriva in area 1.
Una recente statistica ha portato ha riportato un dato clamoroso: sullo SP 500 chi opera in opzioni matura perdite nel 90% dei casi. Non male eh? E quindi, ecco un eccellente indicatore CONTRARIAN! (…) [Source] 

Se veramente fosse così, allora questo grafico dovrebbe assumere una valenza molto interessante, anche se poi dovremo tenere conto di tutti gli estremi con cui dobbiamo confrontarci e di cui parlavo prima. Intanto però, mi sembra evidente cosa suggerisce il grafico.
In parole semplici… KEEP CALM!

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+