Petrolio: ma che è successo?

Scritto il alle 11:50 da Danilo DT

oil-petrolio-prezzo-quotazioni

Spesso e volentieri, l’analisi intermarket sembra saltare completamente. Ci sono giorni in cui capita veramente di tutto. Proprio come ieri.
Come detto nel daily briefing di stamattina, in ambito intermarket, la logica ci porta a dire che con un mercato azionario forte, le commodity dovrebbero essere forti. Solo che ieri è successo un fatto strano: quotazione petrolio WTI a 63, 35 $/barile. Per farla breve quasi un -10% in due giorni. Ma come mai?

A prima vista, sembra evidente lo zampino dei dati sulle scorte USA di oro nero. Un incremento deciso pari a 5.1 milioni di barili, secondo l’EIA, con aumento dei distillati ma diminuzione delle scorte di benzina.
In altri tempi, tali dati sarebbero stati certo negativi per la quotazione del petrolio, ma non avrebbero certo portato ad un -10% in due giorni.

Sul mercato stanno girando voci anche strane. C’è chi dice che qualche paese non stia rispettando i patti all’interno del cartello dell’OPEC. Ma c’è anche chi dice che molto petrolio , già estratto, si trovi ora sulle petroliere, al largo dei porti, in attesa di essere depositato quando i prezzi saliranno.
C’è chi parla anche di un probabile brusco stop delle richieste cinesi. Tante voci, tante illazioni, ma secondo me la verità è un’altra.

 

La speculazione: ecco la chiave

 

Tante volte ne ho parlato in passato, come in questo post sulla speculazione e sul reale valore del petrolio. E in questa sede non posso fare altro che confermare quanto detto. Rileggetevi il post e capirete alcune cosine interessanti.

Speculazione e reale valore del petrolio

E anche stavolta chi veramente ha mosso è stata la speculazione, almeno secondo me. E a muovere tutto potrebbe essere stata proprio la commissione sul trading, la famosa CFTC. Sono molto probabili dei nuovi limiti e delle nuove regole, proprio per cercare di limitare il più possibile la speculazione destabilizzante sull’oro nero, ed evitare situazioni assurde viste mesi fa (ricordate? Da 147 $ a 35 $ in un amen). Il timore di queste nuove regole ha fatto chiudere rapidamente molti contratti LONG agli speculative traders, che generalmente seguono la tendenza (chiaramente positiva) e quindi tutto questo ha fatto scendere la quotazione del petrolio.

Come potete ben capire, queste anomalie, una volta spiegate, devo essere tenute in considerazione in modo particolare in ambito intermarket in quanto legate a fattori “esterni” alle dinamiche solite.

 

Intermarket intraday

intermarket-intraday-luglio-2009

Rapidamente un flash sull’intermarket intraday di ieri. Notate la linea rossa e quella bianca. Fino a ieri andavano d’amore e d’accordo ma poi…

 

Grafico petrolio

cl1-petrolio-grafico

I movimenti di ieri hanno portato ad una nuova violazione del canale, che già in passato non aveva retto.
Ora ho disegnato la nuova ipotetica trendline. Lo scenario tende però a passare da rialzista a laterale (box viola). E questo resta , secondo me, un campanello d’allarme per l’equity. Speculazione permettendo.

STAY TUNED!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+