CCI: Continuous Commodity Index vicini al target

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Continuous index (CCI) vicino al 200%

Le materie prime hanno inanellato un rally veramente incredibile. Dopo una fase dove i i vari petrolio ed oro, con rame & Co sono stati protagonisti, oggi vediamo in grandissima forma le cosiddette “”. Una rotazione che non ha fatto altro che dare benzina ad un settore che, ciclicamente, era già destinato a salire.
Prenderemo nuovamente in esame il nostro CCI, ovvero l’indice delle commodity che viene costantemente ribilanciato e quindi può essere considerato il vero indice delle commodity.
Ovvio che questo grafico non può che rendere ancora più ovvio lo scenario inflattivo che stiamo vivendo e che vedremo incrementare.
Il grafico però ci disegna un futuro che potrebbe essere diverso.

Grafico diabolico: CCI a 666

Grafico CCI: clicca per ingrandire

Come potete vedere il rally del Continuous Commodity index (CCI) è impressionante. C’è un dato visibile ad occhio nudo che spiega la “follia” del momento. Guardate dove si trova la MM 200 e dove sono invece i corsi attuali. La prima è a 543 e i corsi sono a 666… Uno spread di 18.6 %, che non è assolutamente poco…

Ma la cosa interessante è che, utilizzando , secondo i miei conteggi, siamo ormai ad un passo dal 200%, manca solo un 2.80%, un’inezia. L’RSI si sta appiattendo e il MACD pure. Che si stia avvicinando il momento di una sana e naturale correzione? E cosa comporterà questo sul mercato? Molto semplice. Tutto deve essere legato da un filo conduttore comune: riduzione del , che significa anche raffreddamento dell’equity. Quindi un bel terremoto nell’intermarket. Non dimentichiamo infatti che le materie prime sono sempre la base dell’analisi intermarket.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio!

E CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (4 votes cast)
CCI: Continuous Commodity Index vicini al target, 10.0 out of 10 based on 4 ratings
  1. Alert inflazione: Continuous Commodity Index
  2. Baltic Index e Commodity: segnali di rallentamento
  3. Dollar Index vs Euro: Wedge e target
  4. DOLLAR INDEX e CARRY TRADE: target raggiunto?
  5. Intermarket: dilemma inflazione-commodity

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 12)Commenta

  1. gremlin,

    certo che se si vuole andare short per me l’investimento migliore resta l’ xbrear ftsemib, un indice, una garanzia

  2. …il problema è risuciera comprare oggi.. visto che le borse hanno deciso di fare ferie.. (PiazzAffari..) :roll:

  3. daino,

    è da una vita che sostengo che il mib è uno dei migliori indici per i ribassisti ma evidentemente siamo sempre in pochi ad avere questa visione.

    Mi stavo guardando un fondo reclamizzato come “pensione sicura” bilanciato moderato fino al 65% azioni (sic) partito a metà 2007: s’è cuccato in pieno tutta la dèbacle 2008; poi vado a leggermi il suo Progetto Esemplificativo Standardizzato by Covip per la stima della rendita e lo confronto anche col benchmark e con l’obiettivo dichiarato: DA VERGOGNARSI
    ne farò una radiografia sul blog e non sarà la sola

  4. Dream Theater,

    è una truffa che fa il paio con altri blocchi operativi anche recenti, proprio come succede alla borsa/roulette russa. D’altra parte i gemellaggi con russia e libia dovranno pur dare qualche soddisfazione al popolo delle libertà

  5. gainhunter scrive:

    E’ una mia impressione, o da quando borsaitaliana è diventata londinese, a ogni minima modifica del sistema (ieri hanno modificato i tick minimi) sono seguiti problemi tecnici più o meno prolungati?

  6. daino: gremlin,
    certo che se si vuole andare short per me l’investimento migliore resta l’ xbrear ftsemib, un indice, una garanzia  

    Comprato venerdì 18 in un momento di follia (o forse no).
    Certo che col senno di poi avrei caricato un po più sulla quantità, ma già mi sembrava una scommessa così.

  7. gainhunter,

    i problemi tecnici servono anche per impedire il sell off

  8. 50 cent,

    occhio che impiegano un attimo a rimettere in piedi il circo

  9. gremlin,

    Lo so, ma qualche rischio bisogna pur correrlo.
    Ti ringrazio e se vedi quache segnale che mi perdo, non esitare!
    Grazie ancora.
    50

  10. mattacchiuz scrive:

    avete acquistato? mi raccomando… non la faranno cadere mai! :-)

  11. gainhunter scrive:

    gremlin,

    :-)
    Allora vuol dire che hanno programmato la modifica dei tick per il 21 perchè sapevano già che la borsa USA sarebbe stata chiusa e i mercati EU avrebbero potuto scendere, cosa puntualmente accaduta… così hanno potuto usare la scusa dei problemi tecnici per chiudere la borsa fino all’apertura dell’America.

    Bleah

    Dream, manca una faccina per esprimere disgusto :mrgreen: