Baltic Index e Commodity: segnali di rallentamento

Scritto il alle 09:51 da Danilo DT

baltic-index-dry

Daily Briefing: Baltic Index, materie prime

Ormai non credo ci sia molto da dire sul fatto che il trend delel borse continua ad essere positive. Non voglio ripetermi, molto si è scritto la settimana scorsa in il linea di massima resto fedele alla strategia scritta in Compass e nel post sullo SP 500 del primo settembre.

In ambito intermarket però qualcosa sta scricchiolando. Lasciando da parte il discorso legato all’oro   vorrei fare un rapido aggiornamento su Baltic Dry Index e indice CRB delle commodity.

Partiamo dal grafico sovrapposto.

 

CRB e Baltic Index in rallentamento

baltic-dry-index

In questo grafico sovrapposto vedete:

-Baltic Index (verde)
-SP 500 (bianco)
-Dollar Index (arancio)
-CBR materie prime (rosso)

In linea di massima p noto che l’andamento delle materie prime è un “leading indicator “ per la crescita economica , quella reale e non creata dai castelli di carta delle banche.
Come possiamo notare, le borse (SP 500) continuanno ad essere positive, mentre invece le materie prime stanno perdendo forza relativa, e tendono quasi ad una lateralizzazione. IL segnale di per sé sembra abbastanza chiaro. Gli acquisti di commodity stanno rallentando. Ma andiamo ancora più a fondo usando il Baltic Index.
Il Baltic Index è un leading indicator nel leading indicator, ovvero è un anticipatore sulle materie prima in quanto misura i noli delle navi che verranno poi utilizzate per trasportare le merci (tendo a banalizzare). Perché è così importante? Semplice. Perché, anche se la gente non lo sa, il 90% delle merci continua a viaggiare via mare. Quindi….
La tendenza è nuovamente quella di ridurre le scorte in magazzino, in particolar modo dei metalli ferrosi. Ed il paese protagonista di questo rallentamento è proprio quello che , invece, fino a qualche settimana fa era ripartito alla grande coi noli: la Cina, che oggi è in nuovo in eccesso di cemento, ferro e rame.
Morale: l’indice delle navi “Capesize”, grosse circa 3 volte a livello dimensionale la Statua della Libertà (tanto per avere un metro di misura) è letteralmente crollato, passando da circa 38.000 $ a circa 18.000 $. La metà.

Tutto questo sotto intende qualcosa? Dite voi…

CRB: DMA border line

crb-commodity-index

E se guardiamo il grafico del CRB, notiamo che:

1) area 23.6% di Fibonacci sta rappresentando un livelli di resistenza importante
2) la tendenza di breve è rialzista
3) però le DMA non hanno incrociato e i prezzi sono tornati sotto ad entrambe le DMA.

Meglio vigilare…

 

Dati macro

Oggi Bank Holiday, borsa USA chiuse per festività…. E quindi giornata scarna di dati…

STAY TUNED!

ATTENZIONE: nota importante. Sostieni questo BLOG con una donazione, cliccando sul bottone nella colonna di destra. Così facendo, sosterrai questa iniziativa e permetterai al blog di sopravvivere.

Grafici by Bloomberg. Per ingrandirli basta cliccarci sopra.

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Baltic Index e Commodity: segnali di rallentamento, 10.0 out of 10 based on 1 rating
2 commenti Commenta
passatpower
Scritto il 23 settembre 2010 at 15:57

+ fonti hanno osservato che il baltiko sta perdendo efficacia perchè la cina sta diminunedo l’import di materia prima perchè sono state nuove miniere in zona senza avere + la necessità di ricorrere a grossi tanker.
salut

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 23 settembre 2010 at 16:42

Confermo. Orma la cina sul baltic index ha un’importanza fondamentale…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+