Buyback Blackout: ecco perché Wall Street è “ingessata”

Scritto il alle 14:30 da Danilo DT

Stock-Market-Shares-and-Buyback

Negli USA c’è una norma che regola i buy back. Una regola che condiziona in modo determinante i mercati, visto che il più grande compratore, spesso e volentieri, è l’azienda stessa.

In queste giornate assistiamo spesso e volentieri a momenti molto volatili anche sulla borsa USA, che era parse sempre e comunque molto più stabile.
Ma cosa mai sarà successo? Colpa della Cina? Del petrolio? Del rallentamento? Degli indici di fiducia USA che stanno scendendo?
Tutto può essere e le motivazioni sopra elencato sono sicuramente TUTTE valide e difendibili.
Ma c’è una cosa che la gente sottovaluta e che, permettetemi, non ho trovata scritta da nessuna parte in queste controverse giornate.
Certo, l’attenzione è caduta su altri fatti, molto più “rumorosi”, che hanno rapito l’attenzione dei media.
Cari lettori, voi forse non sapete che siamo dentro a quel periodo dell’anno che a Wall Street chiamano “Blackout Period”.

Facciamo un salto indietro. Riprendiamo un post del 2014 dove ho iniziato a parlarvi del più importante BUYER sulla borsa americana.  Cosa che poi non ho potuto NON confermare un anno dopo in questo post. 

Vi avevo parlato del fondamentale impatto che hanno i buy back in borsa. Ma cosa c’entrano i buy back con il cosiddetto “Blackout period”?

Quando una società deve dare comunicazione degli utili (trimestrali), proprio come sta accadendo ora, per 5 settimane i buy back vendono CONGELATI. Quindi tutti i programmi di acquisti sono SOSPESI, in attesa della comunicazione dei dati. Successivamente, i buy back ripartono. Ecco quindi un importante elemento da NON sottovalutare. Siccome siamo sotto trimestrali, la maggior parte dei buy back sono sospesi e quindi il più importante compratore non può comprare titoli da circa un mese o forse anche più.
Dai dati che ho letto, non mi risulta che ci siano stati dei tagli nei programmi di buy back e tantomeno che qualche società li abbia sospesi definitivamente. Anzi, ho visto addirittura degli arrotondamento al rialzo.
Guardate ad esempio i più important buy back del 2015 e quanto hanno pesato…

largest-stock-buybacks-us

…e quanto potrebbero pesare i buy back nel 2016.

buyback-preview-2016-wall-street

Quindi è assolutamente normale ritrovarsi fino quantomeno a febbraio con un mercato molto ingessato. Ma stiamo all’occhio, il più grande buyer USA, che NON guarda l’analisi tecnica e tantomeno i fondamentali, sta per tornare in azione, con effetti che potrebbero anche essere sorprendenti.
Con questo non voglio dirvi che il mercato ripartirà alla grande, ma è solo un modo per rendervi partecipi di un importante tassello che non deve essere sottovalutato. Alla faccia di tutti coloro che mi vedono come un inguaribile ribassista… (scherzo)

nyse-buyback

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (8 votes cast)
Buyback Blackout: ecco perché Wall Street è “ingessata”, 9.3 out of 10 based on 8 ratings
7 commenti Commenta
adsodimelk
Scritto il 26 gennaio 2016 at 17:13

bel thread! in questo modo avrai sempre ragione qualsiasi cosa succede!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

first em
Scritto il 26 gennaio 2016 at 18:08

Fai bene a sottlineare l’importanza dei buyback sull’andamento di Wall Street perché in effetti sembra essere un driver molto significativo. Il cambio di umore che si sta registrando proprio oggi sulla borsa americana, in coincidenza con una prima fase di conclusione delle trimestrali, è sintomatico. Anche del nuovo paradigma in cui versano i mercati, cioè che la finanza se la suona e se la canta. Ti correggo solo su un punto, cioè che già una settimana fa su http://www.teleborsa.it Fugnoli di Kairos Partners aveva sottolineato il ruolo dell’assenza di buyback in questa fase di trimestrali per spiegare il cattivo andamento di WS.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 gennaio 2016 at 20:57

ad­so­di­melk@fi­nan­zaon­li­ne,

In realtà io volevo segnalare la possibilità di un rimbalzo ma fa lo stesso…

first em@​finanza,

Molto bene, anche perchè Fugnoli è un personaggio che stimo. E poi ci mancherebbe, non sono certo il solo a sapere di questa limitazione! Volevo solo dire che nessuno gli ha dato il giusto peso, secondo me.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gianco
Scritto il 27 gennaio 2016 at 06:26

Buongiorno Danilo ecco un post che è un indice reale delle situazioni . Ma volevo capire meglio Lei ci dice : Quando una società deve dare comunicazione degli utili (trimestrali), proprio come sta accadendo ora, per 5 settimane i buy back vendono CONGELATI.
Dai dati che ho letto, non mi risulta che ci siano stati dei tagli nei programmi di buy back e tantomeno che qualche società li abbia sospesi definitivamente. Anzi, ho visto addirittura degli arrotondamento al rialzo.

E’ un regolamento ? Una legge ?
E dato che , come ho solitamente trovata come importante indicazione , le trimestrali sono sempre stati il punto di comando dei mercati : tutti i casi sono in questo modo ? Cioè la borsa scende ? Mi sembra di aver letto anche che proprio per le trimestrali il mercato andava al rialzo . Come si spiega il rally di fine anno con i buy back vendono CONGELATI ? Domanda in modo garbato : non si potrebbero prevedere queste tendenze societarie trimestrali ?
Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 16 febbraio 2016 at 20:36

Non dimenticate questo post, potrebbe aiutarvi a capire che mai WS sale di nuovo…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

gainhunter
Scritto il 13 marzo 2016 at 11:55

Un altro blackout period per il primo quarter.
Qui il grafico riferito al 2015:

Ipotizzando che nel 2016 la situazione non sia molto diversa, il rimbalzo partito a metà Febbraio potrebbe essere vicino a una nuova pausa. Poi bisogna vedere se ci sono periodi in cui si concentrano i buyback (fine anno?) o sono ripartiti equamente nei 4 quarter.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

Scritto il 14 marzo 2016 at 08:07

Ottimo Gainhunter! Torno sull’argomento più tardi!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+