THE NEW NORMAL NEGATIVE YIELD

Scritto il alle 10:09 da Danilo DT

Ormai siamo quasi all’indecenza, come direbbe un mio collega nonché caro amico. Eticamente è già di per se fortemente discutibile il fatto che si presti del denaro a tassi negativi. Ma ormai siamo fuori da ogni logica. Quantomeno all’apparenza, visto che con delle banche centrali così proattive tutto è possibile.

Abbiamo ascoltato la BCE, martedi notte avremo la Bank of Japan, mercoledi la FED, giovedì la Bank of England. Tutte con gli stessi intenti, tutte con una linea comune, tutte con la medesima missione: crescita economica a tutti i costi ed evitare tassi al rialzo anche per evitare il collasso delle società più indebitate.

MA ecco che proprio oggi abbiamo toccato il nuovo record. 13,6 trillioni di USD. A tanto ammonta la carta presente sul mercato con rendimento NEGATIVO. Ovvero il 25% di tutto quanto è sul mercato. Nel 2016 avevamo toccato il 26% ma con volumi inferiori.

Il premio al rischio non esiste, gli spread sono sempre più compressi, e mi domando spesso con quale logica si può investire in questi bond. Ah già… ma questo è il New Normal, figlio della Debt Deflation che nessuno citava ma che qui abbiamo continuano a discutere, già fin dal 2010 come scenario possibilistico. CLICCATE QUI  .
Poi ovviamente il discorso si è molto evoluto. Intanto però non si poteva dire che non ne eravate al corrente. E non è ancora finita qui.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (3 votes cast)
THE NEW NORMAL NEGATIVE YIELD, 9.7 out of 10 based on 3 ratings
3 commenti Commenta
kry
Scritto il 30 luglio 2019 at 13:36

Io mi domando come si fa ad investire in bund tedeschi con rendimento allo -0,4% , e sicuramente molti di quelli che lo fanno sono italiani.
Ultimamente di belle notizie dalla Germania non mi sembra ne siano arrivate molte , anzi ……

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 4 votes)

alplet
Scritto il 30 luglio 2019 at 15:58

Mettere soldi nei bund significa pensare che altri lo faranno, cioè che il prezzo dei bund salirà (anche per le fibrillazioni sullo sfaldamento dell’euro). Abbiamo visto, e probabilmente vedremo ancora di più, che vari titoli di stato hanno rendimenti sottozero: quando sarà da pagare anche per tenere i soldi in conto corrente (cosa verso cui si va, almeno temporaneamente), la musica sunerà anche più forte.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 30 luglio 2019 at 22:27

Esatto, lasciate perdere il rendimento cedolare. Si punta ad una (assurda) rivalutazione dei corsi… The new normal… Mah…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+