Record BCE e LTRO: tra eccessi e strategie

Scritto il alle 10:55 da Danilo DT

 

Contrazione e credit crunch rappresentano il vero pericolo per l’Unione Europea. E il mercato già viaggia su queste coordinate.

Avrete sicuramente letto sui gironale del grande balzo in avanti del controvalore degli asset in pancia alla BCE. Un tesoro pari a 2.733 miliardi di Euro, condizionato soprattutto dall’operazione LTRO.
Infatti le banche hanno colto la palla al balzo, hanno chiesto tanto denaro alla BCE con l’opzione LTRO e poi lo hanno rigirato alla stessa BCE in attesa di diversi impieghi, anche con un occhio di riguardo all’EBA.
La cosa che è molto colpito pè il fatto che oggi, il bilancio della BCE batte addirittura quello della cugina FED. Infatti quest’ultima arriva a “soli” 2.265 miliardi di Euro… Cn la differenza che, però, la BCE sterilizza tutti gli acquisti, cosa che invece non fa la FED.

Il Bilancio BCE

(…) Ormai il bilancio della Fed, con i suoi 2.945 miliardi di dollari – 2.265 miliardi di euro – resta molto indietro. La differenza, però, è qualitativa. La Bce è infatti molto prudente: se a Washington nulla degli acquisti – a qualsiasi titolo – viene sterilizzato, a Francoforte, invece, si è deciso che una parte almeno della liquidità, quella creata con l’acquisto dei bond, venga bloccata nei forzieri “centrali”.
Quello che conta, allora, è la base monetaria, la moneta che le banche centrali – come comunemente si dice – “stampano”. Anche questa ha compiuto un balzo, a Francoforte: è passata da 1.395 a 1.568 miliardi. A Washington è pari a 2.638 miliardi di dollari, oltre 2mila miliardi di euro.
Anche in questo caso lo “stimolo” – anche se la parola è un po’ fuorviante – monetario della Bce è almeno paragonabile a quello della Fed. La base monetaria fornita da Francoforte è pari ormai al 17% del Pil di Eurolandia, quella di Washington al 17,8% circa del Pil americano (…) L’aumento del bilancio Bce ha sicuramente un effetto espansivo. Resta però vivo il problema di trasformare questa base in moneta che gira davvero nell’economia. «Si può portare un cavallo all’acqua, ma se non vuol bere…», dicono gli americani. Ed è questo quello che accade, negli Stati Uniti e in Eurolandia, dove è diventato imponente il fenomeno dei depositi parcheggiati in banca centrale. La massa monetaria in circolazione, M1, è negli Usa persino inferiore alla base monetaria (2.149 miliardi di dollari, il 14,5% del Pil), anche se appare in accelerazione (+18%). In Eurolandia è molto più alta (4.770 miliardi di euro, il 51% del Pil) ma si muove a velocità rallentata (+1,7%) e risulta persino in leggero calo negli ultimi due mesi. La massa monetaria M2, intanto, è pari a 9.642 miliardi di dollari negli Usa (65% del Pil, +7,5%) e a 8.580 miliardi di euro nell’Unione (92%), dove è anch’essa in leggero calo mensile e in forte rallentamento da due anni almeno (+2,1%).
A questo si aggiunge il fatto che la distribuzione della moneta non sembra uniforme in Eurolandia e questo può creare qualche squilibrio di troppo. In Italia, per esempio, l’offerta di moneta è in calo, e da tempo: -2,2% annuo l’M1, -0,58% l’M2. Non è un buon segno. (…) (Source)

Quanto scritto qui sopra è estremamente importante. Il denaro ottenuto dall’LTRO viene versato in BCE, gonfia i bilanci della stessa ma non rientra nel circolo economico. Aumenta la massa monetaria ma il denaro non circola.

I depositi delle banche in BCE

Il riferimento alla vecchia massima del cavallo è un elemento estremamente calzante. Ovvio che tutto dipende da chi è il cavallo. Infatti se il cavallo è inteso come “imprese” , il cavallo ha fin troppo sete… peccato che però le banche non vogliono assolutamente concedere credito.
Credit crunch…
E sulla velocità di circolazione? Occorrerebbe aprire delle grandi parentesi. Ma una così bassa velocità di circolazione, come già dimostrato in passato (come in questo post) http://intermarketandmore.finanza.com/il-perverso-meccanismo-che-lega-fed-banche-e-liquidita-26929.html porta ad un’economia statica e a borse deboli.
Ulteriore conferma di quella previsione fatta tempo fa , che si sintetizza con una parola. CONTRAZIONE.

I finanziamenti a lungo termine concessi dalla BCE (LTRO)

Stay Tuned!

DT

Sostieni I&M! Il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

Ti è piaciuto questo post? Clicca su +1, Mi Piace e Twitter” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
2 commenti Commenta
leone51
Scritto il 29 dicembre 2011 at 11:53

DT vorrei chiederti una cosa dove trovo la tua mail a cui posso scriverti e alla quale rispondi ?
Dovrei chiederti una cosa in merito agli ETF

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 29 dicembre 2011 at 12:05

Monetizzazione, svalutazione, inflazione..no other way

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+