FOMC: le attese per l’incontro di fine anno

Scritto il alle 12:15 da Danilo DT

keep-calm-it-s-only-fomc-day

Finalmente ci siamo.
Stiamo per chiudere definitivamente per questo 2015 il tormentone delle banche centrali. Protagoniste assolute FED e BCE. La seconda ha già dato ad inizio mese, quasi deludendo i mercati. La seconda è chiamata all’appello questa sera.
Cosa ci aspettiamo è noto. Un aumento del tasso FED, una presa di posizione che Janet Yellen ha ormai più volte annunciato nelle ultime settimane e che, per assurdo, diventerebbe un problema SE si decidesse di NON alzare i tassi. Togliamoci sto dente e poi…sentiamo che ha da raccontarci Janet.
Infatti, dando per scontato il rialzo, è il discorso post aumento che farà la differenza.
Probabilmente si focalizzerà sulla fiducia per la ripresa economica, sulla ripresa del mercato del lavoro, e anche dell’inflazione che, almeno qui, è prevista un po’ più alta rispetto all’Eurozona. Ma l’inflazione potrebbe anche diventare una delle tematiche più importanti, proprio perché sta diventando un problema, visto un petrolio così basso, soprattutto in Europa. Intanto però si crea una strana situazione: la FED alza i tassi con un’inflazione prospettica addirittura in raffreddamento e ben al di sotto del target al 2%.

inflazione-previsione-fed-bce-usa-eurozona

Come vedete, il target del 2% resta sempre lontano per entrambe le banche centrali.
Inflazione che quindi NON è un problema (e quindi non si necessita di una nuova campagna rialzista) a livello di pressione inflattiva ma che rischia di diventarlo se diventa disinflazione. Guardate l’inflazione forward 5y5y USA.

us-forward-inflation-rate-5y5y

Quindi la Yellen ci parlerà di un rialzo “una tantum”, tanto che il mercato vedrà questo aumento non come un vero e proprio precursore di un nuovo ciclo rialzista
E quanto alzerà la FED? Beh, 0.25% è il voto atteso.

Tutto molto scontato? Si, ed è proprio questo il problema. Che tutto, per una volta, vada troppo come previsto? Aspettiamoci il colpo di scena. Da qualche parte, ormai ci abbiamo fatto il callo, arriva sempre, anche se forse sarebbe meglio, a questo punto, capire se oltre alla monetary policy, assisteremo anche ad un miglioramento aggressivo di fiscal policy che potrebbe continuare a fare vivere il sogno americano.

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]l.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

3 commenti Commenta
Scritto il 16 Dicembre 2015 at 21:56

In breve, e veloce, perchè sono out (non on site):

-1- sul cd. “liftoff” – ossia, l’aumento dello 0,25% – ha influito soprattutto il livello positivo del tasso di disoccupazione e le relative prospettive sul mercato del lavoro;

-2- il bilancio della Fed e i relativi investimenti, non creano problemi: hanno un preciso timing (testuali parole della Yellen).

La (Pr.) Yellen è stata immensa, grandissima: sembrava un’Insegnante di vecchio stampo – con pazienza e senza perdere mai il punto (gLi) ha spiegato, più volte per filo e per segno, TUTTO (quello che Lei aveva letto all’inizio della Conferenza e poi quello che i Giornalisti avevano sui Notebooks).

Oggi è nato un vero mito: “THE Queen Yellen”.

Chapeu, credeteMi: è stata immensa (senza parole).

サーファー© Surfer [I giornalisti hanno fatto davvero una figura barbina con domande stupidissime – ri-chiedendo continuamente quello che aveva letto o che ripeteva l Saluti a Tutti]

kry
Scritto il 16 Dicembre 2015 at 23:53

@fi­nan­za,

Concordo , per davvero ” Oggi è nato un vero mito ” .

mentre in tutto il mondo aspettano BABBO NATALE

noi godiamo con BABB(E)O NATALE ( che fa rima con MATTEO — sarà un caso ??? — )

http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_Italia/Italia/notizia/Pil_Renzi_vede_crescita_raddoppiare_nel_2016_a_16-449364

pasolo
Scritto il 17 Dicembre 2015 at 10:10

vero, Janet la milfona c’ha fatto godere.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #3-21: ORO a fine anno sarà... (base 1950 $/oz)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+