COPPER GOLD RATIO: correlazioni con Dr. Copper e mercati

Scritto il alle 13:03 da Danilo DT

Il rapporto tra RAME ed ORO è uno dei più classici nell’analisi intermarket.
L’oro è il bene rifugio più ampiamente riconosciuto tra gli investitori. Ed è un asset che tradizionalmente, nei periodi di difficoltà economica e geopolitica, tende generalmente a performare, rendendolo un elemento di diversificazione otlre che un indicatore di RISK OFF.

Il rame è invece l’esatto contrario dell’oro. Metallo utilizzato a livello globale in un’ampia gamma di applicazioni industriali, è il più tradizionale indicatore anticipatore della crescita economica, tanto che viene conosciuto come “Dr. Copper” proprio perché è un indicatore della salute dell’economia globale.

Il Copper Gold ratio viene calcolato dividendo il prezzo corrente del rame per oncia per il prezzo corrente dell’oro per oncia. Un rapporto rame/oro più elevato indica che il rame è relativamente più costoso dell’oro, suggerendo un aumento della domanda industriale e prospettive positive per la crescita economica.

Quindi un copper gold ratio virtuoso lo si trova nelle previsioni economiche globali positive e vivaci. Al contrario, un rapporto rame/oro più basso può suggerire una fuga verso la sicurezza, raffreddamento delle prospettive economiche globali e quindi maggiore cautela.
Nella storia poi, è sempre stata forte la correlazione tra il Copper Gold Ratio ed i tassi USA a 10 anni.

Nel grafico che vi propongo oggi in apertura notate due stranezze.

La prima è appunto legata all’andamento del Copper Gold Ratio. Il mercato azionario è salito monto mentre invece il Copper Gold Ratio sta correggendo. Come mai? Semplice, ennesima conferma di quanto diciamo da tempo. Il mercato è stato guidato dal rally di titoli legati alla tecnologia e alla AI. Quindi NON dalla manifattura che è rimasta molto indietro. E’ dunque evidente che la borsa illustra un mondo irreale e molto legato alle previsioni future di rendimenti derivanti dalla AI.

Seconda cosa, c’è sempre stata una correlazione forte tra Copper Gold Ratio e i rendimenti dei govies USA a 10yr. Correlazione anche in questo ambito che è saltata da circa due anni, complice un’inflazione importante che ha fatto salire oltremodo i tassi. Ma ora c’è uno scollamento che suggerisce tassi USA troppo elevati ed a rischio correzione. Vediamo se la FED nei prossimi mesi contribuirà ad un riallineamento di questa correlazione.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

ℕ𝕦𝕠𝕧𝕠 𝕔𝕒𝕟𝕒𝕝𝕖 𝕀ℕ𝕊𝕋𝔸𝔾ℝ𝔸𝕄 𝕔𝕠𝕟 𝕔𝕠𝕟𝕥𝕖𝕟𝕦𝕥𝕚 𝕖𝕤𝕔𝕝𝕦𝕤𝕚𝕧𝕚
𝕋𝕒𝕜𝕖 𝕒 𝕝𝕠𝕠𝕜!

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...