VINCE SYRIZA: all’Alba (Dorata) di un nuovo giorno per la Grecia

Scritto il alle 23:03 da Danilo DT

syriza-vince-elezioni-grecia-tsipras

Alla fine Tsipras ha avuto la meglio e Syriza diventa primo partito con una maggioranza schiacciante. Siamo tuttora in attesa di capire (mentre sto scrivendo siamo a circa il 50% dello spoglio) se Syriza avrà i famosi 151 seggi che gli permetteranno di avere la maggioranza assoluta, oppure no.
Nel caso in cui la raggiungesse, sarebbe tutto molto più immediato per il giovane leader Alexis.
Intanto però deve essere degno di nota il terzo posto raggiunto da Alba Dorata, quel partito molto estremo con il leader (Nikólaos Michaloliákos) dello stesso in carcere, causa condotta non proprio lecita (accusa di omicidio di Pavlos Fyssas e associazione riconosciuta come “criminale”).
Cosa significa questo? Che lo stato sociale greco è allo sbando assoluto, siamo ad un passo dalla rivoluzione e Syriza ha rappresentato “l’ultima spiaggia” prima della guerra civile.

E adesso che succederà? Tenendo conto che Alba Dorata è fortemente NoEuro, non si esclude su certe pratiche, in caso di mancanza della maggioranza assoluta, l’appoggio anche degli estremisti di destra. Ma di certo Syriza cercherà l’appoggio dei centristi di To Potami.

Ipotesi parlamento Greco al 50% spoglio schede

05 Jan. 25 23.01

Quindi in un modo o nell’altro il programma ultra ambizioso e secondo me assolutamente utopico di Tsipras potrà essere portato avanti.
Quello che potrebbe avvenire è, per il momento, non l’uscita dall’Euro ma un nuovo default Grecia, o meglio una ristrutturazione del debito.
In molti si sono già messi a fare i conti.

default-grecia-esposizione-paesi-eurozona

Un eventuale default Grecia non dovrebbe rappresentare un trauma insostenibile per l’Eurozona, ma molto più forte è il segnale politico: una ribellione che segnerebbe una presa di posizione molto forte ed un esempio da seguire per i NoEuro. Ora Tsipras fa la voce grossa ma non escludo che poi, alla fine, qualche accordo lo voglia stringere con l’UE, proprio perché ne ha bisogno più di chiunque altro. Oppure crede veramente che da sola, la Grecia, riuscirà a risollevarsi? Non illuderti, caro Alexis, fosse così facile qualcun altro avrebbe già iniziato a pensarci da un bel po’…

Se poi guardo il tuo programma, mi domando quale miracolo credi di poter fare per raggiungere il tuo obiettivo. Mi sembra un progetto quantomeno zoppo…

– aumento degli stipendi per i dipendenti pubblici
– aumento della spesa a favore del settore della sanità
– assunzioni nel settore pubblico
– rinegoziazione e ristrutturazione del debito pubblico

Dell’ultimo punto ho già scritto, i primi tre punti sono utopia pura vedendo lo stato dei conti del governo greco.

PS: intanto per la cronaca gli effetti della vittoria di Syriza sull’Euro sono stati abbastanza netti. Se si pensava che la vittoria di Tsipras potesse portare forza alla valuta unica, allora aevato proprio sbagliato tutto. Adesso il cross EURUSD è a 1.11. Mai così forte il Dollaro USA contro Euro che quindi non fa altro che aumentare la sua debolezza.

EUSUSD-post-vittoria-syriza

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VINCE SYRIZA: all’Alba (Dorata) di un nuovo giorno per la Grecia , 10.0 out of 10 based on 1 rating
8 commenti Commenta
pecunia
Scritto il 26 gennaio 2015 at 00:17

questo vuol dire che domani le borse del sud europa, nonché italiche, balleranno…..

quindi bisognerà vedere come andranno i negoziati fra le due parti, se e come arriveranno ad un accordo di compromesso.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

atomictonto
Scritto il 26 gennaio 2015 at 09:53

pecunia@finanza,

In tutta sincerità io ho l’impressione che siano state poste tutte le basi per accompagnare la Grecia alla porta, anzi credo che il Grexit faccia parte degli accordi con la Germania per autorizzare il QE.

In alternativa è possibile lo scenario che mi ha prospettato un amico diciamo “molto addentro” alle cose dal punto di vista politico e non solo.
Ieri mi ha detto: “vedrai che Tzipras sarà un fuoco di paglia, una volta presi i voti andrà a Bruxelles a far finta di trattare poi tornerà in Grecia e dirà ai Greci che ‘non possiamo per ora fare le cose promesse’…”.
Come vedi già stamane EU e BCE hanno già ribadito che non trattano su di un fico secco.
E tra qualche giorno cominceranno a sottoporre i Greci a qualche cosetta poco simpatica giusto per far capire l’andazzo (le banche Greche non hanno piu liquidità, se BCE non gli sgancia i fondi di emergenza potrebbero chiudere sportelli e bancomat già settimana prossima dando subito un assaggio di “Argentina” al popolo Greco).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 1 vote)

idleproc
Scritto il 26 gennaio 2015 at 13:44

La Grecia la hanno usata “scientificamente” come test dall’inizio anche per ciò che hanno fatto da noi come “governi” e per tarare e gestire la propaganda in relazione alla pressione sociale.
Lo scopo era fare ingollare il piano economico-finanziario e sociale che avevano già stabilito.
Banalmente tutta l’europa si deve adeguare al modello economico-finanziario e sociale US anche a livello normativo che passa con la cancellazione dello stato sociale pubblico.
Salute, pensioni (anche per il già versato), scuola etc. tutto verà gestito a livello di corporations e finanza globali.
Sono stati bravini, specie nella gestione della propaganda, non è cosa facile far passare l’opposto di quanto dichiarato.
Il punto è che la situazione internazionale si è logorata, non esiste già più un “unico riferimento”, esistono potenziali alternative e la propaganda coi vari artifizi “politici” per mantenere un’apparenza di democrazia ha perso credibilità che non sembra più essere ripristinabile.
Personalmente penso che Syriza sia un “bidone” pari pari a quello che cercano di mettere in piedi a casa nostra ma che i processi sociali che stanno dietro non avranno gioco facile a fermarli.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

calciatore
Scritto il 26 gennaio 2015 at 15:29

Il trigger è scattato ! Ormai era di assoluto interesse dare il via allo smantellamento della cosiddetta europa e dell’euro, bisognava solo lasciare un popolo che fosse libero di esprimersi sulla ue e sull’euro. Da oggi in poi qualsiasi stato ove si voterà darà la maggioranza agli euroscettici, ci sarà una maggiore polarizzazione , un maggiore antagonismo verso la troika e la bce. Tutte cose che i burattini ora al potere nei vari stati del sud europa vedono come fumo negli occhi. La cosa importante è che bisognava fare cadere la prima tessera del domino, dare l’avvio al volano fermo. Si’ , da oggi grazie ai greci siamo tutti più liberi possiamo guardare al futuro con meno preoccupazione , ritorneremo padroni in casa nostra e dimenticheremo i vari monti, letta, renzie ecc. ecc…………

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pecunia
Scritto il 26 gennaio 2015 at 16:18

trovo il suddetto articolo argomento di meditata lettura
:)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 26 gennaio 2015 at 20:23

pecunia@finanza,

Se cerchi qualcosa di “sinistra”, questi sono gli unici “globalmente parlando”, sia sul piano delle analisi di periodo che del “metodo”, non c’è storia… il resto, a “sinistra”, è spazzatura.

http://www.wsws.org/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pecunia
Scritto il 27 gennaio 2015 at 14:56

idleproc@finanza,

non sono una cultrice nel senso stretto del termine “della sx”, bensì sono e/o cerco di essere aperta all’una e all’altra sponda… se c’è del buono.
Per la verità, se devo proprio confessarmi….. al liceo ero decisamente di dx. Poi con gli anni cambiano molte cose, si matura, ci si stempera. Mi sembra, al presente, di essere , forse, un po’ nel percorso fatto da Montanelli.
Grazie comunque per la info del sito :)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+