STM E SOX: SEGNALI OPERATIVI PER IL MERCATO

Scritto il alle 12:30 da Danilo DT

stm logoC’era una volta un titolo che era considerato la stella assoluta del listino italiano. Questo titolo è STM. Aveva raggiunto livelli di capitalizzazione notevole. Faceva utili a manetta e disegnava scenari di leadership mondiali. Pativa un po’ l’eccessiva dipendenza da Nokia, ma si sperava in una maggiore diversificazione dei clienti e di uno sganciamento dalla dipendenza del dollaro.
Purtroppo tutto questo non è avvenuto e, all’ennesima potenza, STM è stata divorata dalla recessione e dal crollo dei prezzi delle memorie e dei semiconduttori.
STM ha presentato i dati di bilancio nella giornata di ieri. Non verrà distribuiti un dividendo, molto probabilmente. Però l’AD Bozotti continua ad essere fiducioso sul futuro.
Non voglio in questa sede tediarvi coi dati di bilancio. Vi rimando alla pagina de La Repubblica, che meglio spiegherà i dati usciti ieri.

La cosa che continua ad incuriosire, resta il fatto che STM continua a sottoperformare l’indice di riferimento, il SOX.
Andiamo a vedere i grafici di STM

STM: grafico di breve

grafico breve stm 29-01-2009

Guardando il grafico di breve periodo di STM, risulta quanto mai evidente il trend ribassista del titolo (in questo grafico lo vedete nella versione “Euro” quotata a Milano). Ovviamente area 4 € resta un livello molto importante. Notiamo uan divergenza sull’RSI e un MACD che continua a non dare grossissimi segnali. E’ un grafico che secondo me nasconde ancora tanta incertezza e problematiche

 

 

STM : grafico di lungo

stm grafico lungo termine 29-01-2009

Ma andiamo alle cose più brutte. Guardate questo grafico. E’ sempre STM. Però qui fa veramente paura. Siamo scesi addirittura sotto area 5 € dove aveva registrato dei minimi importanti nel 1998. Questo grafico weekly (settimanale) non può certo dirsi molto positivo per il titolo. Anche qui l’incertezza regna sovrana

 

Perché STM e semi conduttori?

 

sox philadelphia semiconductor grafico chart 29-01-2009Vi sarete chiesti perché mi parlo oggi di STM e di semiconduttori…. Non perché questa notte me lo sono sognato, ma c’è una logica. Qui a fianco vedere il SOX, l’indice Philadelphia semiconductor che è sempre stato un eccellente indicatore della ripresa economica. Per farla breve, i semiconduttori, oggi, si trovano dappertutto: dal frullatore all’automobile, dal cellulare all’aspirapolvere. Quindi sono ormai materiale di consumo ordinario. Un aumento di questo indice è un ottimo anticipatore della ripresa economica. Bene, questo indice al momento latita. Migliora ma continua a lateralizzare. Segno che la vera ripresa non sta ancora arrivando. Questo grafico di breve ci fa vedere un SOX in fase di wedge. Prima di poter però dire che le cose vanno meglio, aspetterei quanto meno la rottura al rialzo di 250.

 

STAY TUNED!

 

Ritieni utile questo blog? clicca qui sotto!

 

Vota per questo blog! Clicca sul banner.

Tags:   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#10-21: FAANG, la più performance del 2021 sarà...

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+