Recessione: sette punti da monitorare con attenzione

Scritto il alle 16:00 da Danilo DT

Spero che tutti, chi più chi meno, abbia preso coscienza del fatto che tutto il mondo sta rallentando. I dati macro di un po’ tutti i paesi stanno dando segnali di raffreddamento e non solo per Europa e USA, ma anche per i paesi emergenti.
Ma come fare per capire se veramente siamo in recessione?

Beh, il consiglio numero uno da seguire è di monitorare con la massima attenzione la prossima stagione degli Utili. Alcoa, tradizionalmente la prima a fornire i dati trimestrali, ha fornito risultati “tiepidi” e sarà molto importante analizzare con attenzione i dati in arrivo di tutti i vari settori, da quello hi tech fino a quello finanziario.
E oltre alle trimestrali? Ecco Sette importanti elementi da monitorare ricordati sul suo blog da Ritholz:

• Transports have been very soft and confirm slowing global trade. Pay attention to UPS, Fed Ex, and Rails.
• A corollary is energy prices and the shifting revenues of the major oil companies.
• Retailers often feel the bite first. Middle market retailers, than luxe goods. Watch for signs of improvement amongst the discounters like WalMart, Target and the dollar stores as consumers feel stressed.
• Defensive issues such as Utilities and Consumer Staples attract buyers (but should not see big changes in revenues)
• Pay attention to visibility and revenue expectations from companies. I expect the uncertainty trope t0 be in full flower;
• More important than that, watch S&P500 Quarterly earnings growth; Is the rate of growth (2nd derivative) slowing?
• Valuations remain reasonable but not cheap; See where the SPX ends after earnings season is over.

Quindi massima attenzione al settore dei trasporti. Il movimento merci resta determinante.
Occhio al prezzo dell’energia ed i relativi introiti. Un raffreddamento degli utili sarebbe un segnale negativo.
Occhio alla qualità dei consumi e se i supermercati migliorano i dati. Segno che diminuisce il potere d’acquisto per i beni di prima necessita (si all’hard discount, no ai negozi boutique).
Monitorare le previsioni di fatturato per i prossimi mesi.
Seguire il tasso di crescita degli utili previsti, malgrado valutazioni fondamentalmente accettabili.

Un mondo in contrazione

Questa tabella ci fa vedere chi, a livello mondiale, si sta comprotando meglio. E nelle prossime settimane ci tufferemo nelle analisi delle trimestrali. Ma fate attenzione. Il rischio di movimenti anche importanti anche a mercato aperto non si posso assolutamente escludere a priori.

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI | Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Tags:   |
1 commento Commenta
kry
Scritto il 13 Luglio 2012 at 17:15

Stiamo tutti rallentando,se non addirittura precipitando ( l’india non è in espansione come sembra voler dire la tabella). La differenza è che noi siamo abituati a non crescere e di conseguenza varare riforme al limite della pazzia a quelli che si troveranno come noi se non peggio TANTI AUGURI.

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...