Indicatori di rallentamento

Scritto il alle 16:00 da Danilo DT

Philadelphia FED, Empire State Manufacturing e leading indicator

 

Lasciamo da parte la speculazione e le tendenze di breve e proviamo, come sempre facciamo su I&M a guardare in faccia la realtà. Ormai lo sappiamo benissimo: nel breve tutto è possibile.

Gli High Frequency Trading e le intelligenze artificiali dominano incontrastate. E solo chi forse non ha ancora capito bene come funziona la nuova finanza virtuale, non accetta o considera farlocca questa realtà. Io quindi continuo ad essere dell’idea che il tempo darà ragione alla realtà delle cose (come poter pensare diversamente?).
E allora guardiamo all’economia reale.
Ennesimo grafico, ennesima previsione peggiorativa. Ma questa volta non è un singolo grafico, è una somma di più grafici:
Protagonisti:

1) U.S.A.
2) Area Euro
3) Giappone
4) Germania
5) Francia
6) Italia

 

Direi il top a livello mondiale dell’economia Core.
In ogni grafico trovate sia l’indice di crescita di produzione industriale e sia l’indicatore anticipato a 12%. Un insidiatore che in passato ha da to la possibilità di vedere in anticipo eventuali frenate della produzione industriale e dell’economia. Un vero leading indicator.
Ora, non voglio infierire oltre, visto che c’è già chi mi considera un permabearish corvaccio portasfiga (ma almeno sono coerente). Però risulta evidente l’inversione in corso. O forse sbaglio?
Lascio a voi giudicare. Ma non è finita qui. Proprio oggi abbiamo avuto modo di godere di altri due splendidi dati, che per certi versi erano prevedibilmente peggiorativi visti i commenti della FED degli utlimi giorni….

Empire State Manufacturing

Questo indice è un’inchiesta fatta dalla FED di New York  e si basa su un’indagine campionaria svolta tra i dirigenti di aziende manifatturiere dello stato di New York. L’indice generale riguarda l’andamento del settore nel suo complesso. Altri otto indici – spedizioni, nuovi ordini, ordini inevasi, tempi di consegna, prezzi pagati, prezzi ricevuti, scorte, occupazione e durata media della settimana lavorativa – riguardano invece l’attività dell’azienda per cui lavora l’intervistato. Le risposte esprimono la percezione dell’andamento delle diverse variabili nel mese in cui viene svolta l’indagine rispetto al precedente. Un’ultimo indice segnala il tono delle aspettative a sei mesi per l’attività del settore. Per tutti, punteggi superiori allo zero segnalano crescita; se inferiori, contrazione. 

Philadelphia FED

Il Philadelphia FED invece è un indice che misura le condizioni correnti del settore manifatturiero all’interno del distretto di Philadelphia, ossia il terzo più ampio di tutti gli Stati Uniti. Nasce da un indagine condotta dalla Fed di Philadelphia sulle  condizioni generali di salute dell’economia e delle imprese.

 

Quindi capite che si tratta di due indici statistici puramente indicativi in quanto si tratta di sondaggi, ma che in questa fase di grande entusiasmo indotto, possono diventare importanti in quanto virano di brutto al ribasso, ben oltre le attese.

Ognuno faccia le proprie valutazioni. Io mi fermo qui….

STAY TUNED!

DT

Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+