Rame: backwardation che suggerisce rallentamento

Scritto il alle 12:06 da Danilo DT

rame-backwardation

Chi segue l’analisi intermarket e in particolar modo questo mio piccolo progetto di finanza indipendente, sa benissimo che il rame è una delle materie prime più usate per cercare di prevedere l’andamento del ciclo economico.

Infatti il rame è conosciuto anche con il soprannome di “Dr. Copper” proprio per la sua laurea virtuale che gli è stata assegnata come leading indicator dell’economia e della crescita economica. Noi tutti abbiamo avuto modo di assistere ad un’imperiosa ripresa dei corsi del rame, il quale da marzo dell’anno scorso è stato protagonista di una ripresa clamorosa, che lo ha visto più che triplicare il suo valore. Il tutto coerentemente con lo scenario di ripresa economica dovuta ai forti stimoli governativi e alla grande crescita delle economie asiatiche, vero market mover del rame.

Ma tutto il rame che la Cina si è comprata, è stato consumato? La risposta è no.

Buona parte di questo rame è stato messo nei magazzini, una serie di scorte accumulate proprio quanto i prezzi erano ancora più bassi. E di questo siamo assolutamente certi, anche perché nel 2009, i consumi cinesi di rame sono stai vicini ad un amento pari al 50%, mentre noi tutti sappiamo benissimo come è frenata l’economia mondiale, con un rame meno consumato per circa un -15%.
Tutto questo potrebbe mettere dunque in dubbio le capacità “anticipatorie “ del rame,  però possiamo dire che  d’ora in avanti il rame sarà molto più coerente con l’effettiva crescita dei paesi “core”, visto che ormai l’Asia se né messa in magazzino una quantità enorme.

 

Grafico Rame

rame-cloud-grafcio

La cosa che un po’ ha preoccupato è stata la violenta rottura del trend rialzista del rame, rottura che ha poi trovato un generoso rimbalzo che oggi rischia di essere in fase di esaurimento. Ci siamo infatti infranti nel cloud che fa da resistenza assieme alla trendline disegnata nel grafico.

 

Future in backwardation

rame-tabella-backwardation

Ma ciò che secondo me preoccupa e la curva future del rame.
Come vedete dalla scheda che vi ho postato qui sotto, tratta come sempre dal Bloomberg Professional ® , la curva future è in backwardation, con prezzi spot molto più generosi di quelli forward. Segnale evidente che il mercato si aspetta in futuro una diminuzione del prezzo del rame.

E se la storia si ripete, è un segnale che la crescita avrà per forza di cose un rallentamento. Anche se, come dicevo prima, resta ancora di difficile valutazione l’impatto della “bolla speculativa “ generata dalle acquisizioni cinesi e dal mercato dei derivati in generale.
Malgrado tutto ciò, comunque, credo proprio che il messaggio che ci viene mandato dal rame e dall’intermarket sia solo uno: le prospettive di crescita, guardando il rame, non sono così entusiasmanti, e la curva in backwardation è storicamente un segnale negativo per i consumi, per le prospettive della materia prima e per il mercato in generale, essendo il rame, come dicevamo in apertura, un anticipatore della crescita economica.

STAY TUNED!

ATTENZIONE!

 Sostieni questo blog di finanza democratica ed indipendente. CLICCA NELLA COLONNA DI DESTRA SUL TASTO DONAZIONE!

sostieni I&M

Vuoi seguire questo blog ?

Vota questo blog e condividi l’articolo!

http://www.wikio.it

Image Hosted by ImageShack.us

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...