Grillonomics: cosa prevede il Movimento 5 stelle?

Scritto il alle 15:58 da Danilo DT

Programma politico del partito dei grillini rivoluzionario ma probabilmente incompleto. Occorre un progetto più definito e credibile. Ma è indiscutibile il fatto che il cambiamento della politica italiana potrebbe passare proprio da qui.

And the winner is…Movimento 5 stelle! 

E’ lui, Beppe Grillo, l’indiscutibile vincitore delle ultime elezioni politiche che tanto hanno movimentato i salotti dei talk show negli ultimi giorni e che ha massacrato le previsioni della vecchia casta politica.

Un Movimento che sorprende, che incuriosce ma che fa anche paura. Insomma, ora hanno conquistato il consenso degli italiani ed un bel po’ di seggi in Parlamento. E ora che si fa?

C’è puzza di inciucio. E per certi versi mi inorridisce il fatto che chi, fino a qualche giorno si accoltellava per un niente, ora cercano di trovare un’intesa per “apparentemente”  difendere gli interessi degli italiani.

Come già detto, il voto ha dichiarato in modo indiscutibile la voglia di cambiamento degli elettori. E questo dato NON può essere sottovalutato. Già arrivano proposte di collaborazione da Bersani per creare un qualcosa che possa sembrare governabile. Al momento il M5S sembra voler collaborare solo su singoli temi e non ad un progetto di larghe intese. Vedremo come va a finire.

Ma….punto non di poco conto..cosa diavolo dice il programma del M5S?§Ecco qui di seguito i 10 punti chiave del Movimento 5 stelle.

1. Referendum sull’euro

2. Ristrutturazione del debito pubblico

3. Stato e mercato

4. Tav, acqua e inceneritori

5. Sostegno all’economia verde

6. Sgravi per le piccole e medie imprese

7. Prima casa, via l’Imu e sì all’impignorabilità

8. Il reddito minimo di cittadinanza

9. Costi della politica, abolizione delle province e dei rimborsi elettorali

10. Editoria, vendita di due canali Rai e abolizione dei contributi ai giornali

Può un programma del genere essere sufficiente per governare un paese? Direi proprio di no. Ecco perché Grillo è disposto a collaborare solo su singoli tematiche. Perché il movimento ha un programma che definisco “zoppo”.

L’elemento che diventerebbe vincente per il M5S? Riuscire a concretizzare la protesta con un programma difendibile, certamente rivoluzionario ma credibile agli occhi di tutti, esteri compresi. E nello stesso tempo, il movimento 5 stelle potrebbe contribuire a far riavvicinare gli italiani alla politica.

Wind of changes. I grillini hanno in mano una chance unica e storica. Non possono perdere l’occasione, sia per rivoluzionare le cose e sia per portare finalmente quell’aria di cambiamento di cui abbiamo bisogno.

Ovviamente, questo è il mio pensiero…

Un ultimo monito a tutti i grillini. Avete in mano una GRANDE OCCASIONE. Non fate la fine (e l’errore) di chi, come voi, 20 anni fa portò il “voto di protesta” al Governo per poi naufragare nel calderone della casta politica (devo ricordarvi le vicende del 2012?).

Quel voto, allora, si chiamava Lega Nord.

STAY TUNED!

DT

Seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Grillonomics: cosa prevede il Movimento 5 stelle?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Tags:   |
15 commenti Commenta
Gigi
Scritto il 28 febbraio 2013 at 16:36

“…Avete in mano una GRANDE OCCASIONE. Non fate la fine (e l’errore) di chi, come voi, 20 anni fa portò il “voto di protesta” al Governo per poi naufragare nel calderone della casta politica…”

SOTTOSCRIVO

Intanto la Borsa sale (anche all’estero) e lo spread scende.
Passata la paura si comincia a vedere rosa?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattia06
Scritto il 28 febbraio 2013 at 17:08

SOTTOSCRIVO QUANTO HAI SCRITTO, PERO’ AGGIUNGO CHE IN PASSATO ABBIAMO VISTO MOLTI PROGRAMMI “COMPLETI” MA MAI MINIMAMENTE COMPLETATI. QUINDI DICO CHE A ME BASTA CHE SI REALIZZINO TUTTI QUEI DIECI PUNTI ED E’ GIA’ UN BUON INIZIO….IL FATTO CHE NON POSSANO GOVERNARE E’ SOLO UN VANTAGGIO (ALMENO IN QUESTO MOMENTO) PERCHè PUR NON GOVERNANDO POSSONO ESSERE L’AGO DELLA BILANCIA PER MOLTE DECISIONI CRITICHE.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

tommy271
Scritto il 28 febbraio 2013 at 17:11

Mi piacerebbe sapere però chi ha scritto il programma economico del “M5S”… forse è la parte più importante 8O

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

wile e. coyote
Scritto il 28 febbraio 2013 at 17:13

Anche Monti aveva in mano una occasione storica… Non e’ che noi italiani alla fin fine quando abbiamo la “grande occasione” poi ce la facciamo sotto, un po’ come con i rigori…??? :D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 28 febbraio 2013 at 17:44

Intanto la Borsa sale (anche all’estero) e lo spread scende.
Passata la paura si comincia a vedere rosa?

Aspetta… che gli investitori esteri non vogliono farci affondare subito (perderebbero anche loro), per cui attendono la formazione di un governo… per speculare su OMT sì OMT no, quanto OMT, basterà L’OMT non basterà, firmeranno… non firmeranno, ecc.

Noi in cambio offriremo le nostre poche piume rimaste…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

luigiza
Scritto il 28 febbraio 2013 at 18:26

tommy271@finanza,

Sembra essere questo signore

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

schwefelwolf
Scritto il 28 febbraio 2013 at 18:29

Basterebbe realizzare anche solo il primo punto (il referendum sull’euro) per far saltare il sistema. Figuriamoci per gli altri…

Solo il punto 8 (reddito di cittadinanza – anche a stranieri e clandestini?) potrebbe (forse) evitare che la realizzazione degli altri nove porti (dopo qualche mese di disordini e sommosse) ad una vera e propria guerra civile.

Qualcuno è mai stato in grado di calcolare quanti parassiti vivano, in Italia, a spese dello Stato (falsi invalidi, guardie forestali in congedo illimitato provvisorio & amici e colleghi)? Risanare lo Stato significherebbe mettere sulla strada decine di migliaia di “Fiorito’s” e milioni di loro parenti e amici. Oltre che a mettersi conto tutta una schiera di poteri forti (banche, sindacati, massoneria, criminalità organizzata etc.). Un’impresa che ben meriterebbe la qualifica di “storica”!

Io spero, comunque, che il processo innescato da Grillo possa almeno portare in questa direzione (a partire dall’introduzione in Costituzione del referendum propositivo e della “democrazia diretta” > che farebbe comunque saltare Bruxelles). Ma non sono molto ottimista…

Resta però da dire che gli spazi di manovra del “sistema” (Monti, Bersani ed in certa misura anche Berlusconi) si vanno sempre piú restringendo: e se continuano a rifiutarsi di vedere la realtà vera, rischiano – a questo punto – di finire veramente male. Nel senso letterale del termine.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 28 febbraio 2013 at 18:44

schwefelwolf@finanza,

Gli unici stati dove non esiste il reddito di cittadinanza sono l’Italia e la Grecia e il perchè lo hai scritto. Per aver diritto al reddito di cittadinanza ci sono delle regole che qui in italia non verrebbero sicuramente rispettate ed inoltre al sistema va bene così. Un vero reddito di cittadinanza sarebbe sicuramente meno costoso e la gente che ha veramente voglia di lavorare troverebbe prima un posto di lavoro e sarebbe più gratificata. Si innescherebbe un circolo virtuoso e positivo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 28 febbraio 2013 at 18:59

schwefelwolf@finanza,

Lo pensavo anch’io come tè. Poi ho letto questo http://www.redditodicittadinanza.com/redditominimogarantito che avevo postato a suo tempo su un post di lampo http://intermarketandmore.finanza.com/unione-europea-ha-raggiunto-un-record-la-disoccupazione-45614.html Buona lettura e riflessione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

faustino
Scritto il 28 febbraio 2013 at 19:00

Mio parere.

Grillo è un comico di professione per cui persona intelligente e abituata a ragionare in maniera più creativa ed intuitiva rispetto agli accademici. Se non fosse cosi il comico non potrebbe far ridere. Trovatemi un comico stupido se ci riuscite.

Il Movimento 5 Stelle è nato in rete, segue uno schema rigido nell’entrata e nelle condizioni ma poi c’è liberta di pensiero. Tutto ciò che devono proporre deve essere discusso in rete e ciò mette al sicuro da ricatti e varie litanie che tutti conosciamo. Sfrutta il successo dell’interconnessione tra i partecipanti in modo che se ne manca uno il lavoro lo possono fare altri perchè non è segreto. Un pò come internet, se cede un nodo ce ne sono altri che ti portano sempre a destinazione. Questa intuizione che i più giovani del Movimento hanno già visto tempo fa (io pure) ora possono migliorarla e stà a noi aiutarli creando una rete di contatti in modo che nulla rimanga segreto nelle stanze del palazzo.

Altro punto importante:I grillini sono di sinistra, di centro, di destra più gli estremi e questo li rende unici. Non combattono per una bandiera ma per il loro BENE COMUNE.

Speriamo che ciò non rimanga un sogno ma dipende molto da noi, non solo da loro. Per cui contattateli e seguiteli su Facebook. Non si sentiranno accerchiati quando la DISINFORMAZIONE cercherà di abbatterli uno per uno.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

dfumagalli
Scritto il 28 febbraio 2013 at 19:01

Il reddito di cittadinanza non è mai passato perché rende liberi.
Immaginate tutti quei piccoli boss di paese una volta che la gente viene sollevata dal rango di servi che devono sporgere la mano e vendersi.
Tali boss non solo perderebbero il loro piccolo feudo, ma a loro volta non possono più garantire i loro 1000-2000 voti ai boss del livello superiore (via via fino al parlamento).

Quindi sia il sistema politico che quello mafioso (spesso coincidenti) perderebbero il dominio completo e soffocante, condito da ideologie neolitiche. Non lo possono permettere!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 28 febbraio 2013 at 19:09

dfumagalli@finanza,

Esatto,come dicevo prima al sistema va bene cosi ( grazie per l’esempio reale).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 1 marzo 2013 at 12:39

Concordo con DT ma “gli altri” che “ci hanno portati in europa” faranno di tutto per disinnescare…
Non parliamo poi delle riforme anticasta…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

perplessa
Scritto il 1 marzo 2013 at 18:57

luigiza@finanza,

c’è un intervista oggi sul corriere
http://www.corriere.it/politica/13_febbraio_28/intervista-gallegati_12ff076e-81e5-11e2-aa9e-df4f9e5f1fe2.shtml?fr=box_primopiano

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ilcuculo
Scritto il 1 marzo 2013 at 22:14

Pensavo che Berlusconi fosse il peggio per l’Italia, ma Grillo è peggio del peggio

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+