DELEVERAGING: Attacco alla crisi del 1929!

Scritto il alle 14:27 da Danilo DT

Siamo sicuri che la leva finanziaria in epoca ZIRP stia realmente scendendo?

Raccontare la crisi non è certo facile, anche perché ci si trova spesso a dire cose impopolari o contro tendenza. E di certo nessuno ha la verità assoluta. Tantomeno noi.
In passato più volte abbiamo parlato della “leva finanziaria” e di come questo fenomeno stesse soffocanto l’economia e il mercato, mettendolo a forte rischio destabilizazione.
In molti siti ho letto un certo entusiasmo per quel fenomeno che rappresenta l’esatto inverso dell’esposizione in leva finanziaria, ovvero il deleveraging. Soprattutto negli USA, infatti, sembra che ormai il processo di deleveraging sia ampiamente iniziato. Un dato sicuramente positivo in quanto significa che le aziende stanno diminuendo l’indebitamento e progressivamente stanno migliorando i loro bilanci.
Ma quali aziende?
Sicuramente il settore finanziario ma…tutto quanto NON riguarda il settore finanziario?
Questo grafico ci fa vedere una realtà dei fatti molto preoccupante.
Se analizziamo tutto quanto è al di fuori della finanza (banche, praticamente), scopriamo che in questo caso il deleveraging non esiste proprio. Anzi, la situazione, complice anche una politica monetaria ZIRP (Zero Interest Rate Policy), nn ha fatto altro che far aumentare il debito al tessuto economico USA:

Grafico debito NON finanziario / PIL USA

Ovviamente il trend è cristallino, la diminuzione di leva in questa fase è stata minima ed ovviamente diventa quasi matematico fare un confronto con l’altro picco visibile sulla sinistra, di tanti anni fa… Era la famosa crisi del 1929, dove ci siamo ritrovati anche con la maggiore esposizione al debito del sistema economico.

Quanto è successo dopo è noto a tutti.

Come è visibile, non siamo ancora arrivati ai picchi degli anni ’30, anche se la tendenza sembra progressivamente portare a quei livelli. Oggi siamo comunque ad un 250% circa. Numeri inquietanti che però, la storia insegna, possono ancora salire. Però poi…il deleveraging potrebbe essere devastante. Ma non sarà come oggi “Pilotato” e controllato, potrebbe essere rapido e violento.
Inutile dirlo, in quel caso si parlerebbe di vera ecatombe.
Per carità, è scritto da nessuna parte che debba capitare per forza, ma il sistema economico è quasi saturo, il palloncino del debito sta rischiando di scoppiare. Se poi scoppia…possiamo dire che…la storia insegna?
Buona fortuna a tutti….

STAY TUNED!

DT

Sostenete l’iniziativa. Abbiamo bisogno del Vostro aiuto per continuare questo progetto!


Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
DELEVERAGING: Attacco alla crisi del 1929!, 10.0 out of 10 based on 1 rating
1 commento Commenta
idleproc
Scritto il 18 settembre 2013 at 01:07

Già. La vita umana è abbastanza breve se la si raffronta coi processi socio-economici di lungo periodo.
Ogni generazione si autoconvince che tutto procede “come è sempre stato” è che il resto “è storia”.
Esiste anche un altro errore di percezione e che il processo sia lineare, che non ci siano accellerazioni violente e punti di discontinuità critici che diventano un mix fatale non solo economico.
In fondo si vive meglio così, speriamo che sia così in quanto nella fase di accellerazione il processo non diventa più gestibile dai riti ordinari della politica, non ne hanno nemmeno le qualità necessarie tranne la presunzione che li porta a non accorgersi che sono alla fine della strada.
Allegria.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+