Banche e signoraggio: la gente deve sapere

Scritto il alle 14:15 da Danilo DT

banche-signoraggio

Chi segue il blog da più tempo , avrà più volte letto di banche e signoraggio, ovvero l’insieme dei redditi derivanti dall’emissione di moneta..

Proprio in questi giorni l’amico Roberto mi ha segnalato un articolo, che personalmente mi era sfuggito, apparso sul quotidiano “Il Giornale” dove vengono ripresi molti elementi discussi su questo blog negli ultimi mesi. Per certi versi, la cosa fa anche piacere, in quanto è la testimonianza che i discorsi da noi sviluppati sono poi ripresi anche da grandi testate giornalistiche che, magari, vagando sulla rete, iniziano a prendere coscienza della realtà delle cose.

Ciò che scrive l’articolo sopra citato, riprende in buona parte anche quanto sostenuto dall’amico Mattacchiuz (col quale ieri ho fatto direttamente sul campo, in quel di Milano, uno studio sulla fiducia e l’attitudine del consumatore medio, con esiti tipicamente da crisi, tanta gente ma al momento pochi acquisti…mancando i soldi…) per poi andarsi a riagganciare quanto scritto sullo “switch” tra debito priva e pubblico, con drammatica lievitazione di quest’ultimo.
E non più tardi di qualche ora fa, la conferma ufficiale.

Obama si espone pubblicamente accusando il sistema bancario, puntando il dito contro i manager e sulle loro responsabilità, dicendo quanto sosteniamo da tempo: “le banche si sono approfittate dell’assistenzialismo pubblico per arricchirsi, ai danni dei contribuenti che stanno lottando con tutte le forze per restare in piedi”.

Mentre infatti il governo spende e spande per le banche USA, la disoccupazione lievita e va al 10%. Obama ammette che il piano di salvataggio delle banche è stato necessario. Ma una cosa è evitare il tracollo finanziario, ed un’altra cosa è salvare il sistema per poi diventarne schiavi.

Resta indiscutibile il fatto che, per il sistema bancario, l’assistenzialismo statale è stato veramente incredibile. Molto probabilmente la soluzione migliore sarebbe stata nazionalizzare le banche, con interventi che trasformavano lo “Stato salvatore” in imprenditore. Ed invece siamo arrivati al punto in cui chi comanda sono le banche e chi subisce invece… sono tutti gli altri. L’oligopolio di quel pugno di banche USA nel sistema economico americano è evidente. Condizionano mercati, aste dei Titoli di Stato, valute, commodity.

Mario Draghi, in un suo recente intervento, ha confermato il collasso del debito pubblico a favore di un miglioramento del debito bancario. E ha detto una cosa inequivocabile e correttissima: bisogna fare qualcosa.

Bisogna fare qualcosa per far si che questa situazione non degeneri ulteriormente. Bisogna fare qualcosa per rimettere nei ranghi il rapporto tra debito pubblico e privato. Bisogna fare qualcosa che limitare lo strapotere dei banchieri che oggi hanno in mano il pallino dell’economia. E state pur certi, che questo pallino avrà sempre a loro favore, se non si interviene. Anche perché, non dimentichiamolo MAI, proprio dove lo stato dovrebbe essere padrone, in ambito di politica monetaria e di banche centrali, i padroni sono sempre le Banche.

Senza andare a cercare casi strani, basta guardare alla nostrana Banca d’Italia. Certo, con la BCE ha perso molto del suo potere. Ma chi sono gli azionisti della banca d’Italia? Le banche. E a cascata, siccome le banche sono le azioniste delle varie banche centrali di ogni stato, la BCE è comandata indirettamente dalle banche europee.

Oppure, parlando di Federal Reserve, la FED tanto famosa e “indipendente”. Chi è azionista nella Federal Reserve? Ma ovviamente le banche USA!

E sicuramente una delle assurdità più clamorose, che testimonia questo ridicolo teatrino, è il fatto che alla fine della fiera lo Stato deve pagare degli interessi alle banche con conseguente lievitazione del debito pubblico. Detto in atri termini il cosiddetto “signoraggio”.

Chiudo questi miei appunti scritti di getto in un momento di pausa, tra scudi fiscali e casini vari, con una preghiera.
Forse non cambierà tutto e subito, ma almeno sarete con la coscienza a posto.
Fatelo per voi e per il vostro futuro, per i vostri figli e per sperare in un mondo migliore.

Diffondete questo mio confuso pensiero a tutti i vostri contatti, con un obiettivo FONDAMENTALE: dire al mondo la verità. La gente non si rende conto di quanto sta accadendo. La gente non sa veramente quello che sta accadendo.

LA GENTE DEVE SAPERE:

Stay tuned!

ATTENZIONE: nota importante. Sostieni questo BLOG con una donazione, cliccando sul bottone nella colonna di destra. Così facendo, sosterrai questa iniziativa e permetterai al blog di sopravvivere.

Segui il blog con gli RSS feed gratuitamente!

Image Hosted by ImageShack.us

Cercami su facebook come Drim Tiater!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+