Spagna: le banche sono nuovamente in difficoltà?

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

: banche di nuovo sull’orlo della crisi. Ma attenzione, l’UE per l’ potrebbe cambiare le regole del gioco.

Pensare che i problemi spagnoli si fossero risolti in un amen con qualche rito propiziatorio, era quantomeno utopico. In effetti le banche spagnole, vero grande problema della monarchia iberica, continuano nella loro fase di difficoltà. Sembra che le stesse banche spagnole si trovino di nuovo in crisi sul fronte della liquidità, e soprattutto la non ha fatto altro che logorare ulteriormente la qualità del credito.
Questo grafico è assolutamente chiaro ed inequivocabile.

Spagna: crolla il PIL, aumentano le insolvenze e la disoccupazione decolla

Il tasso delle insolvenze bancarie è decollato al massimo storico, il tutto con un PIL in forse difficoltà. E se poi guardate la parte bassa del grafico, è il perfetto compendio ad uno scenario macro molto complesso…. Disoccupazione perfettamente correlato con le insolvenze. E non potrebbe essere diversamente. Se la gente non lavora più, non ha i soldi per pagare le rate di mutuo.

Inoltre leggete questa notizia con attenzione:

Secondo una nuova proposta rivelata dal quotidiano economico FT, i paesi dell’Eurozona che rischiano un collasso bancario dovranno sopportare ancora pesanti bailout se vogliono ricevere aiuti dall’Unione europea. Il piano, circolato la settimana scorsa tra i funzionari Ue, prevederebbe che i paesi in difficoltà siano costretti a investire nel fondo di salvataggio da 500 miliardi di euro – il Meccanismo di stabilità europeo (Mes) – o garantire il Mes contro le perdite. In molti sperano che le ricapitalizzazioni dirette permettano di non appesantire il debito pubblico degli stati coinvolti nei fallimenti bancari. (Source)

Non so perché ma tempo che un bel giorno la realtà tornerà ad essere presa in considerazione e l’euforia un po’ troppo esagerata potrebbe rientrare. Intanto però il mercato ignora questo e altro.
Non dimenticate mai una cosa. Il mercato ha SEMPRE ragione. E non dimenticate anche che la velocità di una correzione è sempre molto maggiore di quella di un rally.

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Spagna: le banche sono nuovamente in difficoltà?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
  1. Spagna: banche e disoccupazione nel mirino
  2. Braccio di ferro tra Spagna e Unione Europea per gli aiuti alle banche
  3. Bond subordinati: banche in difficoltà
  4. Banche USA nuovamente nel mirino
  5. Spagna: chi salverà le banche?

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 3)Commenta

  1. faustino scrive:

    La borsa è questo:

    Non dimenticate mai una cosa. Il mercato ha SEMPRE ragione. E non dimenticate anche che la velocità di una correzione è sempre molto maggiore di quella di un rally. :mrgreen:

  2. ferrariferrari scrive:

    faustino@finanza,

    ma quando la correzione? a volte è come dire …in inverno nevicherà…non si sa quando quanto e come nevicherà, e a volte nemmeno se l’inverno nevoso sarà il prossimo.

  3. A proposito della Spagna oggi sul notiziario di Borsa Italiana leggo:
    Spagna: in calo a dicembre il debito delle banche verso la Bce (-8%)
    http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/economia/dettaglio/nRC_14012013_1225_221203440.html

    Siccome tengo sempre d’occhio la relativa tabella della banca centrale spagnola (aggiornata 2 giorni fa):
    http://www.bde.es/webbde/es/estadis/infoest/e0801e.pdf
    mi sono chiesto se avevo visto male io…. perché mi ricordavo che la situazione non era per niente positiva, anzi!
    Infatti se andate a notare la tabella (ultima riga relativa a dicembre 2012) mi ritrovo correttamente il totale riportato dalla notizia (quasi correttamente visto che hanno ricopiato male la cifra, dimenticando l’uno dopo la virgola), ma il suo miglioramento è dovuto principalmente al miglioramento in dicembre del saldo dei depositi (colonna 20) grazie ai soldi ottenuti… ma non a una situazione di netto miglioramento dell’uso dei fondi dell’LTRO… che dovranno essere restituiti (chissà quando…).
    Ma forse leggo male io :wink: