SDR: Yuan ora protagonista e l’Europa perde peso.

Scritto il alle 09:30 da Danilo DT

sdr_yuan_cina_fmi

SDR: lo yuan cinese diventa moneta riserva del FMI proprione momento in cui il PMI fa i minimi a tre anni. E chi ci rimette sono l’Euro e la Sterlina Inglese. L’Europa in prospettiva peserà politicamente sempre meno.

CINA: missione compiuta. Pechino voleva fortemente l’ingresso nel paniere dei Diritti speciali di Prelievo (SDR, Special drawing rights) del FMI. In realtà l’obiettivo era chiaro. Far uscire la Cina dal mondo “emergente” e farla entrare nel mondo economico “che conta”.
Ora la Cina avrà la sua valuta, il renminbi, che diventerà anche valuta di riserva delle più importanti banche centrali. Un passaggio che, ammetto, mi ha un po’ sorpreso per la rapidità ma non certo nella realizzazione, visto che era chiaramente il primario obiettivo di politica economica del presidente Cinese Xi Jinping.
La cosa poi interessante è scoprire il peso che avrà lo Yuan cinese all’interno di questo paniere. Ecco i nuovi pesi del paniere FMI:

a) Yuan :10,9%
b) Dollaro Usa : 41,7%
c) Euro : 30,9%
d) Yen : 8.33%
e) Sterlina : 8.09%

Cosa interessante è scoprire che “the big loser” è proprio l’Euro che passerà dal 37.4% al 30.9% . infatti eccovi le vecchie percentuali (Source)

a) U.S. dollars ($) 41.9%
b) euro (€) 37.4%
c) pounds sterling (£) 11.3%
d) Japanese yen (¥) 9.4%

sdr-paniere-monete-riserva-fmi-prima-di-yuan

Impressionante la perdita di potere dell’Euro non vi pare? Almeno potete capire che, alla fine, chi comanda, non perde praticamente peso (USA) mentre l’Eurozona ( e anche la Gran Bretagna) viene massacrata e sostituita in buona parte dalla Cina.
Tutto bene, non c’è che dire. Risistemate le bilance economiche e prendete atto che conteremo sempre meno.

sdr-yuan-nuovi-pesiIl grafico qui sopra illustra perfettamente come sia cambiato l’equilibrio mondiale, quantomeno in prospettiva, visto che nell’immediato difficilmente ci saranno effetti rivoluzionari.

Secondo Fitch, le autorità cinesi porteranno lo yuan cinese alla piena convertibilità solo nel 2020i. Inoltre, l’accesso agli asset in Yuan cinese tra gli investitori stranieri rimane molto limitato, nonostante l’enorme crescita dell’economia della Cina e il suo ruolo nel commercio mondiale. Ci vorrà del tempo.

china-inflow

E incuriosisce di certo il fatto che l’ingresso dello Yuan cinese nel gruppo delle “valute che contano” è coincidente coi nuovi minimi a 3 anni dell’indice PMI. Un’economia che sta frenando decisamente, con questo indice sotto area 50.

China Manufacturing PMI

China-manufacturing-pmi

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
SDR: Yuan ora protagonista e l'Europa perde peso., 10.0 out of 10 based on 3 ratings
Tags: , ,   |
5 commenti Commenta
ironblade79
Scritto il 1 dicembre 2015 at 09:55

Ciao DT, non capisco cosa ci sia di tragico. Non impatta niente. Il franco svizzero è importante sia dentro che fuori l’FMI, e cmq euro + sterlina è al secondo posto. Saluti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 1 dicembre 2015 at 10:14

    Beh, guarda rispetto a prima e sopratutto… gli USA… hanno perso peso?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: +1 (from 1 vote)

incontrario
Scritto il 1 dicembre 2015 at 11:51

Personalmente ciò che mi lascia perplesso è che, nonostante l’indiscutibile peso della Cina nell’economia mondiale, abbiano una rapidità e disinvoltura nel manipolare la moneta non consone al peso economico rivestito

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

ironblade79
Scritto il 1 dicembre 2015 at 13:24

Ciao DT, per me gli USA è giusto che siano la prima valuta di riserva. Per quanto ormai sono dei pappamolla, soprattutto sul fronte militare e all’interno con la riforma sanitaria, sono comunque i meno peggio degli altri. In teoria ci vorrebbe un Franco statunitense, nel senso che ci vorrebbe una Svizzera grande come gli Stati Uniti e se così fosse vorrei il Franco come prima valuta, ma ovviamente non sarà mai possibile. Però ripeto, non vedo nessun problema… Era prima che era sopravvalutato. Secondo me l’errore è sta sterlina, che doveva essere più alta visto il ruolo mondiale dell GB. Ciao! grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)

ironblade79
Scritto il 2 dicembre 2015 at 18:40

Spesso “i commentatori” si sono lamentati della lentezza delle Banche Centrali… adesso una che manovra veloce fa scalpore… ?Bisogna mettersi d’accordo con se stessi!

in­con­tra­rio@fi­nan­za:
Per­so­nal­men­te ciò che mi la­scia per­ples­so è che, no­no­stan­te l’in­di­scu­ti­bi­le peso della Cina nel­l’e­co­no­mia mon­dia­le, ab­bia­no una ra­pi­di­tà e di­sin­vol­tu­ra nel ma­ni­po­la­re la mo­ne­ta non con­so­ne al peso eco­no­mi­co ri­ve­sti­to

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+