Salvataggio Cipro: decretata la fine del progetto “Unione Europea”

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Crisi Cipro: Atteso per oggi il voto del parlamento cipriota in merito al maxi prelievo forzoso, deciso dalla Troika in concerto con il governo di Nicosia, effettuato per salvare le banche, martoriate dalla svalutazione subita per il default della Grecia.
Sono però previste delle importanti modifiche. L’Unione Europea fa marcia indietro, si rende conto di aver fatto un madornale errore e cerca di correggere il tiro. Si chiede quindi (e sicuramente verrà data) maggiore flessibilità per i piccoli depositi.
Quindi non più due aliquote, 6.75% sotto i 100.000 € e 9.90% oltre tale cifra, bensi probabilmente tre aliquote. Una che si aggirerà sul 3% sotto i 100.000 €, probabilmente mantenuta sul 10% per importi tra i 100 ed i 500.000 € e addirittura un 15% oltre tale cifra.
Insomma maggiore progressività e pugno ancora più duro nei confronti dei magnati russi che hanno il denaro nelle banche cipriote.
Ora, lasciando da parte le dinamiche di come avverrà tale prelievo, e focalizziamo sul vero problema.

CIPRO: la crescita dei depositi delle banche

Cipro è un piccolo stato del Mediterraneo, che non si è voluto salvare usando gli strumenti dedicati, come il ESM, preferendo una politica durissima con tanto di patto di scambio. Io ti do 10 miliardi (Eurogruppo) a condizione che tu tassi i conti per 5.8 miliardi. Pensate, Cipro rappresenta lo 0.1% del PIL dell’Unione Europea.
POTEVA ESSERE agevolmente salvato, il costo sarebbe stato minimo. Ma si è preferito fare diversamente. Pugno duro diretto proprio sui più deboli, i risparmiatori di Cipro, oltre che ai magnati russi che hanno depositi a Nicosia.
La verità è che con questa operazione è venuta fuori tutta la pochezza, l’incoerenza, l’inesistenza, e la convenienza (per qualcuno) del progetto Euro. Altro che solidarietà, qui si mira solo ai propri interessi. Quindi, come detto ieri nei commenti dai brillanti amici del blog, guardiamo a Cipro con una chiave di lettura politica e non solo economica.
Cipro rappresenta secondo me la tomba del progetto Euro. E chi ha ucciso definitivamente il progetto non può che essere ancora la Germania e la sua classe politica, che in questa fase pre-elettorale, deve fare vedere agli elettori che si usa (proprio lui) “il pugno duro” contro i cattivi dell’Euro.
Schiavi di un sistema, succubi e vittime delle decisioni dei paesi più potenti, ridotti a marionette utilizzate “ad arte” per poter avere consensi politici. Ma cosa importa della povera gente… Questo è un atto di violazione del risparmio privato, violazione della sovranità di uno Stato.

 

 

CIPRO: rendimenti titoli Stato 7yr

 

L’avvertimento è chiaro. Ognuno di noi non è più padrone a casa propria. Sono stati ignorati i principi del trattato costitutivo dell’Europa che assicuravano tutela del risparmio e circolazione dei capitali. Certo, in Italia quanto è successo a Cipro non capiterà in quanto la situazione è molto diversa. Però abbiamo un rapporto debito/PIL che a breve raggiungerà quota 130 %, ed abbiamo un fiscal compact che se non viene rivisto, ci porterà allo sfascio.
Se pensate che Berlino ci farà sconti con facilità, beh, sappiate che sarà difficile. Ma noi dobbiamo assolutamente arrivare ad un ammorbidimento. Altrimenti per noi è finita.
Ma tanto per cominciare, possiamo già partire con “de profundis” del progetto Unione Europea. Quello si che è finito…

STAY TUNED!

DT

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Salvataggio Cipro: decretata la fine del progetto "Unione Europea", 10.0 out of 10 based on 1 rating

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 24)Commenta

  1. fase 1: distruggere le aziende concorrenti alla propria economia
    fase 2: appropriarsi dei risparmi privati
    fase 3: uscire dall’euro
    nessun tessuto industriale, nessun risparmio per investimenti
    altre due generazioni di supremazia

  2. atomictonto scrive:

    DT bisognerebbe anche sottolineare che è un segreto di Pulcinella che 2/3 dei depositi consistenti a Cipro sono soldi di mafiosi Russi.
    Se un Russo ha depositato mettiamo 5 milioni di dollari in 3 conti a Cipro quante sono le possibilità che li abbia fatti vendendo vodka a 30 Rubli l’una (75 cent di euro) nel suo bel bar a Novgorod o a Volgograd? :-)

  3. La paura fa novanta mentre l’islanda da speranza. Cipro deve ancora votare ma si sa ha paura e non vede l’esempio dell’islanda. Chi glielo fa fare di restare nell’euro la paura dei russi?

  4. D@rio,

    Proprio commerzbank parla. 2000 anni fa qualcuno diceva ” ….. ma perchè guardi la pagliuzza nell’occhio di tuo fratello e non t’accorgi della trave che sta nel tuo occhio.”

  5. tommy271 scrive:

    Esagerato Dream … vogliono solo tirare il “pacco” a Mosca e alla City …

  6. tommy271 scrive:

    L’ultima proposta:

    11:20 RTRS fiscali: 9,9% per i depositi oltre 100.000 € nuovo disegno di legge prevede
    11:19 RTRS fiscali: 6,75% per i depositi da 20.000 a 100.000 euro
    11:17 RTRS: zero tasse sui depositi fino a € 20,000 fornisce nuovo disegno di legge

  7. idleproc scrive:

    Non avete ancora capito che il boccone grasso da mangiare siamo noi?
    Vale dall’entrata nell’euro, era matematico come finiva, il nostro sistema produttivo era condannato già da subito, la crisi globale e le dinamiche della globalizzazione hanno solo accellerato il processo.
    Siamo belli grassi di capitale privato e pubblico che sarebbe essenziale per ricostruire il nostro sistema produttivo e sociale. Quando avranno finito di attaccarlo e demolirlo non avremo più nessuna possibilità e autonomia.
    ECB è un’arma per determinare governi e scelte legislative imposte e sulla sua funzione ipotetica di strumento comune, è ovvio che che non funzioni un’unica banca centrale con economie tanto diversificate.
    Ritorno sulla Libia, era un nostro alleato economico e strategico che avrebbe, nel caso di uscita dall’eurozona (è l’eurozona il problema non solo l’euro), permesso una collocazione economica e geopolitica alternativa e autonoma dalle dinamiche in corso, oltre a ruoli di mediazione.
    Come sono andate a finire le nostre aperture verso la Russia?
    Sono stati fatti fuori regolarmente tutti i politici della vecchia guardia che avevano posizioni multilaterali in politica estera che è uno dei modi di fare anche politica economica e di sganciarci in prospettiva da potenziali confronti tra blocchi che sono in via di maturazione.
    E’ stato valutato da molte parti e in particolare al di là dell’Atlantico, che noi siamo un popolo in decadenza e la cosa è stata interiorizzata con la propaganda a livello anche di potenziali nuove classi dirigenti.
    Se accetti che sei sconfitto, sei gia finito ancora prima di cominciare a difenderti.
    E’ certo che le vecchie classi dirigenti ci abbiano venduti per conservarsi e anche quelle parti che per base sociale, potenzialmente larghissima, avrebbero avuto la spinta politica a difendere l’interesse del popolo italiano della ex-nazione italiana, sono state passivve o succubi.
    Questo è il quadro nostro, per quanto posso capirne.
    L’Europa dei Popoli è solo una fantasia, un sogno di moltissimi di noi in buona fede ma nella realtà esiste un’europa vera che è un progetto strategico non europeo e fatto in accordo con limitatissimi settori delle “classi dirigenti” europee.
    La cosa da valutare è se esista ancora questo “progetto” o se ci siano dei cambiamenti dovuti all’evoluzione economica, geopolitica globale e continentale. Sono dinamiche complesse e contraddittorie e i soggetti in gioco sono molti e con interessi divergenti. Noi non abbiamo nessuna “linea” nazionale in un mondo in cui gli stati nazionali non sono affatto scomparsi. Vedi Cina, Russia, US, UK, India, Giappone…
    Siamo un vaso di coccio per scelta non perché lo siamo.

    Se conoscete il francese vi consiglio l’ascolto di:
    http://www.youtube.com/watch?v=EiEgYt-r4VY

    Personalmente ho punti di vista e di analisi diversi, ma penso che sia una visione alternativa a tutta la propaganda eurocentrica da tenere in considerazione.

  8. tommy271@finanza,

    Esagerato Dream … vogliono solo tirare il “pacco” a Mosca e alla City … bhe nulla in confronto al nostro two-pack.

  9. john_ludd scrive:

    mantengo il mio totale dissenso da questa sparata di DT. L’euro è talmente una fetecchia che qualche settimana scrissi che era il caso di venderlo x poi sentirmi rispondere dal geniale DT che ero troppo pessimista. talmente una fetecchia che sono fuori al 50% sino dalla prima crisi greca. Tuttavia in questo caso, mi si spieghi perchè salvare il sistema bancario di un paese che raccoglie denaro sporco, gli evasori fiscali greci e turchi e altre schifezze, mantenendo agevolazioni fiscali e altri bla bla bla. Quindi paghiamo con l’ESM qualche ladrone. Guarda potessi decidere io questi sistemi bancari fuorilegge li lascerei fallire tutti, nazionalizzerei i sistemi bancari e metterei a perdita i debiti inesigibili azzerando nell’ordine 1) equity 2) junior bond holder 3) senior bond holder 4) depositi sopra i 100k ma fortunatamente, almeno x il caso Italia non andremmo oltre un parziale (2) mentre le banche cipriote non hanno praticamente bond in circolazione perchè come tutti i paradisi fiscali non si finanziano per nulla ma vivono di raccolta di denaro sporco. Ma ormai, si vive di incoerenze e il buon DT ne azzecca zero da un bel pò, certo se si seguisse quanto vorrei, DT si dovrebbe trovare un altro e molto meno pagato lavoro dato che il sistema bancario è ipertrofico ovunque compreso il nostro paesotto, si farebbe da poco a zero trading e questo spiega un sacco delle posizioni pelose del nostro blogger.

  10. manuel.finanza scrive:

    john_ludd@finanza,

    caro John come concordi e impossibile fare previzioni e come dichiari ti limiti a prendere posizioni
    con un 1% del tuo capitale…un chip (come decidere a giocare al casino deciso a rischiare solo
    un chip di 2 euro che non ti paga anche la benzina…..commissioni)
    le tue freccette al Dream sono ingiuste (tutti riconosciamo la sua competenza) e penso anche tu..Il bello del blog e di confrotare opposte idee e cosi anche le tue

  11. manuel.finanza scrive:

    manuel.finanza@finanza,

    I mercati vanno su o giu perche il 50,01% la pensa al opposto del 49,99% e tutti noi siamo
    alla ricerca della onda giusta
    ritornando agli evasori Greci ti posso assicurare che il panico fa TUTTI di salvaguardare quello che
    ogni uno (evasore o no) sudato per una vita.Euro no o si era nel tavolo ufficiale con la pistola nella tempia
    come adesso con il Cipro (e ovvio che anche tu se hai al conto 1000 euro lo ritiri e lo metti
    sotto al materasso o lo mandi a una banca Cipriota)
    e il governo cipriota assicurava che i depositi bancari non sarrano mai toccati….
    l unica cosa che non mi dispiace e il pacco che avranno gli oligarchi russi

  12. john_ludd scrive:

    Vediamo se il distopico DT ha qualche commento su quanto segue…

    “Generally insured depositors have enjoyed low reward in return for their low risk of default,but there has always been some risk albeit so small most people never consdered the risk to be significant enough to even think about. What we have found though is where high rewards have been offered for deposits that appear superficially to be low risk the risks have been much higher, but hidden well. In Cyprus DEPOSITS HAVE BEEN ATTRACTING DOUBLEAND TREBLE the return on offer in most other European countries. The question really is why did the depositors not ask the question why are the rewards so high,where is the hidden risk?
    The hidden risk in this case is that Cyprus is predominantly a high cash economy with little to offer by way of debt holders.Hence,actually depositors in such a society actually occupy the role normally occupied by bondholders !!

    Nothings changed.People as usual are myopic when it comes to identifying risk mainly because as usual they more preoccupied by the reward!!

  13. Vincent Vega scrive:

    john_ludd@finanza,

    toccare i depositi assicurati porta a non credere nell’assicurazione, o no?

    mi sembra di dominio pubblico che mafiosi e oligarchi abbiano depositi < 100k :lol: e quindi è giusta anche una bella tosatura in Italia, siamo tutti mafiosi e scansafatiche, guarda che stipendi hanno i loro politici :wink:

  14. idleproc scrive:

    Vincent Vega,

    Infatti. Concordo in pieno.
    Sono curiosissimo sul tipo di propaganda che implementeranno a reti unificate.
    Quella sullo “spread” e sulla “responsabilità” la conosco già, come quella sulle “primavere arabe” e non.
    Oggi deficitano di argomenti e credibilità e sono usurate infatti tutto procede sottotraccia.
    Di solito sono precedute da evento “shock”, sarà interessante anche lo “awe”.
    Può essere che cambino anche tecnica, già sperimentata peraltro, quella della “penetrazione lenta”.
    Sono proprio curioso.

  15. Vincent Vega scrive:

    idleproc@finanza:
    Vincent Vega,

    Infatti. Concordo in pieno.
    Sono curiosissimo sul tipo di propaganda che implementeranno a reti unificate.
    Quella sullo “spread” e sulla “responsabilità” la conosco già, come quella sulle “primavere arabe” e non.
    Oggi deficitano di argomenti e credibilità e sono usurate infatti tutto procede sottotraccia.
    Di solito sono precedute da evento “shock”, sarà interessante anche lo “awe”.
    Può essere che cambino anche tecnica, già sperimentata peraltro, quella della “penetrazione lenta”.
    Sono proprio curioso.

    hanno fatto passare come normale la tosatura sotto i 100k dando la responsabilità esclusiva al primo ministro :roll:

    se è vera, sembra che Putin abbia 5 ottimi argomenti di discussione
    http://www.liberoquotidiano.it/news/1206440/Venti_di_guerra_per_la_Merkel___Mosca_schiera_cinque_fregate__che_tengono_a_tiro_Cipro.html

  16. andrea.mensa scrive:

    DT , tu dici “…….La verità è che con questa operazione è venuta fuori tutta la pochezza, l’incoerenza, l’inesistenza, e la convenienza (per qualcuno) del progetto Euro…….. ”
    Io ho un forte timore che ci si trovi di fronte ad un fenomeno tipo “carabinieri”, visto che son loro stessi a mettere in giro storielle in cui appaiono dei deficienti.
    Io comincio invece ( anzi ho cominciato già da un bel po’) a pensare che tutto ciò sia un piano steso a tavolino, perfettamente orchestrato e puntualmente eseguito.
    Troppe cose non quadrano a pensare solo ad una massa di idioti !

  17. tommy271@finanza,

    Vorranno sicurametne tirarte il pacco a Mosca e Londra ma una crisi del gener, di queste dimensioni , non può essere gestita in questo modo da un’organizzazione che vuole chiamarsi “Unione Europea”

    john_ludd@finanza:

    mantengo il mio totale dissenso da questa sparata di DT. L’euro è talmente una fetecchia che qualche settimana scrissi che era il caso di venderlo x poi sentirmi rispondere dal geniale DT che ero troppo pessimista. talmente una fetecchia che sono fuori al 50% sino dalla prima crisi greca. Tuttavia in questo caso, mi si spieghi perchè salvare il sistema bancario di un paese che raccoglie denaro sporco, gli evasori fiscali greci e turchi e altre schifezze, mantenendo agevolazioni fiscali e altri bla bla bla. Quindi paghiamo con l’ESM qualche ladrone. Guarda potessi decidere io questi sistemi bancari fuorilegge li lascerei fallire tutti, nazionalizzerei i sistemi bancari e metterei a perdita i debiti inesigibili azzerando nell’ordine 1) equity 2) junior bond holder 3) senior bond holder 4) depositi sopra i 100k ma fortunatamente, almeno x il caso Italia non andremmo oltre un parziale (2) mentre le banche cipriote non hanno praticamente bond in circolazione perchè come tutti i paradisi fiscali non si finanziano per nulla ma vivono di raccolta di denaro sporco. Ma ormai, si vive di incoerenze e il buon DT ne azzecca zero da un bel pò, certo se si seguisse quanto vorrei, DT si dovrebbe trovare un altro e molto meno pagato lavoro dato che il sistema bancario è ipertrofico ovunque compreso il nostro paesotto, si farebbe da poco a zero trading e questo spiega un sacco delle posizioni pelose del nostro blogger.

    ??? Che ti è preso ??? POSIZIONI PELOSE?
    Mah…

  18. john_ludd@finanza,

    Ma secondo te…cos’è che muove il cross EUR USD? L’economia o..la speculazione? I movimenti delle banche centrali oppure il differenziale di tasso/rendimento? E i mercati? Sono i numeri macroeconomic a farli salire oppure ci sono ben altri motivi? E allora, come mai c’è una netta divergenza tra economia e finanza?
    E…quali sono i rischi REALI per i mercati finanziari di breve e di lungo periodo?
    non pretendo delle risposte, ci mancherebbe (tra le altre cose sono alcuine delle tematiche discusse ieri nel webimar) però credo che il momento sia particolarmente complesso proprio per la netta spaccatura tra finanza ed economia.
    Per la serie, fosse facile, saremmo tutti ricchi e quindi, allo stesso temtpo, tutti più poveri. Inoltre, se avessi delle verità o fossi un genio, non sarei qui a predere ore ed ore delle mie giornate a condividere, pubblicare e regalare il mio tempo per i lettori.
    Probabilmente sarei un professore ad Harvard, farei convegni in giro per il mondo, scriverei libri dove tutto sembra perfetto ma che poi rapportato alla realtà, chissà come mai, non funziona mai in modo ideale…

    Che dire, io ce la metto tutta. Poi se non sono troppo in grado, vi chiedo scusa. Sono umano ed ignorante.
    Come la maggior parte degli italiani, ignoranti nel senso che ignorano tante cose a causa di una bassa cultura e limitata scolarizzazione (me compreso).

  19. john_ludd scrive:

    Dream Theater,

    peloso = difendere a lungo, con argomenti furbetti, la politica dei salvataggi del sistema bancario (in alternativa alla nazionalizzazione alla “svedese”) e condannare senza esitazioni l’avere violato il sacro vincolo del salvataggio dei depositi di un paese che ha fatto del riciclaggio il proprio business incentivando in ogni modo l’approdo di capitali esteri tra cui un rigoroso segreto bancario e interessi sui depositi AL DI SOTTO di ogni sospetto. Se i ciprioti fossero seri nazionalizzerebbero le banche appioppando le perdite agli obbligazionisti (che non ci sono) e ai depositanti ricchi (che ci sono eccome) salvaguardando alla meno peggio i piccoli depositanti. Ma in questo modo addio florida economia basata sul furto legalizzato di denaro altrui (i cittadini dei paesi derubati dai vari oligarchi ed evasori fiscali). Ovviamente Cipro è piccola cosa, mentre ogni coglione sa che Londra è il più grande centro offshore del pianeta. Ogni cosa a suo tempo.

    le tue sono le inevitabili posizioni di chi lavora (anche se su piccola scala) in finanza e vive di finanza, ovvero un mondo di gente in piccola parte estremamente dannosa e in gran parte totalmente inutile. Ammetto, ho sbagliato, non puoi cambiare idea, sarebbe come chiedere a un prete di mettere in discussione l’esistenza di Dio.

  20. john_ludd scrive:

    Dream Theater,

    DT non ho nulla, zero, nada, contro di te come persona, ma le nostre opinioni non sono leggermente differenti, ma divergenti, direi opposte e non c’è dubbio che il 99% dei lettori condividano le tue e non le mie. Non ho la certezza di avere ragione, ma certo è del tutto sterile discutere quando la differenza è così ampia. Immagina, voi siete qualche centinaio, quelli come me qualche unità. Totale irrilevanza, il mondo va dove cazzo vuole comunque. Saluti, ci sentiamo tra 6 – 8 mesi, vediamo cosa è rimasto in piedi per allora. Comprate aglio e cipolle.

  21. Ritornando sull’argomento del post… più leggo le news e le analisi e più mi convinco di un’idea: Cipro è semplicemente un cavallo di Troia per:
    - indebolire un po’ l’euro nella guerra valutaria in corso (che le banche centrali ostinano a dichiarare che non esiste… per cui ESISTE!), visto che la BCE non è in grado di precedere le altre nelle manovre;
    - far passare alla BCE il controllo del sistema bancario, convincendo ancora i molti che non vogliono (soprattutto in Germania, a partire da certe banche che spiegano come dovrebbe essere fatto il prelievo forzato in Italia… visto il notevole livello di risparmi… sempre più eroso da tasse, patrimoniali, fallimenti bancari mascherati da Monti bond, ecc.);
    - dare l’occasione ai mercati di giustificare una bella correzione… soprattutto in Europa, così molte multinazionali possono eliminarsi un po di concorrenti (acquisendoli a buon prezzo) oltre a permettere agli USA e GB di controllare sempre più la finanza europea (provate a chiedervi dove sono andati gli 85 miliardi del QE3 in questi ultimi mesi… sicuramente non negli USA… ma gli americani ancora non lo sanno);
    - eliminare/ridurre la mano Russa dall’Europa, visto che gli USA stavano perdendo la loro influenza (amicizia) nei suoi confronti (provate a chiedervi come mai Obama aveva chiesto agli inglesi di non divorziare con l’UE… e perché vuole creare entro quest’anno la famosa area di libero scambio…) anche a causa del fatto che l’Europa dipende molto per gli approvvigionamenti energetici dalla Russia;
    - far fuori elettoralmente certi individui testardi che vedono l’europa solo in una certa maniera… e non vogliono scendere a patto con la BCE (… riprendo le parole del Presidente cipriota: “… mi saluti la signora Merkel”);
    - permettere quindi maggiore controllo del sistema finanziario europeo (ma anche USA) al sistema bancario ombra… visto che sta perdendo appeal e devono disperatamente far rimanere in vita i derivati… al loro valore;
    - permettere agli USA di coprirsi dal bluff in uno grande stato asiatico che a breve scopriremo (gli ultimi dati di consumi elettrici, peraltro truccati, sono ai minimi… come nel 2009).

    Forza Cipro… non approvare niente, vedrai che i Russi pur di non perdere la loro influenza tireranno fuori i soldi che mancano…. è solo questione di giorni.

    Pensandoci bene… se non ci fosse la scombinata “unione” europea che abbiamo, un incidente finanziario/politico/diplomatico del genere, in passato avrebbe già innescato una guerra (in europa sono avvenute in passato per molto meno!).

    Ma la gente e troppo intenta nella routine quotidiana… per pensare. Meglio così… non pensiamoci.
    Accendiamo lo scatolone, apriamo la bocca e guardiamo l’estrema miseria e umiltà del nuovo Papa (è una provocazione)… abbiamo già dimenticato il resto. D’altronde la massa si comporta così: ha la memoria corta ed è facile distogliere la sua attenzione, specialmente nell’era dei mass-media.

    Vedrete che forse entro qualche settimana… l’attuale crisi sarà ben risolta… e nuove norme saranno approvate in tempi rapidissimi… senza che nessuno se ne sia accorto della nuova privazione.

    E poi sù con i mercati… verso nuovi orizzonti e mondi finanziari… mentre la massa si leccherà le ferite e avrà paura a rientrare…

    E’ sempre stato così… e sempre lo sarà, fino all’estinzione, per la stessa causa dei dinosauri.