ITALIA: la peggior crisi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Ormai lavorare non è più un diritto ma un lusso. Ce ne rendiamo conto?

Da sempre,  ho il pallino dei dati sul tasso disoccupazione, perché ritengo che tutta l’economia gira proprio sull’impatto che deriva dall’aumento o dalla diminuzione dei posti di lavoro. E se ci pensate un attimo è anche abbastanza logico. Se c’è più occupazione, ci sarà più circolazione di denaro, più consumi e quindi economia più forte. Ovviamente ho semplificato all’ennesima potenza proprio per fare capire a tutti quanto è importante questa variabile economica.

I dati usciti proprio nelle ultime ore su questa tematica sono molto negativi. Il bollettino mensile BCE infatti ci dice che, secondo loro, non accenna a diminuire l’emorragia di posti di lavoro che, negli ultimi tre mesi del 2012 ha raggiunto livelli senza precedenti e continuerà a peggiorare nel primo trimestre di quest’anno.

LA DISOCCUPAZIONE IN EUROZONA E NON SOLO

Ma il peggio arriva coi dati italiani. La sfiducia e’ tale che sono saliti non solo i disoccupati ma anche coloro che non cercano piu’ un lavoro.

Secondo un report dell’Istat, gli scoraggiati, cioe’ quelli che dichiarano di non aver cercato lavoro perche’ convinti di non trovarlo, sono 1 milione 300 mila, il 43% del totale. Il secondo indicatore riguarda gli inattivi che cercano lavoro, ma non sono subito disponibili a lavorare.

Nel 2012 questo gruppo conta 111 mila individui, 7 mila in meno rispetto a un anno prima (-6,1%). La somma degli inattivi disponibili a lavorare e degli inattivi che cercano ma non disponibili rappresenta le cosiddette “forze di lavoro potenziali” che, nel 2012 ammontano a 3 milioni 86 mila. Sommando le forze di lavoro potenziali ai disoccupati si ha la misura delle persone potenzialmente impiegabili nel processo produttivo: si tratta di 5 milioni 831 mila persone nel 2012. I disoccupati veri e propri invece sono passati da 1,506 milioni del 2007 a 2,744 milioni del 2012: un aumento di 1,238 milioni pari ad un aumento ‘boom’ dell’80%. Tornando piu’ in generale all’Eurozona, l’analisi della Bce evidenzia che “la debolezza dell’attivita’ economica nell’eurozona “si e’ protratta fino alla parte iniziale del 2013 e per la seconda meta’ dell’anno si prevede una graduale ripresa, che e’ soggetta a rischi al ribasso”. In “diversi paesi” dell’area dell’euro le condizioni del credito per le aziende sono “restrittive”, “in particolare per le piccole e medie imprese”, afferma ancora la Bce nel suo bollettino mensile. (Source) 

 I disoccupati in Italia sono passati da 1,506 milioni del 2007 a 2,744 milioni del 2012: un aumento di 1,238 milioni pari a una variazione superiore all’80%. Sono numeri IMPRESSIONANTI! E quindi non sorprendiamoci se la crisi che ne deriva è senza precedenti. Ma non mi fermo qui.

Dati Bankitalia. Dal 2007 il nostro paese ha perso un qualcosa come 7 punti di PIL. E’ chiarissimo che il nostro paese sta vivendo la peggiore crisi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

(AGI) – Roma – “L’economia italiana sta attraversando la crisi piu’ profonda dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Rispetto al 2007 il prodotto interno e’ sceso di 7 punti percentuali, il numero di occupati di 600.000 unita’”. I dati sono stati forniti dal vicedirettore generale della Banca d’Italia, Fabio Panetta, intervenuto presso l’Università Federico II di Napoli a un convegno dedicato a “L’industria italiana e meridionale negli anni della crisi”.

Sono numeri drammatici che non vogliono portare al terrorismo psicologico, ma semplicemente a mettere a nudo la realtà dei fatti. Qui signori non si scherza più. Come detto è dai tempi della Seconda Guerra mondiale che non si vede una crisi così drammatica.

E io l’ho sempre detto. Questa è comunque una guerra. Non si sparano bombe, non si ammazzano le persone (al momento) ma l’impatto non è meno devastante nel medio lungo termine. E’ una guerra della finanza e dell’Economia, è la guerra dei disequilibri e dei contrasti, delle diseguaglianze e dellla mala amministrazione. E’ una guerra che rischia di sfociare, come ben sapete, nel conflitto sociale. E’ una guerra che deve trovare dei compromessi, in quanto i contrasti interni anche in quella strana organizzazione che si chiama Eurozona rischiano di distruggere molte economie a favore di altre. E noi, questo, da ITALIANI, non possiamo permetterlo perchè proprio NOI saremo le vittime, come scrivevo QUI ieri…

 Si sa che siamo messi male e che per risollevarci avremo bisogno di un miracolo. Come detto ieri, degli Eurobond o di un allentamento dei cordoni del fiscal compact. O quantomeno di un po’ di svalutazione competitiva.

Un miracolo che deve per forza passare dal Sistema in cui siamo inseriti perchè, ahime, da soli non ce la possiamo fare. Però è anche vero che le nostre dimensioni ci permettono di poter sperare soluzioni ben diverse rispetto a Cipro e Grecia. MA ricordatevi bene. Un trattamento “diverso” sarà dovuto NON ad un rispetto maggiore per il nostro paese, ma solo perchè l’effetto contagio sarebbe economicamente ingestibile sopratutto per il sistema bancario Europeo. Per una volta possiamo ringraziare di essere italiani (e non greci…)

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
ITALIA: la peggior crisi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenti (n° 23)Commenta

  1. candlestick scrive:

    un bel post, complimenti Dream!

    Siamo in un momento davvero molto interessante..
    Non lo dico per me in quanto ne sono già al corrente, ma per i lettori del blog: sarebbe davvero interessante avere un quadro INTERMARKET (come sai fare tu) di SP500, oro ecc.. che focalizza l’attenzione sul momento che stiamo vivendo.

    -Oro ai minimi di periodo…
    -SP500 ai massimi storici (ma come??)
    -Dati Eurozona spaventosi, vedi questo ultimo post sulla disoccupazione italiana

    Tutto ciò può solo far pensare una cosa… è una bella anteprima di ciò che ci apetta
    io ho lanciato il sasso vediamo se qualcuno lo sa cogliere..

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. faustino scrive:

    candlestick@finanza:
    un bel post, complimenti Dream!

    Siamo in un momento davvero molto interessante..
    Non lo dico per me in quanto ne sono già al corrente, ma per i lettori del blog: sarebbe davvero interessante avere un quadro INTERMARKET (come sai fare tu) di SP500, oro ecc.. che focalizza l’attenzione sul momento che stiamo vivendo.

    -Oro ai minimi di periodo…
    -SP500 ai massimi storici (ma come??)
    -Dati Eurozona spaventosi, vedi questo ultimo post sulla disoccupazione italiana

    Tutto ciò può solo far pensare una cosa… è una bella anteprima di ciò che ci apetta
    io ho lanciato il sasso vediamo se qualcuno lo sa cogliere..

    Se vogliamo chiamarla anteprima per essere positivi essendo dentro un mare di cacca. :evil:

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Davanti a questi dati mi piacerebbe conoscere adesso il parere di chi parlava di FASE 1 e di FASE 2 di quel balordo di Monti.
    L’unica cosa che é riuscito a fare é assicurarsi lo stipendio da senatore a vita e far esplodere i problemi italiani: e pensare che c’era chi cantava l’Alleluia alle dimissioni di Berlusconi!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. ihavenodream scrive:

    Gigi,

    Se Monti è un balordo come mai è ancora li’ dopo un anno e il suo governo continua a sfornare decreti legge che il parlamento puntualmente converte in leggi? lo sai che un governo se non ha l’approvazione del parlamento non puo’ neanche nascere, figuriamoci lavorare….svegliaaaa!
    La verità è che ai partiti fa comodo avere un capro espiatorio a cui dare la colpa di tutte le cose che bisogna fare, le dovrebbe fare chiunque al posto di Monti, e anzi si dovrebbe fare molto molto di piu’…il governo tecnico fa il minimo indispensabile per rientrare negli accordi sottoscritti europei (sottoscritti non da Monti ovviamente, ma dai nostri politicanti nel corso degli anni), un minimo indispensabile per fare galleggiare l’Italia nel mare di cacca dove l’hanno portata i partiti, senza farla affondare, ma non sufficiente di certo per farla ripartire…
    e quindi giu’ tutti a criticare Monti salvo poi approvare i decreti che sforna il suo governo, tanto gli Italiani sono ignoranti si sa e gli si puo’ far bere qualsiasi cosa…ti faccio una domanda: secondo te cosa succederebbe se Monti si dimettesse domani? Io l’avrei gia’ fatto fossi in lui…se devo restare per farmi prendere a pesci in faccia da quattro ladri cialtroni…sarebbe un vero casino! Come reagirebbero i mercati? lo spread a quanto arriverebbe senza che in Italia ci sia neanche un governo, seppure in prorogatio? e’ vero che c’è l’OMT ma per farlo scattare il governo italiano dovrebbe sottoscrivere un piano e se il governo non c’è? Infatti Berlusconi dice che Monti si deve dimettere da senatore, non certo da capo del governo…alquanto singolare non credi? se uno è indegno di essere senatore a maggior ragione è indegno di governare il paese sia pure con un governo in prorogatio (che in realtà è un governo a tutti gli effetti visto che fa esattamente quello che faceva 2-3 mesi fa, cioè sforna decreti legge che il parlamento puntualmente approva)…e se si dimette cosa gli succede a Monti personalmente? mica lui è un politico di professione…e’ un professore e un economista stimato all’estero, non gli sarà difficile trovare un incarico prestigioso e ben remunerato presso istituti stranieri o istituzioni europee…molto meglio remunerato dello stipendio da parlamentare per intenderci…a Monti bisognerebbe che gli facessero una statua, questa è la verità, in primis Berlusconi e Bersani, perchè fa al posto loro il lavoro sporco, senza fargli perdere consenso politico, e poi tutti gli altri italiani…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. bergasim,

    bravo Bergasim, consiglio di leggerlo attentamente specialmente a chi si sente ancora europeista !!!!!!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. ferrariferrari scrive:

    ….perché ritengo che tutta l’economia gira proprio sull’impatto che deriva dall’aumento o dalla diminuzione dei posti di lavoro.
    Lavoratore=Consumatore, se diminuiscono gli occupati diminuiscono i consumatori, con tutte le conseguenze negative sull’economia che ne conseguono.
    ITALIA: la peggior crisi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale… Esatto!!, a differenza che nel dopoguerra, oggi c’è la globalizzazione, nei paesi emergenti viene spostata la produzione, l’occupazione la crescita etc…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. ihavenodream@finanza,

    Rispondo alle tue domande:
    “…come mai è ancora li’ dopo un anno…”? SEMPLICE: PERCHE’ NON E’ ANCORA NATO IL GOVERNO CHE GLI SUCCEDERA’ (Ma che domanda é? Mah!);
    “…lo sai che un governo se non ha l’approvazione del parlamento non puo’ neanche nascere…” APPUNTO! (Non é quello che dicevo io?);
    “…cosa succederebbe se Monti si dimettesse domani?…” SEMPLICE: LE DIMISSIONI VERREBBERO RIGETTATE PERCHE’, SINO A QUANDO NON NASCE IL NUOVO GOVERNO, IL VECCHIO VA AVANTI IN REGIME DI PROROGATIO (Non mi dire che non lo sapevi !?!).
    “…Come reagirebbero i mercati?…” PROBABILMENTE SE SIAMO A QUESTO PUNTO E’ PERCHE’ CI SIAMO PREOCCUPATI SOLO DI QUELLO CHE PENSAVANO I MERCATI ED ABBIAMO LASCIATO AFFOGARE IL PAESE. SECONDO TE COME REAGIRANNO I MERCATI QUANDO VEDRANNO I DATI DI BILANCIO 2012 E 2013 CON PIL IN PROFONDO ROSSO E DEBITO PUBBLICO ESPOLOSO, DISOCCUPAZIONE RECORD E CROLLO DELLE ENTRATE? (Mah!)
    “…lo spread a quanto arriverebbe senza che in Italia ci sia neanche un governo, seppure in prorogatio…” VORREI RICORDARTI CHE NELLO SCORSO AGOSTO (COL GOVERNO MONTI IN CARICA) LO SPREAD ERA VICINO AI 500 B.P. OGGI, DI FATTO SENZA GOVERNO, SIAMO SOTTO I 300 B.P. (Ma ancora andiamo dietro queste cretinate dello spread che si alza e si abbassa a seconda di chi si siede sulla poltrona di Palazzo Chigi? Non ci posso credere!)
    “…Berlusconi dice che Monti si deve dimettere da senatore, non certo da capo del governo…alquanto singolare non credi?… NO, NON CREDO. PERCHE’ DOVREBBE CHIEDERE LE DIMISSIONI DI CHI HA GIA’ CONCLUSO IL PROPRIO INCARICO E STA SOLO ASPETTANDO DI CONSEGNARE TUTTO AL PROPRIO SUCCESSORE? (Ma che domanda é…?)
    “…se uno è indegno di essere senatore a maggior ragione è indegno di governare il paese…” SONO PERFETTAMENTE D’ACCORDO!
    “…e’ un professore e un economista stimato all’estero…” SI, MA SOLO ALL’ESTERO! LE ULTIME ELEZIONI ITALIANE LO HANNO DIMOSTRATO AMPIAMENTE.
    “…non gli sarà difficile trovare un incarico prestigioso e ben remunerato presso istituti stranieri…” GLI FACCIAMO TUTTI I NOSTRI MIGLIORI AUGURI!!!
    “…a Monti bisognerebbe che gli facessero una statua…” SI, ALLA MEMORIA!
    “…fa al posto loro il lavoro sporco, senza fargli perdere consenso politico…” ANZI, GLIELO HA FATTO AUMENTARE!!!
    Capisco che tu sia un fan di Monti, ma davanti a dati oggettivi bisogna pur ammettere la verità.
    Non si può parlare ancora con cliché di oltre un anno fa davanti a questo sfacelo!
    La sventolata credibilità internazionale é stata poi più volte umiliata dai vari articoli di stampa estera (come il WSJ) e da diverse personalità estere (come Hollande) che lo hanno citato come l’esempio da non seguire. E noi siamo ancora qui a citare la credibilità internazionale?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. ihavenodream scrive:

    bergasim,

    E andiamo a mettere i puntini sulle i anche su questa roba qui…innanzitutto l’Italia è dentro una comunità, ne ha sottoscritto gli accordi, deve adempiere ai propri impegni, tra i quali anche quelli del finanziamento del fondo salva stati…la gente pensa che dall’euro abbiamo solo svantaggi, mah…il fatto che i vantaggi non siano pubblicizzati, non significa che non ci sono…ad esempio: l’OMT quanti punti di spread ci fa risparmiare? l’OMT è il nostro fondo salva stati, fatto apposta per noi (e la Spagna), con l’OMT ci hanno praticamente certificato che fin quando rimaniamo nell’area euro non possiamo fare default, perchè la bce comprera’ i nostri titoli di stato…e oltre a cio’ grazie al fatto che esiste l’OMT risparmiamo ogni hanno svariati miliardi per minori interessi…questo è solo il primo dei vantaggi che mi viene in mente…
    per quanto riguarda i debiti della PA ok, la vulgata comune è che lo stato non paga i debiti verso i suoi fornitori …se fosse davvero così non ci sarebbero solo 40 miliardi, o 100 da pagare, visto che lo stato spende ogni anno piu’ di 800 miliardi di euro, nel corso di svariati anni si sarebbero dovuti accumulare migliaia di miliardi di euro di debito, non credete? invece no: perchè? cosa sono veramente questi debiti? sono i debiti che alcuni amministratori (a livello locale soprattutto) o perchè incapaci, o perchè corrotti o per finanziare il proprio consenso elettorale hanno contratto senza avere la capacità o la possibilità di pagare, spesso pensando che tanto la patata bollente presto sarebbe passata nelle mani di qualcun altro…ecco perchè i pagamenti vanno così a rilento…in Europa questo lo sanno e senza dirlo apertamente pero’ si mettono di fatto di traverso, perchè sono dal loro punto di vista i soliti imbrogli dei soliti italiani (in Germania ad esempio altro che pagare, avrebbero mandato in un campo di concentramento gli amministratori pubblici di cui sopra e fatto accertamenti e controlli alle imprese debitrici)…ora potete farvi l’opinione giusta, sulla scorta della conoscenza dei fatti reali pero’ non delle chiacchiere da bar…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. ihavenodream scrive:

    Gigi,

    Quindi secondo te Monti non si puo’ dimettere? cioe’ una persona non è libera di rinunciare a un incarico senza pretendere nulla? e come faremmo a costringerlo a lavorare se non vuole farlo? e se va all’estero? gli togliamo il passaporto? e se non Monti ma tutti i suoi ministri si dimettono? anche questo non è possibile secondo la tua logica? ti ricordo che un ministro del governo Monti si è dimesso qualche settimana fa…le dimissioni sono state rigettate?non mi risulta…e’ in prorogatio da 2 mesi non da un anno e mezzo ti faccio poi notare, e poi non è solo questa la considerazione: se Monti fosse veramente balordo i mercati e l’Europa farebbero pressioni così grosse da farlo dimettere (come hanno fatto con un governo davvero balordo nel 2011, o pensi che Berlusconi si sia dimesso di sua spontanea volontà? si è dimesso per il bene del paese ha detto: ma se uno è convinto di avere ragione il bene del paese coincide in coscienza col rimanere al proprio posto non credi?se ti sei dimesso per il bene del paese vuol dire che consideri te stesso un male per il paese…è un facile sillogismo; per il seguente anno il pdl era la maggioranza in parlamento e ha continuato imperterrito ad approvare i decreti legge del governo Monti, prima di svegliarsi a 2 mesi dalle elezioni e far finta di essere stato altrove per ventanni!), i mercati possiamo pure ignorarli e pure ignorare l’Europa se vuoi, pero’ i debiti bisogna pagarli, e i soldi trovarli da qualche parte, se non li hai e nessuno te li vuole prestare è un po’ complicato tirare avanti non credi?
    Monti gode di fama indiscussa all’estero non in Italia certo, il che vuol dire che non gli frega nulla di una poltrona in parlamento….per finire io non sono affatto un fan di Monti, devo riconoscere che non conosco il lavoro svolto nella sua carriera professionale, anche se noto una referenza indiscussa e by partizan all’estero…per quel che riguarda il suo governo non ha fatto le cose che avrei fatto io, bisogna vedere se per colpa sua o colpa del parlamento che lo sosteneva…pero’ sicuramente ho la lucidità necessaria che a moltissimi in Italia manca, per distinguere un cialtrone da una persona seria…e se mi chiedono chi preferisci tra queste 2 tipologie per governare il mio paese, la risposta è scontata!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. zanella51 scrive:

    quì tutti possono dire quello che vogliono, fare tutte le analisi e le previsioni del caso ma:
    1) SE RIMANIAMO NELL’EURO MORIREMO STRANGOLATI LENTAMENTE ED INESORABILMENTE COME LA GARROTA SENZA SE E SENZA MA.
    2) se usciamo non si sà cosa succederà, ma

    TRA IL DUBBIO E LA CERTEZZA IO SCELGO IL DUBBIO

    poi ognuno faccia tutte le analisi del caso o gettare i dadi che tanto non cambia nulla

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. ihavenodream scrive:

    zanella51@finanza,

    questa è la tua idea non la verità assoluta…
    la mia è:
    1) se l’Italia rimane nella sua impostazione socio-economica di retaggio sovietico, moriremo tutti strangolati, velocemente e inesorabilmente, senza se e senza ma (come tutti quelli che hanno vissuto nei regimi sovietici della storia)…
    2) se cambiamo RADICALMENTE impostazione non si sa cosa succederà nel breve periodo, nel lungo ne avremo tutti grandi benefici…

    l’Europa è trasparente a tutto questo, fin quando non ci sarà un’unione politica e di bilancio saremo sempre padroni del nostro destino come Italiani. Pero’ la comunità potrebbe darci una mano ad alleviare gli inevitabili scompensi di breve periodo, nel caso in cui scegliessimo la seconda possibilità…e’ come una comunità per un tossicodipendente: se il tossico non decide autonomamente di liberarsi dai suoi problemi e cambiare stare in una comunità non lo puo’ aiutare molto, anzi potrebbe addirittura pensare di essere sottoposto a privazioni e limitazioni della propria libertà personale e ribellarsi…se pero’ intraprende la strada del cambiamento beh allora essere in una comunità puo’ essere determinante!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. bergasim scrive:

    ihavenodream@finanza,

    Caro amico se l’italia non pagasse il suo debito estero cosa succederebbe a tutta la carta straccia dei derivati, cds e scommesse varie messe in essere dalle varie banche di affari?
    Cosa succederebbe al Solidissima ( per finta ), jpmorgan?

    http://www.zerohedge.com/news/2013-04-12/jpm-beats-thanks-11-billion-reserve-release-revenue-misses-drops-900-million

    Le grosse banche mondiali ( sopratutto quelle usa ) sono solo delle bische

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  13. bergasim scrive:

    Questa è l’informazione finanziaria by yahoo

    http://it.finance.yahoo.com/notizie/jp-morgan-batte-attese-borse-114000109.html

    Nessuno che ci spiega come jp ha fatto i suoi utili?

    Cara yahoo delle vendite negli usa collasate cosa ne dici?
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1544038/mercati/futures-peggiorano-dopo-i-consumi.aspx

    Potresti metterlo in primo piano no?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. ihavenodream@finanza,

    Non ho detto che Monti non si possa dimettere, ho detto che le sue dimissioni verrebbero probabilmente rigettate dal Capo dello Stato.
    Quindi non c’é alcun bisogno di togliere passaporti o altre amenità del genere.
    Berlusconi si é dimesso di propria volontà, in quanto non é mai stato sfiduciato ed aveva ancora una (esigua) maggioranza. Poiché però con una maggioranza esigua non si riesce a governare (come dimostra oggi Bersani), ha preferito dimettersi piuttosto che paralizzare il Paese.
    Non é responsabilità questa? Se fosse stato attaccato alla poltrona, l’avrebbe mantenuta!
    Inoltre sapeva bene che dopo di lui ci sarebbe stato un governo tecnico (in quanto tale imparziale): peccato che tale imparzialità sia venuta meno in pochi mesi (lo dimostra il fatto che Monti si sia candidato, invece di essere imparziale) e quindi non é rimasto che togliergli la fiducia.
    I mercati poi valutano il cosiddetto merito di credito: il che non vuol dire che valutano chi siede sulla poltrona di Palazzo Chigi, ma le capacità concrete di un Paese di ripagare il proprio debito.
    Come detto lo spread (cui credi tanto) é stato intorno ai 500 bp sia con Berlusconi che con Monti: non é questa una prova che il merito di credito italiano era lo stesso con l’uno e con l’altro?
    E lo sai che durante il governo Berlusconi lo spread é sceso persino a 125 bp? E allora?
    La finiamo ora con questa baggianata dello spread?
    Per quanto riguarda i debiti: certo che bisogna pagarli, altrimenti vai in default!
    Ora, tutti eravamo d’accordo con il fatto che, per pagarli, occorreva rilanciare il PIL: ti pare che il -2,4% ottenuto da Monti sia un rilancio del PIL? E come faremo ora a pagare i nostri debiti?
    Scrivi: “…non ha fatto le cose che avrei fatto io, bisogna vedere se per colpa sua o colpa del parlamento che lo sosteneva?…” Ma se il Parlamento sosteneva tutte le sue proposte, come fai a dire che non ha fatto le cose per colpa di chi lo sosteneva ?!?!?!?!?!?!?
    Monti ha avuto una maggioranza straordinaria (quasi totalitaria), un’occasione unica, mai capitata in Italia e forse nel mondo: un Parlamento totalmente (o quasi) al suo servizio, un appoggio quasi integrale, poteva fare di tutto e di più, e cosa ha realizzato….? Ma per favore!!!
    Per quanto riguarda chi preferire: beh, io preferisco chi fa cose concrete.
    Monti ha avuto a disposizione una maggioranza bulgara , le ovazioni quotidiane di stampa e tv, l’appoggio incondizionato del Presidente della Repubblica e nessun magistrato di traverso.
    I risultati? Beh, sono sotto gli occhi di tutti.
    Berlusconi ha avuto una maggioranza sempre più ridotta, gli attacchi quotidiani di stampa e tv, un Presidente di partito avverso e l’aggressione costante della magistratura: eppure il PIL cresceva, la disoccupazione era sotto l’8%, eravamo ad un anno dal pareggio di bilancio e pagavamo meno tasse.
    Secondo te, da cittadino, chi dovrei preferire?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  15. L’italia oramai è evidente che non può più uscire dall’euro da sola… al minimo accenno (per esempio solo la notizia di una raccolta firme per un referendum… o un decreto legge da convertire che in qualche modo riduce l’iumpengo nei confronti dell’euro) ci distruggono speculando in short sulle banche, mandando a scatafascio il Paese e il debito pubblico (visto che le banche italiane adesso hanno in pancia oltre 350 miliardi di titoli di Stato!).

    L’uscita è da concordare abilmente con altri Paesi, facendo il doppio gioco (su cui non ci batte nessuno :roll: )… a quel punto anche la Germania si rassegnerà.

    Poi spiegatemi che senso ha dare 40 miliardi all’ESM, pagati essenzialmente per nuovo debito, e richiesti in futuro per aiutarci a finanziare le nuove emissioni?

    E’ un gioco che sul lungo andare, se non intervengono altri fattori esterni (crescita economica, una guerra, un annullamento comune del debito, svalutazione dell’euro, divisione dell’euro in due monete, ecc.), è evidente che non può durare.

    Lo capisce anche una persona comune… figuriamo i politici e gli economisti :twisted:

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. zanella51 scrive:

    lampo,

    scusami, ma se ci massacrano come tu dici solo all’idea di pensare seriamente di uscire dall’euro, cosa succederà a loro?
    sarebbero letteralmente schiacciati dalla crisi globale che ne uscirebbe.
    ritengo che NESSUNO ABBIA LA VOGLIA DI CASTRARSI CON LE PROPRIE MANI.
    sono convinto che abbiamo ancora per un pò di tempo il coltello per il manico

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  17. ihavenodream scrive:

    Gigi,

    Come cittadino dovresti prima informarti, leggere giornali stranieri, studiare un po’ di economia e di storia, capisco ke e’ molto piu’ facile accendere la tv e guardare studio aperto, ma purtroppo quello ke senti e’ propaganda non realta’…e’ questo il dramma dell’Italia, tutti cercano di imbrogliarti e uno finisce x cascarci prima o poi…x me se berlusca dicesse ke sua mamma e’ vergine quelli ke lo votano gli crederebbero…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. ihavenodream@finanza,

    Ti garantisco che mi informo quotidianamente, in Italia e all’estero.
    Lavoro nel campo economico e finanziario ed è proprio per questo che, quando vedo Santoro, Floris, Annunziata, Fazio, Littizzetto, Travaglio, Crozza, Gruber, Lerner, Bignardi ecc. dominare in lungo e largo la tv mi viene una profonda tristezza nel sentire le balordaggini che dicono in campo economico. Così quando leggo Repubblica, Corsera, La Stampa ecc. mi rendo conto che questo sistema mafioso si è impadronito dell’intera informazione (o quasi) e pertanto riesce a far credere quello che vuole, perchè è impadronendoti dell’informazione che fai votare chi vuoi tu.
    Così riescono a conservare le poltrone, a dare uno stipendio da senatore anche a Monti, persino a farti credere che sará il Salva-Italia. E invece noi continuiamo ad affondare, mentre i pochi giornalisti scomodi vengono fatti fuori (Minzolini) con pretesti ridicoli, puntualmente caduti nel nulla, mentre si consumano grandi scandali (MPS) senza che nessuno paghi (tranne noi), mentre la Boccassini tiene sotto costante processo Berlusconi per evitare che vinca di nuovo le elezioni.
    Mi spiace per te, hai preso un granchio grossissimo.
    A proposito: non ho mai visto Studio Aperto. È’ una delle poche trasmissioni che mi manca, ma ha orari incompatibili con il mio lavoro.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  19. [email protected] scrive:

    Diverte sempre, si fa per dire, che in Italia ci sono solo povere vittime, tranne i politici, ovvio. Come mi piacerebbe che quei 4 cialtroni dovessero dimettersi tutti e vedere i soloni quali soluzioni illuminate proporrebbero, (e qui aspettiamo di vedere i grillini, come se la caveranno). La verità è che ognuno ha il governo che si merita, siamo un popolo pieno di diritti, ma sui doveri tendiamo a glissare, e se occorrono dati ed esempi, fatemelo sapere.Uno per tutti, dall’espresso di questa settimana, piloti che prendevano 7000 euro al mese (un sussidio di 7000 euro? Pazzesco) di cassa e simili, mentre lavoravano per compagnie straniere. Sorpresi? Immagino di no. Ed è qui la questione, se quando si legge di tutta sta gente che RUBA e non ci stupiamo assolutamente, è perchè sono in moltissimi che lo fanno, chi più chi meno, dall’operaio che pretende gli straordinari fuori busta, a chi occupa case popolari col mercedes in garage, pensionati a 40 anni che lavorano in nero e proviamo ad applicare retroattivamente il contributivo sulle pensioni e vediamo cosa succede? Ognuno ha il governo che si merita.
    La plebe non elegge chi la vuol curare, ma chi la droga!
    In quanto allo stato che non paga le imprese, qui a Brescia la metro leggera è passata da 360 milioni previsti, al miliardo. Pagheranno tardi, ma però sono di manica larga!Se a voi dopo un preventivo di 100.000 euro, portassero un conto di 300.000, sareste cosi sportivi? Se si, ditemi se posso lavorare per voi.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. ihavenodream@finanza,

    Gigi,

    mentre in Italia facciamo una barca di chiacchere inutili, lo sapevate che il parlamento tedesco non ha approvato l’applicazione del cosidetto “fiscal compact” per i bilanci tedeschi????
    La Merkel lo ha imposto agli altri paesi EU, ma non può attuarlo in casa propria!!!!!!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)