VIX: occhio alla stagionalità!

Scritto il alle 13:44 da Danilo DT

VIX: la volatilità ha una stagionalità che mette a rischio i mercati finanziari

Vix, come è noto, misura la volatilità della borsa USA. Definizione molto generica ma che rende bene l’idea. Andando nello specifico, Il VIX stima la volatilità implicita delle opzioni (call e put) sullo S&P 500, dando quindi quella che possiamo definire una previsione della variabilità del mercato azionario nei successivi 30 giorni.

Questo è il motivo per cui il VIX è detto l’indice della paura. Ed è questo il motivo per cui molti trading system sono tarati proprio sul VIX che oggi, essendo sempre a livello molto bassi, invita a mantenere e anzi, ad incrementare le posizioni long.

VIX CHART

Se quindi guardiamo questo grafico, l’ipotesi di prevedere rimbalzi sembra quantomeno discutibile. Ma allo stesso tempo se parliamo di stagionalità, possiamo notare che siamo alle porte di un periodo non così “amico” del VIX. Infatti da agosto il VIX tende ad impennarsi. Un segnale abbastanza forte su quelle che potrebbero essere le tendenze dei prossimi mesi.

VIX e stagionalità

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

ℕ𝕦𝕠𝕧𝕠 𝕔𝕒𝕟𝕒𝕝𝕖 𝕀ℕ𝕊𝕋𝔸𝔾ℝ𝔸𝕄 𝕔𝕠𝕟 𝕔𝕠𝕟𝕥𝕖𝕟𝕦𝕥𝕚 𝕖𝕤𝕔𝕝𝕦𝕤𝕚𝕧𝕚
𝕋𝕒𝕜𝕖 𝕒 𝕝𝕠𝕠𝕜!

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+