UNO per TUTTI, TUTTI per UNO!

Scritto il alle 15:15 da Danilo DT

tutti-per-unoBanche centrali unite nella direzione il più espansiva possibile, sempre all’interno del loro limiti. E così, dopo FED e BCE questa volta tocca alla PBoC.

Il ciclo economico, nelle varie aree globali, non è allo stesso punto. Possiamo infatti dire il ciclo economico negli USA, ad esempio, si trova in una fase ormai “matura”. L’Eurozona sembra invece ancora sulla rampa di lancio, mentre Giappone e paesi asiatici, ad esempio, risultano in ritardo.
Malgrado questo,  le banche centrali più importanti del globo (FED, BCE, BOE, BOJ, PBoC) sembrano intendersi e dirigersi, all’interno di certe logiche, in una sola direzione: alimentare il più possibile la ricchezza artificiale, il benessere, la finanza e per quello che si puà fare, l’economia reale.

Della BCE già abbiamo detto, della FED pure. Manca all’appello la BOE, la banca centrale del paese che forse oggi si trova nelle condizioni economiche migliori, e poi la PBoC, la grande protagonista dei mesi scorsi con la famosa svalutazione dello Yuan.

La PBoC ha ancora munizioni da sparare, e molte più degli altri paesi. Ed ecco che anche Pechino si muove. Un po’ a sorpresa, decide di tagliare il costo del denaro di un ulteriore 0.25% su prestiti e depositi, portandoli al 4,35% i primi, e all’1,50% i secondi.

Ma non solo. L’intervento ha anche interessato la riserva obbligatoria delle banche. Infatti il tetto della riserva passa al 17,50%, mezzo punto in meno del precedente livello (18%). Con questa mossa, in concerto col taglio dei tassi, si vuole inondare il mercato di liquidità e rendere ancora più accessibile il credito, che già è lievitato a livelli importanti. Ma la Cina vuole crescere, deve crescere ed è disposta a prendersi i suoi rischi ma a non abbandonare la sfida contro il rischio deflazione.

Tassi di interesse CINA: la situazione a ieri sera e... ad oggi

Tassi di interesse CINA: la situazione a ieri sera e… ad oggi

Facciamo la somma delle parti. La BCE espanderà a dicembre il suo QE, della Cina si è detto e non si fermerà qui, il Giappone ormai è noto, continuerà con il suo Abenomics. E BOE e FED? Semplicemente rimanderanno i primi aumenti dei tassi. Dite che è poco? Quantomento è un messaggi lanciato al mercati di continuazione, per quanto possibile, della fase espansiva, quasi come se tra le banche centrali ci fosse un tacito accordo, che non è certo scritto, ma che sono CONVINTO ci sia, altrimenti, credetemi, sarebbe un bel casino…
Immaginatevi il mondo se tutte le banche centrali fossero dei “battitori liberi”. Per capire cosa potrebbe succedere basta pensare a quanto è avvenuto appunto con la svalutazione dello Yuan e gli sconquassi che ha generato. Chi doveva imparare la lezione l’ha imparata. Ora tutti nella stessa direzione, alla ricerca del quieto vivere e della crescita perenne di mercati ed economica. Utopica ma voluta. E difatti, a notizia acquisita, le borse non possono che festeggiare ulteriormente.

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

UNO per TUTTI, TUTTI per UNO!, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
3 commenti Commenta
pasolo
Scritto il 23 Ottobre 2015 at 17:46

qualche mese fa scrissi che i mercati azionari sembravano ripercorrere lo schema dell’estate-autunno 201… e così stanno facendo. Se dovesse confermare quel movimento, da ora a fine novembre dovrebbere ridiscendere verso i 1900-1950 di sp500 e 21500 sul mib… chissà se la storia si ripete e sono curioso la settimana prossima di sentire la FED e il suo aumento dei tassi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pasolo
Scritto il 23 Ottobre 2015 at 17:50

pasolo@finanza,

estate-autunno 2011

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 23 Ottobre 2015 at 18:00

il rovescio della medaglia è l’implicita ammissione che in Cina le cose non vanno tanto bene….
e non credo che tale mossa abbia effetti immediati…… certo è che la Yellen può tenere l’aumento dei tassi nel cassetto ancora per qualche mese

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+