THE BIG CRISIS #12: THIS TIME IS DIFFERENT, or not?

Scritto il alle 07:40 da Danilo DT

Spesso si confronta la crisi CoronaVirus con la crisi subprime culminata con il default di Lehman Brothers. Ma questa crisi è molto diversa dalle precedenti. Anche se poi guardando quanto è accaduto…

Questa crisi non è paragonabile alle precedenti. E’ una crisi esogena, dovuta ad un virus. Forse più simile ad una guerra che ad una vera recessione da ciclo economico.
Probabilmente non basterà un’aggressiva Federal Reserve, e tantomeno generosi appoggi di politica fiscale a risolvere la situazione.

Qui ciò che fa la differenza è il VIRUS, ovvero le curve di contagio, i dati in arrivo dal WHO e anche le news sulle possibili cure. Che poi, l’arrivo della recessione è veramente l’ultimo dei problemi. Gli USA andranno in recessione? Gli USA sono già in recessione? Ma chissenefrega. Ci sarà la recessione, ma sarà diversa dalle altre per mille motivi. Ma ripeto, questo è l’ultimo dei problemi.
Guardare gli indicatori macroeconomici? Inutile, sono dati vecchi che non “leggono” gli effetti del CoronaVirus. Importanti saranno quelli ex post e nella fattispecie massima attenzione ai dati sanitari in uscita a fine settimana, in primis dall’Italia, vero benchmark mondiale prima deriso, e adesso copiato.

Girano analisi veramente pessimistiche. Ma mi sembra di vedere tutti d’accordo su un aspetto. L’unica via d’uscita, si aprirà quando ci saranno chiari e attendibili segni che la pandemia allenta la presa.

(…) un drammatico calo dei consumi nel primo trimestre, -10%, e ancora peggiore nel secondo, -18 per cento. Le imprese avranno crolli degli investimenti, -12% e -22% solo nei primi sei mesi dell’anno. Tra marzo, aprile e maggio spariranno almeno due milioni di posti di lavoro, facendo immediatamente schizzare il tasso di disoccupazione dal minimo storico del 3,5% a «ben oltre» il 5% e facendo precipitare qualunque ottimismo. I profitti aziendali crolleranno al passo di «molti multipli» della caduta del Pil, schiacciati da debiti, tracolli della domanda e del commercio. [Source] 

Brivido freddo. E purtroppo diventa impossibile fare previsioni. Ripeto, si è in mano ai dati del WHO e ai progressi della scienza. Intanto come avrete capito, questa crisi è diversa dalle altre proprio per la struttura della stessa. Intanto però voglio fare una provocazione, visto che spesso si mette a confronto la crisi Lehman Brothers con la presente.

Guardate lo S&P 500. Senza saper né leggere e né scrivere, così ad impatto, sembra proprio di poter dire: questa crisi sarà anche diversa, ma certe dinamiche…sembrano proprio le medesime. Il problema però sta sempre lì. Capire la base da cui si ripartirà.

SP500: crisi a confronto

Clicca QUI per vedere l’elenco dei post della saga #TheBigCrisis

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (8 votes cast)
THE BIG CRISIS #12: THIS TIME IS DIFFERENT, or not?, 9.8 out of 10 based on 8 ratings
3 commenti Commenta
pdf79
Scritto il 18 marzo 2020 at 09:34

Ciao Danilo vorrei segnalare una vergogna la prima pagina del fatto quotidiano di oggi.
Non si può giudicare gli altri stando comodamente seduti in casa al riparo.
Soprattutto una categoria come quella dei giornalisti.
Ricordatevi anche di questo in futuro.
Saluti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 3 votes)

Scritto il 18 marzo 2020 at 10:38

Ottima segnalazione

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pdf79
Scritto il 18 marzo 2020 at 21:17

Cardarelli di Napoli, l’Azienda Ospedaliera precisa: “Non abbiamo malati immaginari, sono 33 gli operatori sanitari assenti giustificati per malattia”
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/campania/napoli-al-cardarelli-249-medici-si-danno-malati-il-direttore-delle-emergenze-per-loro-solo-commiserazione_16279347-202002a.shtml
Ritorno sulla notizia per fa notare che, la responsabilità è sempre del singolo non di una categoria e se qualcuno ha notizia di un reato NON FA UN POST SU FACEBOOK ma va a fare la denuncia, se no sta zitto.
Saluti a tutti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+