Tanto tuonò che piovve. PIOGGIA di vendite sui mercati finanziari.

Scritto il alle 16:35 da Danilo DT

pioggia di vendite in borsaIn questo periodo l’Italia è rimasta vittima di forti alluvioni a causa di un peggioramento delle condizioni meteo, tanto improvviso quanto inatteso. La stessa Genova non si sarebbe mai aspettata un alluvione, con tutto quello che ne è derivato per il territorio e la città, cone le esondazioni e tutto il resto. Purtroppo la natura ci fa pagare tutti i nostri eccessi quando meno te lo aspetti. Ed così è anche sui mercati.

Ma non era il “mondo perfetto”, dove tutto era risolto? Non ci eravamo messi alle spalle la famosa “crisi”, soprattutto quella finanziaria (visto che la “reale” la continuiamo a percepire giornalmente)?
Purtroppo il mercato si sta progressivamente svegliando dal torpore che ha illuso tutti gli investitori che trattavano qualsiasi asset come “safe haven”. Ma proprio parlare di free risk anche in ambito PIGS non è proprio corretto.
Ed è così che oggi Atene viaggia a -9%, per il rischio di elezioni anticipate (e per voler praticamente cacciare la Troika).

(…) Crolla la Borsa di Atene per effetto delle preoccupazioni sul piano del governo greco per uscire dal salvataggio della Troika, scenario che potrebbe portare ad elezioni anticipate. La Grecia, sotto la tutela della comunità internazionale dal 2010, spera di uscirne in anticipo, a fine anno, quando arriverà a conclusione il piano di sostegno europeo mentre il piano Fmi giungerà a termine solo nel 2016. (Sole)

La cosa curiosa è che oggi, dopo un report di Fitch, si riscopre il rischio finanziario sulle banche della Grecia. Beh, non credo che i loro bilanci si siano deteriorati SOLO nell’ultimo mese, vi pare?

(…) A contribuire alle fibrillazioni è stato il report dell’agenzia di rating Fitch sullo stato di salute delle banche greche, ancora gravate da consistente fardello di crediti in sofferenza in vista dei risultati degli stress test e asset quality review da parte della Bce. (…)

E subito torna di moda il “fly to quality”. Il decennale della Grecia vola al 7,82% . E nello stesso tempo il rendimento del Bund tedesco decennale tocca il nuovo minimo storico con un tasso allo 0,80%.

Rendimenteo bond Grecia a 10yr

Rendimenteo bond Grecia a 10yr

Per la cronaca, il nostro FTSEMIB si è mangiato TUTTI i guadagni del 2014.

ScreenHunter_1055 Oct. 15 16.06C’è però una cosa che mi inquieta. Come ben sapete, in Italia stiamo vivendo un momento molto particolare. Siamo in procinto di partorire la nuova finanziaria che dovrebbe aggirarsi sui 27 miliardi di Euro.

Peccato che non a tutti piacciano i progetti del duo Renzi-Padoan, tanto che Juncker ha già espresso il suo disappunto.

Al riguardo però fonti europee hanno fatto trapelare che la legge di stabilità potrebbe essere rispedita al mittente dalla Commissione Ue per modifiche accompagnata dall’apertura della procedura di infrazione.
Non dalla Commissione Barroso, ma da quella Juncker che si insedierà il primo novembre e che a metà novembre dovrà pronunciarsi sui documenti di bilancio degli stati membri. E il motivo è in uno zero virgola, visto che fanno notare fonti europee l’aggiustamento strutturale sarebbe dovuto essere dello 0,7%. Al riguardo il presidente del consiglio ha avuto un colloquio telefonico con il presidente eletto della Commissione Ue, Juncker. (Foglio)

Domanda: con questo scenario di mercato, se la Commissione UE boccia la Manovra del Governo, quale sarà l’effetto sul nostro FTSEMIB e sul nostro BTP? Al momento lo spread ed i BTP sono ancora tranquilli e sereni, nel senso che sono ancora all’interno del canale, ma…guardate bene…

BTP 10 ANNI

BTP 10 ANNI

…siamo veramente “border line” : e la cosa che più mi preoccupa nell’immediato è ancora un’altra cosa: le forti vendite di oggi sono di matrice USA (fonti di diversi intermediari). E come la storia insegna, se si iniziano a muovere i flussi, possono cambiare tante cose. I flussi finanziari sono come le alluvioni, quando meno te le aspetti possono cambiare il quadro di mercato in modo totale. E non puoi far altro che assistere inerme.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

I need you! Sostienici!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Tanto tuonò che piovve. PIOGGIA di vendite sui mercati finanziari., 10.0 out of 10 based on 2 ratings
9 commenti Commenta
pecunia
Scritto il 15 ottobre 2014 at 18:38

Buonasera DT, che carneficina…….
mi ritorna in mente il SIDEROGRAFO

:))

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 15 ottobre 2014 at 19:04

Scusa Danilo, qualcuno s’è comprato il bund che rendeva 0,7186 http://www.borse.it/spread/spread-btp-bund e quello che trovo strano il + 1% dell’€ sul $ a quasi 1,2790.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 15 ottobre 2014 at 23:24

pecunia@finanza,

‘sera a te!
Beh, c’è anche di peggio se è solo per questo!

kry@finanza,

SI, lo schatz è tornato con rendimento negativo: la paura fa fare cose strane. E sull’USD ci sta il take profit

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 15 ottobre 2014 at 23:59

(Occhio alle date; fanno SEMPRE la differenza, per chi ha LE conoscenze e IL talento; quellE/O V_E_R_O, però!)

Let’s go on to …!

In the HFSF’s annual report[1], the potential recovery value of its funds was €34 billions, more than double an initial estimate of €16 billions in March 2012 by the International Monetary Fund, one of Greece’s three bailout overseers.

That still depends on banks tackling “a mountain of bad loans”, according to an IMF report[2].

Greece has one of the highest non-performing loan (NPLs) levels globally, at 40% of total loans at the end of last year, the “Achilles heel” of Greek banks, the IMF said.

– – – – –

-[1]- Hellenic Financial Stability Fund (HFSF), “Greece: annual financial report for the year ended 31/12/2013” – June 12, 2014

http://www.hfsf.gr/files/hfsf_annual_report_2013_en.pdf (This report was read and viewed by a few; carefully – you can see why marvel; now).

-[2]- IMF, “Greece: fifth review under the extended arrangement under the extended fund facility, and request for waiver of nonobservance of performance criterion and rephasing of access” – IMF country report No. 14/151: June 10, 2014

…” NPLs now pose a serious threat to banks’ ability to support a recovery – The asset quality review (AQR) revealed NPLs much above levels at which other advanced countries have found it difficult to avoid systemic crisis. In staff’s view, given the constraints of currency union and structural impediments to growth, the Bank of Greece targets for additional capital reflect optimistic assumptions about banks’ ability to grow their way out of the NPL problem as the economy recovers. While there is no acute stability risk, staff is concerned that banks will struggle to do so and that capital constraints will force them into prolonged de-leveraging, with attendant risk to the economy. In view of the limited competition, staff is also concerned that banks will seek to repair balance sheets by extracting rents from the real economy through excessive spreads and fees. In staff’s view, it is critical that regulators do not shy away from forcing banks to recognize losses on the basis of more realistic assumptions about loan recovery. Greece is an outlier in this regard within the euro area and tackling this problem could provide an early test of the new Single Supervisory Mechanism. “… P. 23 (or 24 / 266);

a- Greece: Stress Test, Pp. 27-28 (or 28-29 / 266);

b- Framework for strengthening and restructuring the banking system, Pp. 177-180 (or 178-181 / 266);

c- Risks and the way forward, Pp. 225-226;

everything reported in the link

https://www.imf.org/external/pubs/ft/scr/2014/cr14151.pdf

– – – – –

Rammento il proverbio (dis-articolato, in questo caso):

“con una fava si prendono (sempre) due piccioni”.

TO BE CONTINUED …!

P.s: dove sono T_U_T_T_I q_UE_i scriba-“CC”-hInI e soloni ITALICI che, a parole ed a penne fino a – SOLO – d_u_e giorni fa, ESALTAVANO la “ripresa” della GRECIA? Ora, senza dubbio, diranno e scriveranno l’esatto contrario di quello che hanno professato – con i Loro “titoli” e patacche “professionali” – sulla povera Grecia. Purtroppo, la povera Grecia. PURTROPPO!

Nella LISTA (S_E_M_P_R_E AGGIORNATA!) – di quei scriba-“CC”-hInI e soloni ITALICI -, c’è anche la C_R_E_M_A dell’INTELLIGHENZIA; OCCHIO: non solo giornalistica (in fin dei conti la più innocua, visto e considerato che mediamente COPIANO SOLO dai reports che gLi passano!), bensì PEGGIO ANCORA quella finanziaria e bancaria (ramo investimenti, precipuamente) -; per capire “BENE” e FORTE quanto “contano” le patacche dei “titoli professionali” e i “relativi” DANNI che possono arrecare – senza LE conoscenze e IL talento; VERI.

サーファー © Surfer [There was ALL written in the links: “event by event or word by word”]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

perplessa
Scritto il 16 ottobre 2014 at 02:48

@finanza,

o lo fanno apposta?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

perplessa
Scritto il 16 ottobre 2014 at 02:50

scusate non mi è venuta fuori la frase che volevo citare:per capire “BENE” e FORTE quanto “contano” le patacche dei “titoli professionali” e i “relativi” DANNI che possono arrecare – senza LE conoscenze e IL talento; VERI.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 16 ottobre 2014 at 14:53

è sperabile che questa volta lascino uscire la Grecia dall’euro, cosa che dovevano fare nella precedente crisi (ricordarsi del duo Merkosy e del loro intervento per salvare le loro banche e quelle inglesi). SE ciò avvenisse sarebbe la prima pietra per lo sfaldamento dell’euro, dato che anche altri mercati andranno in default, Italia inclusa…. Almeno cerchiamo di non dare contributi in caso si ripeta l’ipotesi si salvataggio!!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 17 ottobre 2014 at 12:01

Perplessa,

“o lo fanno apposta?”

Nel caso Italico, in questo frangènte – temporale -, NO, per nulla!

E’ totale INCOMPETENZA – che viene a galla, lapalissianamente, proprio quando si verificano queste “situazioni” -, a cui si aggiungono:

– ignoranza di base della “massa” Italica – sotto tutti i profili, non solo tecnici-economico-finanziari;

– assoluta mancanza di credibilità di determinati insiders – cd. “addetti ai lavori” – di settore; in particolare, di coloro i quali si trovano nelle “aree” medio-alte delle “leve di comando” (i piccoli e i medi non contano praticamente nulla: sono lo zero assoluto oltre che lunare, anche terrestre – inesistente, come si sa!) – acquisiscono ed impartiscono le “direttive” oltre che avere accesso ai canali sia di “relazione” che “divulgativi”, intrattenendo quei rapporti che “pesano” -: in questo caso, possono contare anche sull’insipienza dei giornalisti, che invece di essere dei veri bulldogs, si rivelano sempre dei zerbini, spesso anche per pararsi il deretano – dicesi, posto di lavoro – per cui sono disposti ad accettare di sentire e di scrivere – e/o copiare – qualsiasi fesseria (non faccio Nomi e Cognomi – sia dei giornalisti che dei relativi managers e/o Ceo – solo per non creare dei problemi a DT; Ti/Vi fareste delle “risate”, credeteMi);

– baronismo, nepotismo, girotondismo-quadratismo parentale ed amicale = inettocrazia.

Proprio stamane Mi è capitato di leggere uno di questi – soliti – inetti-quadrati: ancora pensa alla “favoletta” della speculazione.

E quindi veniamo al “generale”.

La Grecia, in breve, attualmente è un incastro – sotto il profilo finanziario – che ha diramazioni ben precise:

1- Lussemburgo;

2- Svizzera;

3- Singapore;

e solo, infine,

4- USA (avendo da sempre il “controllo” in e della Grecia, non hanno proprio alcun interesse a creare il/un “casino” – specialmente, con le situazioni geopolitiche in divenire in quell’area).

Ognuno di questi “incastri” – Paesi – è utilizzato – e quindi da accesso – a determinati “canali”.

La cd. presa di beneficio (tecnica), considerando la situazione (finanziaria) globale, è solo una – piccola parte della – copertura di quei determinati “canali”.

Un saluto.

サーファー © Surfer

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 18 ottobre 2014 at 12:02

:!:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+