PIL: Italia fanalino di coda nel mondo che conta

Scritto il alle 15:00 da Danilo DT

Ogni mese l’Economist chiede alle principali banche del globo le loro ultime previsioni economiche sulle 14 economie più ricche del mondo. L’ultimo sondaggio fatto, ha come oggetto uno dei parametri chiave di qualsiasi economia: il PIL, il Prodotto Interno Lordo, qui chiamato all’inglese, ovvero GDP.
Credo che non occorra nemmeno commentare. Il grafico dice tutto.
Nel mondo economico che conta, il PIL Italia è in coda assieme alla disastrata Spagna.
Nessuno è peggio dei due paesi del Club Med.
Mentre per le altre economie, ANCHE dell’Eurozona, la situazione è vista anche in marginale miglioramento.
Qui da noi invece, permane la nebbia più fitta. E di questo la CASTA POLITICA che oggi si diverta a gareggiare su chi la spara più grossa dovrebbe prendere atto e trovare soluzioni credibili ed efficaci. Chiedo troppo’ mi sa proprio di si…

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
PIL: Italia fanalino di coda nel mondo che conta, 10.0 out of 10 based on 1 rating
4 commenti Commenta
luigiza
Scritto il 16 gennaio 2013 at 15:12

Vedo che anche gli Olandesi camminano come i gamberi.
La Francia anche lei come un gambero ma con un piede solo, per il momento.

Cominciamo ad essere in buona compagnia? :lol:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 16 gennaio 2013 at 15:56

Prendendo come spunto il commento di Luigiza che parla di Olanda,in pochi sanno e parlano che l’olanda soprattutto a livello privato di persona fisica è straindebitata (e la germania esporta tantissimo in olanda ). Io immagino che un pil sia comunque influenzato da un debito per cui mi domando ” Ha ancora senso parlare solamente di pil ? Non sarebbe più corretto parametrarlo con un debito che cresce per produrlo? Credo che valga di più un PIL -0,5 italiano che un pil +2 degli USA gonfiato dai debiti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Gigi
Scritto il 17 gennaio 2013 at 17:33

….e poi vengono a raccontarci della credibilità internazionale di Monti……!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 18 gennaio 2013 at 13:00

cari amici ed amiche

In alcuni di queste nazioni importanti la crescita è fasulla, in primis

Giappone ( debito/pil stellare, qe a raffica e banca centrale indipendente, così crescerebbe chiunque ), poi i cari amici a stelle e strisce e per finire gli ubriaconi anglosassoni.
Tutte queste nazioni hanno una banca centrale indipendente, rimangono a galla solo grazie ai vari qe, aumento del debito e forza del loro sistema finanziario ( sopratutto a livello di MAFIA ).
Il caro Financial cesso potrebbe proporci una classifica depurata da questi piccolissimi dettagli.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+