PEG e non solo. I mercati a valutazioni difficilmente difendibili.

Scritto il alle 11:11 da Danilo DT

Facciamo due ragionamenti che vanno a sganciarsi da tutta quella parte psicologica del mercato che in queste giornate prende banco. E ragioniamo sul fatto che, a prescindere, il CoronaVirus difficilmente sarà costruttore di valore per gli stakeholder a livello globale.
Intanto il mercato non ha certo cambiato pelle e la bolla da asset non è certo venuta meno. Tramite twitter mi sono imbattuto in un’analisi interessante che ha pubblicato il sito GuruFocus, il quale ci illustra uno degli indicatori più semplici ma più usati da Warren Buffett, ovvero il cosiddetto Buffett Indicator. E’ il rapporto tra la capitalizzazione del mercato e il PIL globale.
Oggi questo indicatore è pari a 155,7%, un livello che ha raggiunto i massimi storici.

(…) As of today, the Total Market Index is at $ 33539.6 billion, which is about 155.7% of the last reported GDP. The US stock market is positioned for an average annualized return of -3.1%, estimated from the historical valuations of the stock market. This includes the returns from the dividends, currently yielding at 1.72%.
As pointed by Warren Buffett, the percentage of total market cap (TMC) relative to the US GNP is “probably the best single measure of where valuations stand at any given moment.” (…) [Source


Per Warren Buffett così si legge questo indicatore.

Ovviamente leggere l’indicatore singolarmente non vuol dire molto. Bisogna associarlo ad un’attenta lettura delle strategie delle banche centrali, della redditività aziendale (fattori che possono giustificare multipli maggiori). Intanto però occorre segnalare che, per quanto mi risulta, la sua mitica società (Berkshire Hathaway) è ai massimi.

Price Earning to growth (PEG RATIO)

Un altro indicatore che merita attenzione è sicuramente il Price Earning to growth, conosciuto come PEG.

(…)The price/earnings to growth ratio (PEG ratio) is a stock’s price-to-earnings (P/E) ratio divided by the growth rate of its earnings for a specified time period.
The PEG ratio is used to determine a stock’s value while also factoring in the company’s expected earnings growth and is thought to provide a more complete picture than the P/E ratio. (…) [Source

Questo grafico di Pictet ci illustra una Borsa USA che diventa poco difendibile a livello di PEG. Livelli quasi da follia che portano i listini a stelle e strisce alle stelle. La media è pari a 1,25. Oggi siamo a 1,80. Cose mai viste. Mi vien quasi da dire che se passiamo indenni la fase critica del CoronaVirus…

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
PEG e non solo. I mercati a valutazioni difficilmente difendibili., 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+