ORO: rischio correzione o bene rifugio?

Scritto il alle 14:51 da Danilo DT

E se parte il quantitative easing di Bernanke che succede?

In questi mesi avete avuto modo di conoscere le “nuove tendenze” dell’oro. Chi credeva che fosse un bene rifugio assoluto anche in caso di rottura dell’Eurozona, si è dovuto ricredere.
Le dinamiche che muovono l’oro, come detto in passato, sono ben altre, tanto che addirittura è giusto fare molta attenzione in quanto il grafico suggerisce uno scenario potenzialmente negativo, che però ATTENZIONE deve essere confermato. A scanso di equivoci, quindi, tengo a sottolineare che NON sto dicendo che l’oro sta per scendere ma che se si realizza uno scenario che ora vi spiego, si aprono per l’oro dei pericolosi margini di storno.

Pennant: pericolo per il grafico ORO

Il potenziale ribassista del metallo giallo potrebbe anche essere pari ad un 10% se viene confermata la figura. Ovviamente tutto questo però va in contrasto con quanto potrebbe succedere sui mercati. Se infatti il buon Bernanke dà il via ad un nuovo quantitative easing, lo scenario per l’oro non potrà che essere rialzista. Ma ora, valutando l’analisi tecnica, queste cose non devono interessarci.
Quindi, rischio pennant per l’oro. Il target, in caso di rottura ribassista, si aggira su area 1410 $/oz. L’importante è tenerne conto. E poi se il mercato prende posizione, comportarsi di conseguenza.

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI | Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

16 commenti Commenta
maurobs
Scritto il 25 Luglio 2012 at 14:59

e se effettivamente danno licenza bancaria a ESM?dovrebbe essere la stessa cosa almeno a giudicare dal movimento di oggi……

alfio200
Scritto il 25 Luglio 2012 at 15:49

Lo scenario è variegato anche dal punto di vista dell’investitore.

1. Intanto, bisogna distinguere tra chi pensa di acquistare oro oggi e chi lo ha da 10 anni e più.

2. Se parliamo di un investitore tedesco (che vive in Germania AAA) o un investitore italiano che vive in Italia (BBB + casini vari).

Quindi…

Un tedesco che detiene sterline oro da più di 10 anni potrebbe vendere per realizzare in vista di ribassi del metallo giallo e mettere il tutto in Bund che non darebbe rendimenti, ma almeno conserva il valore tenedo il tutto in una banca tedesca in Germania.

Un italiano che detiene sterline da più di 10 anni (il sottoscritto) che fa? Vende, realizza e dove mette i soldi? D’accordo, può metterli in bund anche lui (mettemdosi al sicuro anche un’ eventuale lira o euro B), ma…le patrimoniali? Il rischio caos (che in Italia esiste)? Il fallimento delle banche? Un’altra patrimoniale a seguire la prima, in pratica un esproprio? L’oro è lì, nella cassetta di sicurezza, nessuno me lo tocca e posso sempre prenderlo e portarlo da qualche altra parte.

ottofranz
Scritto il 25 Luglio 2012 at 15:49

beh, certo che se in caso di “pioggia” il problema può essere un meno dieci, rispetto a tutto il resto che passa nel convento , me lo tengo bello stretto. Sopratutto se fisico. Se poi andiamo a vedere come si è comportato in relazione ai cambi, ancora di più.

L’unica cosa che potrebbe farmi cambiare idea sono leggi restrittive come quelle applicate in passato. Ma anche così…

schwefelwolf
Scritto il 25 Luglio 2012 at 16:50

Non vorrei dire una sciocchezza, ma quando penso all’oro mi riferisco a quello fisico, e lo vedo nell’ottica di una scialuppa di salvataggio nel (prevedibile) caso di crash totale. Quando vedo invece il grafico del post penso a ETF, certificati e “prodotti finanziari” simili – quindi a oro-cartaceo, che, per quanto mi riguarda, può valere come dollari, euro o carta da cucina.

Se volessi speculare sull’oro (o su altre cose) studierei questi trend e mi farei tutte le preoccupazioni del caso. Ma pensando all’oro fisico (ed esclusivamente a quello) non vedo che due possibilità “terminali”, e cioè:

(1) il giorno in cui lo tsunami finanziario-economico sarà passato e tutto ritroverà una nuova, riequilibrata “normalità”, l’oro tornerà a valori riferibili al mercato del metallo in sé (quindi costi di estrazione, richiesta di gioielleria/oreficeria, richiesta industriale etc.). Quindi, in teoria, a valori che potrebbero – coi parametri di oggi – oscillare fra 900 e 1000 $/uz, forse qualcosa di piú.

(2) il giorno in cui dovesse arrivare invece il crash totale (e nel periodo immediatamente precedente), l’oro avrebbe un valore oggi non quantificabile – ma comunque altissimo. Come (in altra forma e misura): pane, sale, argento, e – magari anche: piombo (ovviamente nella sua forma “balistica”).

Come diceva in TV un broker di Wallstreet nei giorni immediatamente successivi al crack Lehman: gold & pump(-gun).

Fester
Scritto il 25 Luglio 2012 at 17:05

una cosa che però non considerate mai nel parlare di oro (non capisco bene perchè) è il prezzo in euro. Che poi è quello che teoricamente (non in caso di crash eurozona magari) interessa a noi.

In euro l’oro è appena sotto i massimi assoluti e assolutamente in trend. Forse anche perchè è proprio in europa che il suo status di bene rifugio riscuote il massimo interesse in questi periodi.
Per cui l’analisi forse andrebbe estesa anche a questo prospettiva.

gremlin
Scritto il 25 Luglio 2012 at 17:48

alfio200@finanza,

in caso di caos non puoi più entrare nel caveau e in caso di doppio caos te lo confiscano
uno accumula oro per 50 anni pensando al peggio e quando il peggio arriva non può prendersi l’oro perchè l’ha messo in una banca di un paese di serie B,
meglio non scegliere le banche nostrane

ottofranz
Scritto il 25 Luglio 2012 at 18:07

gremlin,

la solita pianella…chiaro ! Il caveau è li sotto e Dio mi scampi e liberi dagli zingari 😀

La solita paura è appunto il doppio caos. MA come si visto alla fine ….

ottofranz
Scritto il 25 Luglio 2012 at 18:11

Fester,

infatti questo è il nocciolo del problema . E’ il motivo per il quale parlavo di comportamento in relazione ai cambi . Se viviamo in area euro , naturalmente .

sakura
Scritto il 25 Luglio 2012 at 19:41

Saluti dottor Ottofranz. La vedo frizzante in tema GOLD. A buon intenditor…..

signor ernesto
Scritto il 25 Luglio 2012 at 19:41

Ero short…da giorni…me l’avete bruciato… 🙁

Chevvepossino..

idleproc
Scritto il 25 Luglio 2012 at 21:49

Sull’oro vedo anche il rischio “governativo” che vada nel senso di limitazioni al possesso (già successo).
Nel caso di approfondimento della crisi diventerebbe un forte concorrente alle monete fiat.
Nulla è eterno e anche le monete fiat come sono nate possono anche finire specie se gradualmente perdono la funzione di unità di misura realistica di valore. Non credo che un sistema economico globale o meno possa stare appeso per tanto tempo ad una condizione di valori virtuali taroccati.
Banale: vendo una casa e mi danno in cambio carta che devo reinvestire differenziandola in altra carta monetaria o meno. Qualsiasi cosa uno faccia diventa, per come hanno ridotto la finanza, una operazione a rischio bisca. Qualsiasi attività che tu faccia di tipo imprenditoriale, hai liquidità che gira e spesso crediti a lungo termine che servono per mantenerti i clienti. E’ chiaro che uno ci pensa molte volte prima di investire nella produzione. Rischi di non sapere più se stai facendo profitti o perdendo in termini di valori reali. La faccenda è diventata un pochetto aleatoria. Per fortuna non ci sono più in mezzo ma guardandola rispetto al passato, anche difficile, no ho mai visto una roba del genere.
Comunque, per come sono fatto io, investirei in attività produttive e beni reali che gestisco direttamente. (Lo so che sono antiquato).

moneys
Scritto il 26 Luglio 2012 at 00:38

ora oro in usd 1603 e in eur 1321 l’insecisione pare risolta, si sale?

ottofranz
Scritto il 26 Luglio 2012 at 07:53

sakura@finanza,

buongiorno a Lei Prof. Sakura.Interessato pure Lei al Vil Metallo?

ernestoillesto
Scritto il 26 Luglio 2012 at 12:18

http://www.ft.com/intl/indepth/rising-food-prices

L’oro del futuro 🙁

maurobs
Scritto il 26 Luglio 2012 at 16:28

Dream, non vorrei sembrarti pignolo, ma più che “pennant” mi sembra un “triangolo simmetrico”(vista la durata di circa 3 mesi del movimento)….ora se vine confermato il breakout al rialzo avrei una proiezione in area 1725$/oz…..sbaglio qualcosa? 😳 🙄

sakura
Scritto il 26 Luglio 2012 at 17:53

ottofranz,

cosa vuole che le dica, un vil personaggio come me cos’altro può far se non incrociare le sorti del vil metallo?

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...