GRECIA: passa il piano di austerity, rinviato al momento il default

Scritto il alle 23:53 da Danilo DT

Papademos ottiene la maggioranza. Arriva l’ennesimo piano di aiuti.

La Grecia sull’orlo di una crisi di nervi.
Tutto il mondo ha visto le immagini in arrivo da Atene. Foto di guerriglia urbana in un’atmosfera che al momento è ancora di feroce protesta, ma sembra voler addirittura diventare guerra civile e poi…chissà.

h 23.15 : Mentre vi scrivo Papademos predica in Parlamento e chiede l’elemosina a tutti gli onorevoli. La Grecia non deve fallire (anche se raggiungere rispettivamente per il 2013 e il 2014 un surplus di bilancio pari rispettivamente a 3.6 e 9.5 miliardi di Euro come da progetto lo vedo una pura utopia) e il Parlamento deve capire che l’austerity feroce è l’unica strada percorribile.

Immagine anteprima YouTube

Ma chi sta per le strade la pensa così? Beh, queste persone si pongono la più semplice delle domande in questo momento, quella che ci faremmo anche noi se fossimo al posto loro.

“L’Europa vuole ridurci alla fame, ma a sto punto perché non fallire e riprovare a ripartire dalla Dracma?”

Tutto ampiamente condivisibile se visto con gli occhi della disperazione. Peccato che default non significa “schiacciare” il tasto RESET sul passato e ripatire da zero. Default significa perdere tutto.
Default significa non solo perdere la credibilità, ma qualsiasi forma di assistenzialismo. Default significa ridurre la gente alla fame, quella vera. Default significa rimanere schiavi dell’inflazione e della povertà. Ma default significa riacquistare psicologicamente l’indipendenza che ormai è data per persa a causa del commissariamento a cui la finanza internazionale ha condannato la Grecia.

Una scelta profonda tra caos e ragione, tra mondo degli oligarchi rapaci che finora hanno dominato in Grecia ( e che puntano sull’uscita dall’euro per poter acquisire con quattro soldi svalutati i beni da privatizzare) e l’economia sociale di mercato del capitalismo renano. Per questo tutto il mondo guarda ad Atene: perché lì si decidono i destini dell’economia mondiale. Le scelte greche potrebbero spingere l’economia dalla recessione alla depresione o alla ripresa. Paradossalmente Atene, come Atlante, oggi ha sulle spalle i destini (economici) di molti altri paesi e istituzioni. (Source

H 23.50: E proprio in questo momento arriva l’approvazione. Ancora una volta il default Grecia è evitato. Il super piano di Austerity è passato e la Grecia tira avanti ancora per un po’. Ma la strada è ancora lunga, molto lunga, ne sono certo…

Parlando egoisticamente, molto meglio che la Grecia non sia fallita. L’effetto contagio avrebbe creato danni a quel meccanismo su cui si sta generando qeusta fatu afase di ripresa dei mercati. E quel meccanismo si chiama FIDUCIA.

Ma dal punto di vista dei greci, beh, posso solo dire che sono felice di non essere nei loro panni. Gli aspetta un futuro realmente pieno di incognite. E di incertezze. E di povertà.

Intanto però leggetevi anche questo post. La Grecia potrebbe essere un importante monito per tutti…

Athens....tonight...

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace, sul +1 e su Twitter” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
7 commenti Commenta
l.b.chase
Scritto il 13 febbraio 2012 at 00:30

La farsa continua… Ancora una volta hanno rimandato di qualche ora il problema e aggravato di molto lo stato del paziente che dovrebbe essere morto da un bel pò…
Continuiamo pure così, poi quando avremo definitivamente distrutto un popolo riportandolo al medioevo e prosciugandolo di tutti i suoi averi, magari ammetteremo anche di avere sbagliato qualcosa. Che schifo d’ipocrisia!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

vale77
Scritto il 13 febbraio 2012 at 08:32

..io tra 10 giorni dovrei andare ad atene, ma con queste news distruttive, che raccontiamo da 2 anni ormai, e col pericolo gelo/neve.. che fare..?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 13 febbraio 2012 at 08:59

vale77@finanzaonline,

Dipende dal tuo spirito di avventura….. se non ti piacciono i rischi, rinuncia…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

vale77
Scritto il 13 febbraio 2012 at 09:25

ne ho tanto di spirito d’avventura, pensa che mi spaventa + la neve che la rivoluzione..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

leone51
Scritto il 13 febbraio 2012 at 09:58

Non per dire , ma come volevasi dimostrare , sarebbe passato :-D.
Mi disp per i Greci e spero che continuino e riprendano la loro libertà

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 13 febbraio 2012 at 10:14

Grecia un paese alla fame oggi, fallitto domani

ma the show must go on, e come leggere un libro di John Grisham , ma che parla di finanza, dove l’unico scopo dei banchieri squalo è quello di fatturare e fatturare, senza scrupoli .

Similitudine con il libri di John Grisham :

Multinazionale del farmaco ( ultimo libro) = banche

avvocati = politici

Il riusltato non cambia un branco di sciacalli che cerca di dimostrare grazie ad un esercito di politici corrotti e sui loro libri paga, che essi sono innocenti ed in alcuni casi lavorano per l’altissimo, alias goldman sachs, come si potrebbero condananre questi poveri ed innocenti BASTARDI?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lexmumble
Scritto il 14 febbraio 2012 at 16:33

Ieri al “l’infedele” sembrava di leggere il blog.
Che fosse la volta buona che si comincia a parlare seriamente dei problemi?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+