FTX: è default. E’ a rischio il mondo delle criptovalute?

Scritto il alle 11:25 da Danilo DT

Il castello di sabbia inizia a crollare. Fino a qualche mese fa Sam Bankman-Fried, 31 anni, diceva: “Abbiamo così tanta liquidità che per noi comprare una banca d’affari come Goldman Sachs non è un problema”. E stiamo parlando di Luglio 2021. E questo personaggio per molti era il nuovo guro della finanza, o del mondo criptovalute.

Oggi FTX, società che fa capo a Sam Bankman-Fried, è fallita. Quella che fino a qualche giorno fa, gestiva un terzo e ripeto il 33% degli scambi di tutte le criptovalute, ha fatto default. Le conseguenze al momento non sono ancora state scontate perché c’è poca chiarezza. E facciamo attenzione perché il mondo delle criptovalute è per certi versi molto autartico, senza vigilanza e regolamentazione. Magari questo episodio, un default con un buco accertato per ore di 8 miliardi di USD, cambierà qualcosa. Intanto però dobbiamo prendere i cocci e cercare di capire cosa potrebbe capitare.

Come dicevo le conseguenze sono difficili da calcolare perché…

(…) in Ftx hanno investito negli anni fondi di venture capital, fondi pensione americani, banche d’affari. Le azioni di Ftx negli Usa erano classificate come blue chip, quindi un’azienda sicura, un riconoscimento che l’ha resa agli occhi degli investitori un buon affare. Fino a poche settimane fa. (…) [Source]

Signori, poco da dire, parole che ho letto e riletto quando falli Lehman Brothers. Quindi possiamo tranquillamente considerare FTX la Lehman del mondo crypto.
Se guardiamo il mondo degli exchange ecco cosa si desume.

Binance è il più grande exchange al mondo con un volume di scambi intorno ai 25 miliardi. Ed era proprio Binance che ha denunciato la truffa FTX, che poi ha provato a salvarla ma poi ha rinunciato.

La domanda che dobbiamo farci oggi è la seguente. Ma in un mondo dove manca una regolamentazione chiara, manca un’autorità di vigilanza, mancano delle norme di comportamento, quante altre FTX ci saranno? E soprattutto, il modus operandi di FTX sarà comune a quante altre società? E poi ancora, un colosso come Binance, ora leader incontrastato, può garantire un mercato solido ed equo?

Non scordatevi che questo fenomeno digitale comporta miliardi di risparmi e investimenti che rischiano di andare in difficoltà con rischio di “effetto domino”, proprio anche per la mancanza di quel sistema protettivo che per assurdo ha salvato il sistema proprio con Lehman Brothers.

Quindi non essendoci una FED, un colosso come Binance potrebbe salvare TUTTO il sistema? E se va in crisi Binance, chi la salva? Spero che questi miei dubbi restino solo teoria anche se un pensiero di meditazione, secondo me, la meritano.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

1 commento Commenta
kociss01
Scritto il 14 Novembre 2022 at 12:00

erano li tutti in fila a comprare le crypto valute e invece hanno preso una cripto inchiap*****a anzi molto esplicita e poco criptica…… ma 400 anni fa non era gia’ capitato coi bulbi di tulipani??? almeno quelli erano coreografici quando sbocciavano…

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#11-21: la criptovaluta più performante del 2021 sarà...

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+