FED verso rialzo tassi monstre. E il credito revolving decolla

Scritto il alle 07:43 da Danilo DT

E’ brutto dire che “l’avevamo detto” però è successo.
Lasciamo da parte la guerra, lasciamo in un cantuccio il rallentamento economico. Ancora protagonista l’inflazione che magicamente passa da essere transitoria a persecutoria. Si, è una persecuzione e purtroppo, dicevamo prima, quello che temavamo è successo.

Le banche centrali hanno accompagnato i mercati per anni. I mercati si sono fidati ed hanno approfittato della situazione mettendo le basi ad uno dei rally più forti del secolo.
Ma oggi è tutto diverso. Ci voleva un elemento esogeno (guerra) ad amplificare quello che doveva essere naturale, ovvero un passaggio del tasso inflazione ad un regime di normalità. E invece no.

Iper inflazione con frenata economica, ma con una situazione debitoria degli stati insostenibile. In altri termini, le banche centrali hanno le mani legate e ora si ritrovano a combattere contro mulini a vento.

E il mercato ha perso completamente la fiducia nelle banche centrali.

Se già le cose scricchiolavano nelle settimane scorse, è bastata un’impalpabile Lagarde a fare una frittatona e poi, ieri, ci ha pensato ancora la FED.

(…) The Federal Reserve is likely to discuss making its biggest interest-rate increase since 1994 when policymakers meet this week, as a range of new data suggest that inflation is coming in hotter and proving more stubborn than they had hoped.
The central bank will probably contemplate whether to raise interest rates by three-quarters of a percentage point on Wednesday, when they are set to release both their decision and a fresh set of economic projections. (…) [Source

75 bp! Mamma mia, panico assoluto, il mercato sbarella e i risultati li abbiamo visti tutti.

E’ chiaro che i mercati sfidano la FED, la reazione di oggi è quantomai spropositata ma spinta da questo rumors molto convinto. Sopra vedete come la vedono i futures sui FED Funds e dicono proprio 75 bp. I mercati ci credono.

Ma la cosa grave poi, è il contesto storico. Un rallentamento che è evidente. Vi ho già illustrato con un sacco di grafici la situazione. Oggi mi riporto un grafico direttamente da Main Street. Guardate questo grafico. Il sentiment dei consumatori (che come sapete è fondamentale) è semplicemente collassato. Ma attenzione, il credito revolving è cresciuto alle stelle!

Avete una vaga idea di cosa può significare questo grafico in un contesto, tra l’altro, di tassi in salita? Vediamo se ci arrivate da soli…

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #4-21: Tasso 10yr T-Note a fine anno sarà... (base 1,25%)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+