FANGMAN: la borsa siamo noi!

Scritto il alle 15:48 da Danilo DT

E’ giusto dare a Cesare quel che è di Cesare. E allora, sono note a tutti le criticità che hanno colpito l’economia negli ultimi mesi. Ma le borse non hanno reagito in un modo probabilmente troppo coerente. Ovvio che gli interventi monetari e fiscali del sistema hanno fatto la differenza, ma ci tengo sempre a sottolineare COSA sta rappresentando il mercato in questo momento.
Ultimamente mi sono ritrovato di fronte un nuovo acronimo: FANGMAN. Per certi versi è l’evoluzione del NYFANG+ anche se continuo a preferire questo indice. FANGMAN è composto dal punto di vista statico da: Facebook (NASDAQ:FB), Amazon (NASDAQ:AMZN), Netflix (NASDAQ:NFLX), Google’s parent Alphabet (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL), Microsoft (NASDAQ:MSFT), Apple (NASDAQ:AAPL), e Nvidia (NASDAQ:NVDA).
La loro capitalizzazione oggi è pari a circa il PIL del Giappone, molto più del PIL della Germania per intenderci.

Il potere finanziario di queste società è sempre più determinante, crescono e lievitano come capitalizzazione. Investono proprio quando le altre società sono ferme. Il loro tasso di crescita è superiore alle società dell’economia “tradizionale” e il Covid-19 non ha fatto altro che aumentare il gap dalla old economy, accendendo ancora più i fari su queste società.

Certo, ci sono dei livelli di P/E ad esempio che necessitano di importanti conferme. Guardate Amazon e Netflix. I ricavi crescono ma non tutti allo stesso modo. Diventa dunque difficile poter fare delle valutazioni oggettive in questo contesto di mercato. Solo una cosa può cambiare le condizioni: una divergenza tra le attese e l’effettivo. Inoltre, viste le valutazioni raggiunte, cosa possono ancora scontare per giustificare un ulteriore rally? Vediamo se il mercato dei miracoli, anche questa volta, riuscirà a sorprenderci.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (3 votes cast)
FANGMAN: la borsa siamo noi!, 9.3 out of 10 based on 3 ratings
Tags: ,   |
1 commento Commenta
pistarr
Scritto il 3 luglio 2020 at 17:41

Ottimo post, sobrio e che coglie la strana attualità…
A proposito della comparazione : “La loro capitalizzazione oggi è pari a circa il PIL del Giappone, molto più del PIL della Germania per intenderci. ……
e……..”Il potere finanziario di queste società è sempre più determinante, crescono e lievitano come capitalizzazione. Investono proprio quando le altre società sono ferme. Il loro tasso di crescita è superiore alle società dell’economia “tradizionale” e il Covid-19 non ha fatto altro che aumentare il gap dalla old economy, accendendo ancora più i fari su queste società.

Mi sembra di ricordare che esista una legge di uno statistico-economista (insomma econometria) che dimostra rigorosamente quando il Tasso di crescita di una società attualizzato non può superare un certo livello in quanto andrebbe a superare la crescita del PIL del paese a cui appartiene e che quindi contribusce ad alzare… ect ect
Purtroppo non so specificare oltre, magari tu ne sai di più

Inoltre da dove hai preso i livelli di P/E dei FANGMAN io per Netflix e Amazon sono fermo fra i 110 e 130 mentre per Nvidia io ho circa 70 – 80,,,, so che poi con gli utili ADJUSTED possono crearsi delle differenze ma nello specifico mi sembra un divario ampio

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+