Facciamo il punto… 31/08/07

Scritto il alle 12:05 da Danilo DT

Bene bene bene…
Quello che sto per scrivere è probabilmente l’ultimo post da me redatto prima della partenza per l’ultima mia settimana di ferie. Un ultima settimana per ricaricare le pile alla grande, anche perché temo ci sarà un autunno moooolto caldo. E premetto già che, con la fine dell’estate, il tempo libero sarà sempre meno e quindi dovrò cercare di ottimizzare il tutto, lavoro e blog. Ma ora non ci voglio pensare,  avremo tempo e modo… Intanto ci tenevo fare il punto tecnico della situazione. All’origine questo blog era proprio basato fondamentalmente sull’analisi tecnica, poi diverse esigenze lo hanno spostato un po’ anche sull’analisi dei fondamentali. E’ una cosa che è venuta quasi in modo automatico e quindi, se siete d’accordo, vedrei di buon occhio cercare di far andare avanti le cose di pari passo.

Lo S&P 500 mantiene un tono ribassista

I raggi di sole apparsi nelle ultime sedute non hanno cambiato, al momento, l’impostazione negativa dello SP 500. Come potete vedere la trendline ribassista rossa continua a tenere, l’RSI continua la sua corsa verso il basso. Molti potranno sindacare sui volumi, Però, visto il periodo, non mi preoccuperei più di tanto. Certo è che, se dovesse tornare in un trend rialzista e quindi dovessimo assistere ad una rottura al rialzo della Trendline rossa, accompagnati da forti volumi, allora il segnale ottenuto sarebbe affidabile.

 spx2.gif

Ma al momento stiamo solo parlando di ipotesi. Il grafico al momento guarda verso il basso. Target? Io continuo a guardare con sospetto a quota 1375. Vedremo se ci torniamo…

Forex: Yen protagonista, e il dollaro USA?

Continua l’importante correlazione dell’indici azionari con il cross Eur/Jpy, di cui abbiamo parlato più volte in passato. I livelli da tenere in considerazione sono sempre gli stessi. In particolare io monitorerei con attenzione proprio quota 160. Scommessina: se il mercato nel breve gira in positivo, scommettiamo che il cross Eur/Jpy va sopra 160 lo stesso giorno in cui avviene la rottura della trendline ribassista rossa?
In merito al $ invece, vi allego il grafico.

eur.gif

Direi che il trend è sempre a favore dell’Euro, che continua ad essere molto forte vs. la valuta U$A. Guardate l’importanza di quota 1.363. La violazione di questo livello ci irporterà ai massimi precedenti, ovvero a 1.385. Invece, occhio nel brevissimo alla tenuta delle 2 MM, appaiate a 1.362, e alla trendline gialla che “comanda” il cambio per il medio-lungo termine.

Petrolio: riacquista forza!

Per chi avrà letto il post sull’argomento, citavo la possibilità di un’inversione di trend del WTI nel breve periodo, malgrado le turbolenze ed i dubbi che ci sono sul mercato. E così è stato. La rottura della trendline viola, in concomitanza del raggiungimento dell’ipervenduto, ha comportato un rimbalzo di natura tecnica che ha negato ulteriori ribassi. Intanto una news dall’ultimo bollettino del COT: i “commercials” hanno chiuso 52634 posizioni short (le long chiuse sono state 9526) il che significa una chiara visione rialzista per il breve termine. Ed il mercato ha poi concretizzato il tutto.

cl15.gif

La stagione era sicuramente propizia per una certa positività dell’oro nero, ma incertezza sulla crescita economica e dati contrastanti hanno poi minato la salita dell’oro nero, che si è ripreso nelle ultime sedute. Ripeto, considero il movimento di natura tecnica, quindi facciamo attenzione ad operare su questo settore, mantenendo sempre ben chiara la strategia de i livelli di stop loss e take profit.
Nulla da segnalare invece sull’oro. Tutto come nell’ultima analisi stilata sull’argomento.

Bund: la forza del fly to quality

Il motivo del rimbalzo delle obbligazioni a lunga scadenza (il benchmark europeo è il Bund presente nel grafico) è duplice. Innanzitutto il fly to quality di cui si è ampiamente parlato, e il timore che le banche centrali possano intervenire sul mercato con dei tagli di tassi. Sta di fatto che il Bund ha invertito la rotta ed è indirizzato alla linea gialla che rappresenta un target importante, quota 114.70. Se devo essere sincero, il grafico non mi convince molto, anche perché trovo che i bonds non vivono di luce propria ma di luce riflessa, ovvero il loro comportamento è legato alle tendenze di altri settori. L’RSI si è appiattito e ora siamo sulla trendline. Ovviamente, anche qui, sono pronto a scommettere che la rottura della stessa, ed un nuovo indebolimento dei corsi, sarà concomitante con i rispettivi movimenti di EUR/JPY e SP500.

rx11.gif

Ma questa è una scommessa… E quindi resta tale. Per il momento preferisco non prendere posizioni su questi assets, in quanto la parte lunga della curva dei tassi al momento è troppo volatile e poco interessante come rendimenti.

CONCLUSIONI:

Al momento tutto confermato. Ribadisco solo l’importanza delle correlazioni tra i mercati dell’equity, del forex e dei bonds. D’altronde l’analisi intermarket servirà bene a qualcosa no?
Un saluto a tutti i lettori!

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#8-21: quale sarà l'asset class con il maggiore incremento di AUM?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+