CROSS EUR/USD: GRAFICO ED ANALISI

Scritto il alle 10:00 da Danilo DT

cross eur usdIn questi giorni sono bombardato da email di lettori che continuano a chiedermi lumi e spiegazioni sul cross euro dollaro e sull’evoluzione tecnica del grafico.

 

Tutti notano una certa incoerenza tra l’andamento del biglietto verde e la situazione paventata nelle settimane scorse. Infatti è da tempo che io parlo di un dollaro, se non ridotto a carta straccia, ma comunque in indebolimento contro l’Euro, quantomeno con un ritorno in area 1.60.

 

Marc Faber era solito dire, nei suoi stralunati incontri, la frase: “The collapse of the dollar”.

 

Anche se proprio non prevedevo un collasso, mi aspettavo un indebolimento. Che però non è arrivato al momento. Come mai?



I motivi del rafforzamento del dollaro USA

Premessa: io resto coerente con il mio scenario. Il dollaro secondo me è destinato ad indebolirsi. So che molti di voi la pensano in modo differente e la cosa mi fa molto piacere, anche perché in questo modo abbiamo la possibilità di intavolare una discussione costruttiva, un dibattito sull’argomento da cui tutti abbiamo da apprendere qualcosa. Certo è che questi sostenitori di un rafforzamento del dollaro, al momento, hanno ragione. Cosa sta accadendo?

a) Politica Fiscale USA: la politica fiscale di Obama (ormai è lui che comanda) decisamente espansiva sta dando un po’ di fiducia al mercato per il medio termine. Quindi il mercato scommette su una situazione che tende a migliorare negli USA. La politica di sostegno dell’economia è un supporto, quindi, della moneta verde. Ovviamente gli effetti di questo sostegno solo soprattutto di carattere psicologico e quindi non di matrice reale. I sostegni necessitano di tempo per essere digeriti

b) Indebolimento Area Euro: dall’altra parte invece, l’economia UE sta progressivamente peggiorando. Morale: il mercato sta scommettendo in un certo qual modo che gli USA usciranno fuori dalla crisi prima dell’Europa. Ecco un altro motivo che quindi va contro l’Euro e va invece a favore del Dollaro. E’ una scommessa. Sarà vero? Forse si…anche se il mercato non ha ancora fatto, secondo me, i conti con il debito complessivo che si è venuto a creare. Infatti il debito complessivo oggi, se raffrontato al PIL, ha raggiunto livelli folli, livelli mai raggiunti nella storia. Siamo circa al 360%

rapporto debito USA pil GDP 14-01-2009

c) Differenziale di tasso e politica monetaria: su questo abbiamo già detto molto. La BCE deve ancora tagliare. La FED ormai ha ben poco da abbassare. Quindi il differenziale di tasso va a favore del dollaro, senza dubbio. E questo sostiene il biglietto verde.

d) Carry trade: il dollaro è una valuta che viene usata anche per il carry trade  . Aumenta la volatilità e il rischio? Il dollaro viene ricomprato e quindi si rafforza. Diminuisce il rischio? Ci si finanzia in dollari e si comprano altre valute.

e) PERO’….. però gli USA hanno stampato carta a dismisura. Ne ho parlato un sacco di questo argomento. Uesto denaro stampato, il debito in aumento più tanti altri elemento già discussi porteranno secondo me il dollaro ad indebolirsi. Ma come mai questo fatto non è ancora avvenuto? Perché tutto questo denaro non è ancora entrato realmente in circolo nel sistema. Ecco qui la grande scommessa. Nel momento in cui questo denaro verrà utilizzato, potrebbero cambiare radicalmente le cose. Immaginate di aver preso una medicina. Prima di avere degli effetti, occorre aspettare un po’ di tempo. Ecco fatto. E’ una questione di tempo. Non nascondo il fatto che ci vorranno forse dei mesi ma poco importa. Ora il mercato vive su speranze ed emozioni. Ma poi la situazione inizierà a rispecchiare la realtà delle cose. Questa è la mia view.

 

 

Grafico Euro dollaro

grafico euro dollaro eur usd 14-01-2009

E mentre che ci siamo, buttiamo un occhio al cross euro dollaro e al grafico.

 

Sfiorata l’area 61.8%, touch & go con la MM200 (cerchio giallo), correzione (dell’Euro) e raggiungimento quota 1.32. Ma attenzione.

Interessante il comportamento a contatto della MM 55. Funge da supporto con il 23.6%. Riuscirà a reggere? Vedremo, in caso contrario, si torna a 1.232. Con la complicità dell’equity e dell’intermarket, come sempre…

 

STAY TUNED!

 

Inviate il vs. feedback positivo mandando SEMPLICEMENTE un email a

[email protected]

con oggetto: Votazione Classifica Italiana Blog Finanza indicando il nome del blog Intermarketandmore. In questo modo contribuirete a migliorare la posizione del blog I&M nella speciale classifica “Migliori blog di finanza italiano”.

 

 

GRAZIE !!!! :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+