Crisi di sistema?

Scritto il alle 10:42 da Danilo DT

La situazione pian pianino si sta complicando ed i fatidici nodi vengono al pettine. Borse giù in apertura (ma ne parliamo dopo…). Già venerdì i dati usciti non sono stati eccezionali. Frenano le vendite al dettaglio (cresciute meno del previsto), cala l’occupazione (era dal 2003 che non si perdevano posti di lavoro!), e il settore manifatturiero perde colpi. Inizia una fase di debolezza dell’economia. Quindi darei per scontato un movimento sui tassi USA previsto per domani. Lo 0.25% è d’obbligo. Ma c’è anche chi prevede mosse più aggressive. Secondo me resterà assolutamente fondamentale sentire cosa il buon Ben Bernanke avrà da dire, dope la comunicazione dell’eventuale taglio. Ora bisogna vedere come reagirà, sempre a livello di dati, la fiducia dei consumatori, secondo me importante “cartina tornasole” delle potenzialità di consumo dell’americano medio. Al momento tale indice ha retto bene. Però potrebbe subire forti contraccolpi.

 

Northern Rock: default?


Intanto stamattina le aperture delle borse sono negative (malgrado il buon recupero del Nikkey): troppo forte è l’influenza dell’effetto Northern Rock e si inizia a temere quello che secondo me potrebbe essere il problema più grande, ovvero una crisi del sistema finanziario. Non facciamoci prendere dal panico e guardiamo avanti. E’ ancora presto per sputare sentenze sul sistema, sentenze che potrebbero essere drammatiche se confermate. Di per sè  la storia della Northern Rock è molto legata ai mutui subprime, con un’esposizione sul settore notevole. D’altronde loro hanno scommesso fortemente su questo settore, scommessa che comunque ha, per un certo periodo, pagato, portando questa banca a raggiungere il 5° posto come dimensione in Inghilterra. Una piccola nota: la N.R. non sta per fallire, ma questo il mercato non l’ha capito. E’ una crisi di liquidità, ha un patrimonio più che sufficiente per garantire i prestiti ottenuti. Quindi, calma e sangue freddo. Scommettiamo che tra qualche settimana arriva un bel take over?

La solita bufala del Rating

Permetetemi solo un’ultima nota critica sul sitema dei Rating. Northern Rock vale per Moody’s un bel AA3 con outlook stabile. Quindi per la banca USA, tuto è ok, non ci sono problemi. Ma vedrete che nei prossimi giorni, arriverano i downgrade. Ma tutto capiterà quando ormai, per colpa dei timori di default (che , ripeto, al momento resta un ipotesi remota) le obbligazioni saranno arrivare a livelli di prezzo molto bassi. E il povero risparmiatore, sempre lui, che credeva di aver comprato una società solida, se lo prenderà nel solito posto. Per fortuna che in Italia abbiamo il consorzio Patti Chiari…. Difatti l’obbligazione Northern Rock faceva parte del cosiddetto “Elenco delle Oblligazioni a basso rischio”. Non dico altro… Anzi no… Vi invito a buttare l’occhio qui ed ai post scritti in passato sui rating e sulle società che di mestiere danno i “voti” agli emittenti… Guardate qui…

Crisi di sistema?, 6.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#7-21: COVID-19, la cosiddetta "immunità di gregge" la avremo...

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+