BORSE USA: SENZA PAROLE, o forse no…

Scritto il alle 00:35 da Danilo DT

trader disperatoSono sbaccalito.

Nuovo tonfo per le borse USA. In una giornata dove, sembrava, ci fossero tutti presupposti per un rimbalzo. Ed invece… Kaputt… Crollo. Ennesimo crollo.

Dow Jones a -7.33%, Nasdaq a -5.47%, S&P 500 (il nostro benchmark) a -7.62%
Profondo rosso dappertutto.
A dare la mazzata ha sicuramente contribuito innanzitutto la possibilità di riaprire gli short, e poi le pessime previsioni sulle vendite auto nel mondo. Così abbiamo assistito al mega capitombolo sia di General Motors, società che da tempo ho additato come candidata al Chapter 11, e Ford, che non sarà certo sanissima, ma che dovrebbe avere una situazione finanziaria un pochino migliore di General Motors. Un -31% per GM e -22% per Ford.
Ora, tutti ovviamente si chiedono quando questa carneficina si interromperà.


Un crollo di immane violenza

Chi segue da tempo questo blog, sa benissimo quali sono state le mie paure. E purtroppo avrà anche visto che molte delle cose che temevo, sono accadute.
La cosa che mi stupisce però è l’estrema velocità degli eventi. Inoltre non posso negare che, nella straordinarietà di questa situazione, secondo me, l’analisi tecnica inizia a contare poco, proprio perché la situazione è totalmente anomala e storicamente nuova.
In più ci sono tante storie ancora irrisolte e difficile da comprendere. Il marcio del settore bancario USA, ad esempio, è veramente venuto tutto fuori o…sta per arrivare qualche altra sorpresina? Un esempio su tutti. Già ve l’ho citato ma lo ripeto.


Morgan Stanley: i conti non tornano

Perché Morgan Stanley, dopo aver ricevuto la bellezza di 9 miliardi di $ dalla banca Giapponese Mitshbishi UFJ, continua non solo a crollare in borsa, ma ad avere un CDS 5 yr a circa 1200 bp e quindi ad un valore pre default?
La cosa è assurda. Però è così. Ho il dubbio che ci sia ancora qualcosa che, inevitabilmente, non ci hanno ancora voluto dire. Il fatto è che queste banche, oltre a subprime e derivati, hanno usato la leva finanziaria in modo sconsiderato.

Mega G-20 nel week end?

crisi globaleUn ultima cosa, che potrebbe aver influito sul crollo di stasera, è probabilmente anche il rumour che gira da qualche tempo nelle sale operative. Sembra ci sia in programma un segretissimo G-20 nel week end, una riunione che sarebbe non solo straordinaria, ma addirittura storica. Il tutto verrebbe poi accompagnato da una chiusura forzata dei mercati finanziari per diversi giorni (la nuova Bretton Woods?).
Non prendete questa notizia come oro colato. E’ un rumour, in un mercato isterico, quindi probabilmente poco attendibile. Però mi sembrava corretto rendervi partecipe di questa notizia che, se veritiera, sarebbe senza dubbio di rilevanza storica.

S&P 500 crashVi lascio, in chiusura, questo incredibile grafico dlel’indice S&P 500.

Non merita commenti. Inoltre buttate anche un’occhio al Dow Jones “secondo Agata”. CLICCATE QUI !

STAY TUNED!

-Avviso per I lettori-
Se ritieni interessante e utile questo post o altri articoli del blog CLICCA QUI per capire come sostenere l’iniziativa.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+