BOND focus

Scritto il alle 13:00 da gremlin

USA & Germania
Continua il riassestamento dei prezzi e dello spread bund/treasury. Dopo il max epocale e parossistico dei prezzi future nei due giorni successivi al recente Fomc ora siamo tornati su un minimo apparentemente inspiegabile in quanto a logica: la manovra della Fed (operation twist, cioè allungamento della scadenza media di portafoglio per ridurre rendimenti a lungo) sembra totalmente ignorata in quanto il rendimento del t-bond trentennale è tornato al 3,1%; considerare che dal 3.2% di mercoledì scorso era sceso in due giorni al 2.7%. Ecco i rendimenti dei bond USA e tedeschi di questa mattina:

Notare che lo spread fra decennali, per lungo tempo riamsto “favorevole” ai tedeschi ora si è azzerato mentre il bund trentennale continua a rendere tre decimali meno dell’omologo americano.
Notare anche che l’ultimo dato sull’inflazione tedesca è 2.8%, quindi sostenere o credere che Draghi (non Trichet) taglierà i tassi equivarrebbe a dire che la BCE è sempre più longa mano della FED e sempre meno istituzionalmente corretta. Prevedo tensioni fra BCE e Germania.

Italia

Il btp decennale continua a rendere il 5.65% segno inequivocabile che gli acquisti della BCE si sono alquanto rarefatti nell’ultimo mese, probabile che la fascia 5.5 – 6.0% sia da considerarsi come nuovo benchmark di portafoglio per almeno un anno.
Nel complesso quindi allentamento della tensione e ritorno di fiducia sulla solvibilità italiana sul breve.
Oggi prima importante asta di btp a medio lungo dopo il downgrade, se la collocazione sarà completa con rendimenti non superiori a 5,6% sarà considerata un successo

Market mover
Oggi
Il parlamento tedesco ha approvato a larghissima maggioranza un’ora e mezza fa la riforma sul fondo salvastati, essendo una decisione scontata i mercati non hanno fatto una piega.
Oggi la cosiddetta troika europea se ne va in Grecia per l’ennesima rifinitura degli accordi, dovrebbero seguire dichiarazioni rassicuranti
Dagli USA alle 14.30 dati importanti che movimenteranno lo scalping
Domani
Due i big market mover che aleggiano sul breve:
– DEFAULT GRECIA che non significa uscita dall’euro ma solo rimborso parziale e allungamento scadenze dei debiti di Stato
– QE3
I due eventi dovrebbero avere effetti diametralmente opposti sui mercati, azzardo due scenari:
a. annuncio a brevissimo del default (crollo) seguito da QE3 e rally di Natale per evitare performance annuali in profondo rosso di gestioni e fondi
oppure
b. prima il QE3 e default da gennaio in poi

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

Tags: , ,   |
28 commenti Commenta
gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 13:14

Cosa vi ricorda l’immagine di copertina?

– fly to quality

– irruzione di Brunetta in un ufficio pubblico

– parlamentari italiani che si affrettano a riscuotere l’ingaggio in valuta pregiata

paolo41
Scritto il 29 Settembre 2011 at 13:36

gremlin,

non sono così sicuro che con l’approvazione del fondo salva-stati il quadro diventi positivo; tale decisione, come hai detto anche tu, era data pressochè scontata. Il probema viene ora, nel senso che, scontato il default controllato della Grecia, occorre domandarsi se il fondo sia sufficiente per sostenere il sistema bancario (personalmente non credo) o occorra autorizzare il suo utilizzo “a leva” per coprire i saldi delle banche più esposte e in difetto di liquidità?????
Secondo punto non meno importante: coprire debito con debito è solo rimandare il problema!!!
Fino a che i vari paesi non tornano ad avere un avanzo primario positivo che sia in grado di bilanciare il più possibile il costo degli interessi non può esserci possibilità di uscire dal “buco”.
Può suonare “stonato”, ma non è poi tanto strano, fra le più importanti economie europee quella che ha il maggiore avanzo primario positivo è….L’Italia…

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 14:00

paolo41,

devono perfezionare il meccanismo e convincere i recalcitranti ma il buon Draghi apostolo di Goldmann conosce la ricetta, che è proprio coprire debito con debito, al momento non ci sono alternative se non si vuole distruggere lo stato sociale e decimare il parco buoi che più o meno indirettamente consente il prosperare della finanza creativa,
il fondo non verrà alimentato con altri soldi, solo alchimie a leva, basta avere fiducia nelle doti taumaturgiche di bernanke e draghi e per altri dieci anni si tira avanti coi debiti, qualche default controllato, stagnazione economica, nessun fallimento bancario di rilievo e stabilità degli assetti geopolitici mondiali.
Scenari alternativi prevedono la guerra all’iran come diversivo e la presa dell’europarlamento e del mausoleo di arcore come esproprio proletario

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:05

gremlin,

Scusa ma ultimamente mi risulti credibile alla pari di bunga bunga, oggi dici una cosa, ieri una altra ancora, daomani il contrario di ieri.
Lo scenario non si è spostato di una virgola eppure, parli di q3 e di altri scenari sinceramente tutti da verificare.
Il fondo salva stati non serve a nulla, forse allevierà il peso delle banche, speriamo, per quel che riguarda poi la leva ti sei spinto in là dove neanche le aquile osano, che dire poi del afllimento controllato della grecia, tutto da vedere, dopo che sarà avvenuto naturalmente, vedremo quale sarà il taglio di capelli se il 21% o probabilmente il 50% e oltre, arriviamo oer finire con il q3, questo verrà attuato ma non come il mercato si potrebbe aspettare, ma semplicemente alzando il soffitto massimo del debito usa e ricomprandosi i propi bond, niente giochi di artificio, l’economia usa si avvicina pericolamente alla recessione, gli utili attesi potrebbero scendere ben oltre le attese e fioccare qualche bel profit, l’occupazione non và presto oltre 1 milione di persone perderà l’estensione di ogni sussidio, il settore immobiliare langue e lo stato non potrà sostenere in eterno i consumi, margin debt ai livelli del 2008, edge funds importanti con performance ytd di oltre -30% leggasi cittdadel e emg.
quindi il mercato azionario potrà fare qualche altro gridolino, ma oramai le corde vocali sono compromesse, urge un intervento chirurgico.

ps con questo post fai concorrenza luttwak

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:17

bergasim,

luttwak lo detesto
dici che sto soppravalutando le capacità di bernie e draghi? può essere, d’altra parte sai che la nalisi logiche e razionali come le tue spesso si scontrano con la realtà dei mercati finanziari, ma non perchè sbagli tu ma solo perchè è il mercato ad avere ragione
qui bisognerebbe fare un distinguo: i mercati è vero che sono apparentemente irrazionali, soprattutto su periodi brevi ma poi col tempo si adeguano ai nuovi scenari
QE3 è sicuro al 90% ma nessuno sa in cosa consiste
default grecia è sicuro al 99.9% ma nessuno sa come si attuerà
io ne so meno di te ma so per certo che i mercati sono manipolati per interessi personali e la logica dei fondamentali deve inchinarsi all’evidenza dei grafici

paktrade
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:22

bergasim VS.
gremlin,

Chi vincerà?
Intanto, next level!!! 8)

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:26

paktrade,

precenti

Wibledon

bergasim-gremlin
6-2 6-2 4-6 7-5

parigi

gremilin-bergasim
6-1 6-4 5-7 6-3

new york

Bergasim-gremlin
6-2 6-4 5-7 4-6 13-11 con 30 ace match 4 ore e 40 minuti

hironibiki
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:28

Intanto.. “Esteso divieto di vendite short sulle banche…. New York – Le autorita’ di controllo dei mercati spagnoli, italiani e francesi hanno deciso di rinnovare il “divieto di creare una qualsiasi posizione short nette” nelle banche…”

Beh che dire, ormai le tentano tutte. Io farei così eliminerei il tasto “sell” da tutti gli applicativi finanziari e manterrei solo quello “buy” in questo modo l’economia schizzerà alle stelle :mrgreen:

daino
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:34

Ma il grafico di Mattachiuz con i sussidi di disoccupazione che fine ha fatto? Ma soprattutto: che fine a fatto Mattachiuz?

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:41

gremlin,

Vorrei ricordarti che i manipolatori nel 2008 alias goldman sachs e altri erano falliti, quindi gli inetressi personali hanno cozzato con la realtà come sarà ancora e sempre, poi a quali grafici i dati macro fondamentali a quali grafici dovrebbero inchinarsi, a qulell’analisi tecnica che nel lungo ha la stessa valenza del berlusca nel cercare introdurre due aliquote fiscali, forse nel breve sicuramente può essere utile, ma vorrei ricordare ai tanti che leggono che su questo blog si sono alternati cartomanti dell’analisi tecnica, con previsioni cannate alla grande, chissà quali grafici hanno lett ultimamente i gestori degli edge paulson, emg e cittadel, forse i fondi di bottiglia ed da tempo immemore che si cerca di prevedere il futuro leggendo le interiora degli animali, be oggi le interiora non vanno più di moda hanno ceduto il passo alla lettura dei grafici, gli stessi grafici che dicono l’esatto opposto
http://www.rischiocalcolato.it/2011/09/la-distruzione-del-dow-jones-la-super-scalata-delloro.html

paktrade
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:42

bergasim,

Apperò!!! E nel ranking mondiale come siete messi? 😀

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:47

bergasim,

😀

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 15:50

daino,

MATT è in raccoglimento spirituale, ti legge e medita…
lui non crede ai dati di oggi, punto
quando gli eventi matureranno LUI tornerà

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 16:11

chissà cosa dice invece questo di grafico

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 16:15

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 16:49

bergasim: chissà cosa dice invece questo di grafico

nelle fasi di rialzo si prendono posizioni long a debito e quando si scende si chiudono e restano i guadagni

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 16:55

gremlin,

I guadagni quali sono evaporati

gremlin
Scritto il 29 Settembre 2011 at 17:01

l’andamento è ciclico e i guadagni si evidenziano a fine ciclo, il ciclo attuale è ancora in essere con posizioni long aperte e quindi vedi solo rosso, ma se il ribasso proseguisse il nuovo grafico aggiornato fra qualche mese inizierebbe a mostrare il verde

caposci
Scritto il 29 Settembre 2011 at 17:17

ragazzi ho capito che la chiusuraq mensile è stata anticipata 3 gg fa con il minimo da adesso per un mese, si vola, schivate bene chi vi dice short nel breve almeno io farò così visto che i prezzi sono vantaggiosi

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 17:19

gremlin,

Forse dovresti andare sul blog dshort per capire che dal grafico non si preannuncia niente di buono quando le posizione a credito verranno smontate perchè le banche o chi per loro chiedreanno di rientegrare i margini, così come nel 2008 e nel 2000 il 2011 o giù di li non sarà differente, prima o poi la mazzata si materializzera e non si sarà frafico che tenga, supposte o resistenze elettriche varranno poco o nulla.
Vedere valore oggi nell’equity con economie prossime alla recessioni, con nuovi partener che presto si aggiunferanno all’orgia mediatica delle crisi, vedasi cina mi sembra azzardato, poi come ti ho già spiegato altre volte il tuo sistema operativo può tranquillamente realizzare guadagni in questi momenti, ma non è un sistema applicabile su larga scala, ergo i signori rossi aspiranti trader con il cerino in mano saranno sempre numerossissimi.

bergasim
Scritto il 29 Settembre 2011 at 17:22

D’altronde l’ignoranza finanziaria ed economica è terreno fertile tra chi vuol comprare azioni, facendo la fortuna di tutte le varie piattaforme di trading sparse in giro per il mondo.

idleproc
Scritto il 29 Settembre 2011 at 19:51

In questo mondo difficile, alla luce degli ultimi sviluppi, vale ancora la regoletta di mercato: “La moneta cattiva scaccia quella buona?” Che fine faranno euro e dollaro? Li useremo come carta da parati?

vichingo
Scritto il 29 Settembre 2011 at 20:04

Il problema non sono tanto i bonds o le azioni, quanto la speranza che si crei una task force internazionale, al pari di quella che si occupa di mafia e criminalità che sia dedicata al ristabilimento delle regole in ambito finanziario, ambito ricco di squali voraci pronti a divorare tutto e tutti in nome del Dio denaro. Questa sinergia tra le principali potenze economiche mondiali potrebbe far innescare la vera ripresa……………….bisogna capire se c’è questa volontà o se il giochino è solo e unicamente al ribasso e al disastro su scala mondiale. Il bubbone malefico va estirpato alla radice e non alimentato da palliativi che lo ingigantiscono sempre di più.

idleproc
Scritto il 29 Settembre 2011 at 23:27

    Scritto il 30 Settembre 2011 at 09:26

    NO, non è una bufala, è un progetto, come ce ne sono tanti altri.
    ci sono pro e contro anche per questa ipotesi…staremo a vedere! 🙂

bergasim
Scritto il 30 Settembre 2011 at 09:26

vichingo,

Ma ne hai di fantasia, usa per scrivere dei libri

gremlin
Scritto il 30 Settembre 2011 at 09:34

perplessa@finanza,

è sicuramente una delle possibili vie da percorrere
http://www.rolandberger.com/media/publications/2011-09-27-rbsc-pub-EURECA_project.html

al momento è impossibile stimare la reazione del parlamento greco e del popolo alla proposta di mettere all’asta tutto e tenersi i politici corrotti che hanno depredato un’intera nazione

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...