BERNANKE E BUSH SENZA VIA D'USCITA?

Scritto il alle 12:30 da Danilo DT

crisi-immobiliare.jpg

Clicca qui per leggere la prima parte dell’articolo.
Una valanga di liquidità data al mercato. Una politica espansiva sui tassi di interesse. Una manovra fiscale senza precedenti. La ditta B&B le sta provando tutte, e sta cercando di illudere il mercato. La cura è senza dubbio disperata e probabilmente inutile ai fini dei veri problemi del mercato. Non dimentichiamolo mai: le due crisi sono quella immobiliare e del credito, due crisi strutturali e non solo legate alla ciclicità dell’economia. Tutto il resto viene dopo. Cosa sarebbe stato più utile? Vi scrivo un mio parere.

Tanto per cominciare la situazione è talmente complessa che riuscire a trovare la giusta soluzione non è semplice per nessuno. Stiamo pagando gli eccessi di un sistema finanziario che ha esagerato in tutti i modi e in tutti i settori. Quindi interventi risolutori a questo punto non ce ne sono. Però avrei visto meglio l’istituzione, da parte della Fed, di un fondo ad hoc che avrebbe riacquistato i bonds in crisi di liquidità (ma comunque di massima solvibilità) per poi collocarli nuovamente sul mercato, quando le condizioni torneranno migliori. In questo modo si generava vera cassa per le banche, invece di un’operazione transitoria a 28 giorni. Era un semplice parere, quindi prendetelo come un’opinione personale.

E infatti Fannie Mae e Freddie Mac tremano con subprime e Alt-A

Quante volte avrete sentito parlare di Fannie Mae e Freddie Mac. Sicuramente mai come in questo periodo. Sono due finanziarie immobiliari private che in questo periodo sono nell’occhio del ciclone. Dal punto di vista borsistico, ovviamente, ieri hanno beneficiato del “regalo” di Bernanke, ma come potrete ben capire, l’iniezione di liquidità può ben poco contro i rischi di insolvenza a cui incorrono suddette società.

Volevo sottolineare 2 cose. Innanzitutto la qualità dei mutui sottostanti. FM e FM (!!!) , entrambe considerate meritevoli di rating AAA, hanno pensato bene, nel periodo 2002-2003 di caricarsi di mutui poco affidabili. A citare numeri molto negativi è stato recentemente il settimanale Barron’s , che almeno di nome forse conoscerete. Secondo questa autorevole rivista, le due società hanno cartolarizzato molti mutui subprime e Alt A (una categoria che sta a metà strada tra i mutui prime, i più sicuri, e i subprime). Morale: aumentano vertiginosamente i numeri di insolvenze. Oggi sono pari a circa il 12% del portafoglio, ma sono percentuali in deciso aumento.
Infine voglio precisare un’ultima cosa: le due agenzie Freddie Mac e Fannie Mae sono state comprate in modo molto massiccio soprattutto dagli asiatici, che difatti detengono una buona fetto delle obbligazioni da loro emesse. Molti credono che queste obbligazioni siano sicure al 100% è perchè garantite dal governo americano. Questo però non è vero. Non si tratta di titoli garantiti dal governo USA, e a ribadirlo recentemente è stato proprio Bernanke. Per carità, secondo me faranno il possibile per tenerle in piedi, però distinguiamo bene un T Bond da un FM bond. Le garanzie sono ben diverse e il rating, per l’ennesima volta, è assolutamente relativo.
Chiudo con un consiglio che ripeto spesso: non dimenticatevi MAI che il rating vero lo fa il prezzo dell’obbligazione e non l’agenzia….
Stay tuned!

DT


Sostieni il blog di Intermarketandmore! Fai una donazione con PayPal! (vedi QUI a lato come procedere).
Grazie e buona lettura!
DT

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#7-21: COVID-19, la cosiddetta "immunità di gregge" la avremo...

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+