Analisi e sondaggio: Euro e Unione Europea vicini ad una nuova era?

Scritto il alle 14:45 da Danilo DT

Avanza il fronte AntiEuro. L’asse Merkozy a rischio. Quale futuro per la moneta unica?

Tutta l’Eurozona trema nel post votazioni francesi. Il ballottaggio troverà di fronte il premier Sarkozy con tanto di first lady italica, e il nuovo che avanza, Hollande che rappresenta soprattutto il voto di chi non sopporta il piccolo Sarkò, che è alla ricerca del cambiamento e che per protesta, contesta la vecchia politica.
In verità, il voto francese è “pericoloso” perché se vince Hollande sarebbe seriamente a rischio la tenuta dell’asse franco-tedesco, il duopolio Merkozy salterebbe e potrebbe succedere di tutto. Pensate che le due ali estreme (Marine Le Pen e Mélenchon) hanno fatto campagna proponendo l’uscita della Francia dall’Euro. Certo, al momento fantapolitica, ma sicuramente un segnale forte per l’Eurozona, tutto contro contro Sarkozy, dato spacciato nei sondaggi per il ballottaggio.

Resta comunque evidente che il fronte AntiEuro avanza. Se vince Hollande ci potrebbero essere importanti cambiamenti. Evidente la possibilità della morte del neonato fiscal compact e, forse, l’arrivo di proposte molto più da vera Unione Europea. Eurobond in primis.

Anche perché, non scordiamocelo mai, se prendiamo tutta l’Unione Europea, la gestione del dannato debito pubblico sarebbe tutt’altro che ingestibile. Da ultime fonti Barclays, il rapporto debito PIL totale dell’Unione Europea è pari all’88%, con un deficit/Pil al 4.1%.

UNIONE EUROPEA:

DEBITO/PIL =  88%

DEFICIT/PIL = 4.1%

Un paragone con gli USA? Ci trova vincenti. E poi si andrebbe a chiedere anche una maggiore flessibilità sui cambi. Quindi svalutazione dell’Euro per favorire le esportazioni con interventi della BCE. Fantascienza? Se ci pensate un attimo, credo che la cosa sia fattibile. E si potrebbe iniziare a ragionare SERIAMENTE sul futuro.

Oppure in alternativa, la presa di posizione SHOCK. Non parlo di fine dell’Euro. La vedo veramente estrema come soluzione, ma non escludo totalmente il colpo di scena. E, permettetemi un parere aggressivo, non vedrei male a questo punto l’uscita dall’Euro proprio della Germania. Se è lei il problema, se è lei che si impunta, se è lei che non è contenta…esca e poi vediamo che succede e come si troverà con un Marco che in un amen si rivaluterà del 30%!

Scusate le elucubrazioni mentali di oggi, ma mi sembra di vedere una certa saturazione nella pazienza degli Eurocittadini. E allora, vai con un sondaggio già fatto in passato e che vi ripropongo.

QUALE FUTURO PER l’EURO?

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...

Si riaprono le votazioni! Dite la vostra!

Area sondaggi di I&M

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg Professional | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (6 votes cast)
Analisi e sondaggio: Euro e Unione Europea vicini ad una nuova era?, 9.7 out of 10 based on 6 ratings
33 commenti Commenta
piematac@borse.it
Scritto il 24 aprile 2012 at 16:09

Fantapolitica: possiamo supporre che la morte dell’Euro sia stata già decretata, ma realizzabile in maniera poco sospetta e “soft”? Possiamo supporre che in futuro le monete forti saranno Dollaro, Marco e Yuan ? Secondo me l’Europa, in termini di sviluppo, ha già dato e l’Oriente è la nuova frontiera del capitalismo/consumi. Noi ritorneremo alla “terra” e la Germania sarà l’unico ponte di giunzione da ovest ed est.
Dream, pensi che sia totalmente fantapolitica ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

estremosud
Scritto il 24 aprile 2012 at 16:12

bisogna fare almeno 2 cose:

– alle prossime amministrative, tutti i cittadini devono annullare la scheda elettorale scrivendo sulla stessa “in culo alla massoneria”.

– taglio severo dei dipendenti pubblici dei ministeri, delle regioni, delle provincie, dei comuni, e di tutti gli enti pubblici inutili.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

atomictonto
Scritto il 24 aprile 2012 at 16:41

Scusa DT ma dubito che possa nascere la valuta “Europiigs”… :-D
“Scusi, mi dà 2 etti di prociutto?….quant’è?”
“Sono 2 Piigs…”
“Minchia, va bene che mi piace con la michetta ma ho chiesto solo 2 etti non 4 gambe di maiale intere!!” :-D
Oppure
Amsterdam – RedLightDistrict
Cartello standard fuori dalle vetrine:
“Seksueel kameraadschap annuleerteken zitten paied ter Euro of Europa eind Europiigs. Europappenheimers zijn kortingen wijl zitten welkomstgroet slechts moeten niet volte naar de wereldruim voor naar de venster.”
(Le professioniste del sesso accettano pagamenti sia in Euro che in Europiigs. Coloro che pagano in Euro hanno uno sconto mentre gli Europigs sono pregati di non fare ressa davanti alla vetrina)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 24 aprile 2012 at 17:03

estremosud@finanza,

Se vuoi annullare il voto ti presenti davanti al presidente di seggio e fai verbalizzare l’annullamento del voto. E’ un tuo diritto ed è l’unico modo per fregare i partiti, sempre che ci credi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 24 aprile 2012 at 17:44

EURO RIMANE COSI con la germania che si lecca le ferite. Perchè i dipendenti statali hanno ottenuto un aumento del 6% ed ora altri lavoratori otterranno l’aumento. Questo farà si che aumenta l’inflazione e il deficit. Anche loro non credono nei loro titoli e stanno investendo in immobili e quando finirà l’afflusso dei capitali gli spread si restringeranno e cominceranno a pagare di più. A questo punto l’euro non crollerà perchè gli stati uniti non possono permettersi un concorrente scomodo per il commercio, il loro intento infatti è la fine dell’euro per poter meglio comandare. DREAM la mia l’ho detta,mi aspetto la replica.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 24 aprile 2012 at 17:45

kry@finanza,

Scusa ma tu ed estremo dove vivete? Forse nel mondo dei sogni?

Che meno gente possibile vada a votare è il sogno dei partiti, già oggi il maggior partito è quello degli assenteisti, peccato che non abbia seggi in parlamento.

Il cambiamento deve venire dal basso, passando dalle liste civiche, dove tutti i candiadati i candidati siamo puri con la neve, eta massima 50 anni, due legislature e poi fora dai ball e sopratutto punibili sia pecuniaramente che legalmente per il reato contro lo stato ( leggassi corruzzione, mazzette, scappo con la cassa, assenteismo ecc….), il politico o rappresenrante del popolo deve tornare a fare il suo lavoro e smettere di fare l’attore o prima donna in tv.

Finiamola di dire fesserie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 24 aprile 2012 at 17:59

Avete un gran bisogno di una lunga pausa. Essere tutto il giorno a guardare dei numeri su un un computer fa male alla salute in generale e alla lucidità di giudizio in particolare. L’ottimo Taleb suggerisce di leggere le news una volta al mese. Comunque tra le tante imprecisioni, che posso comprendere in ottica stress…

1) Hollande anti euro ? Maddai ! Questo anonimo funzionario è comunque il capo del partito socialista ovvero il partito di Delors e Mitterand grandi padri dell’euro.
2) Fine dell’era Merkozy = debolezza ? Maddai ! Sarkozy è anti europeo, interessato SOLO alla sua AAA, da cui l’apparenza arrendevolezza al donnone di Berlino. Uomo dalle amicizie losche, legato alla finanza ebraica, ha portato la Francia alla massima bestemmia: la subalternità alla NATO. Roba da matti, e questo è un un gollista ? L’uomo degli israelo-americani, con un fratello che è il governatore ombra dell’intero sistema bancario francese, che lascia la presidenza sarebbe bearish per l’Europa ? ZERO in storia contemporanea.
3) Fronte anti euro che avanza ? Maddai ! Certo gli anglo americani se lo sognano di notte e pompano bad news sui loro pervasivi canali di (mis)informazione. Le Pen è anti euro, DA SEMPRE, e la destra che rappresenta è da sempre una delle caratteristiche della politica anzi della società francese. Oscilla come un metronomo tra il 10% e il 25% a seconda delle condizioni. Come anche in altri paesi.
4) Questa poi… la Germania sarebbe meglio che esca dall’Euro ? Maddai ! Il massimo beneficiario decide in un momento di assoluta bontà di liberare i propri schiavi e di andare in purgatorio per 1000 anni. Spettacolare dimostrazione dell’esistenza dello Spirito Santo.

Siamo seri, guardateil cambio euro/dollaro e fatevi la seguente domanda: come mai con tutto questo baccano, diluvio di cattive notizie, massiccie posizioni short, il cambio è sopra 1,30 ???

Dopo di che riflettete un pò e andate a dormire sereni e domani guardate qualsiasi cosa, un film di Zorro , un incontro di wrestling o un film porno… ma non guardate le news finanziarie. Neanche dopo domani.

E mi raccomando siate buoni che se hanno ragione gli indiani potreste reincarnavi qua nella montagne del Nepal dove come unico lavoro disponibile dovreste trasportare carichi spaventosi da 0 a 3000 metri pagati a peso: 25 centesimi di euro al kg, ragione per cui anche bambini di 12 anni e vecchi di 50 portano sulle spalle più del loro peso (… e qui si è molto vecchi a 50 anni)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorfed
Scritto il 24 aprile 2012 at 18:09

Senza una Banca Centrale come prestatore di ultima istanza la crisi dell’ euro non e’ alla fine del ciclo,anzi siamo soltanto all’inizio di una crisi ancor piu’ profonda. Non ha senso una Banca Centrale che guardi soltanto alla stabilita’ dei prezzi. C’é bisogno di una banca Centrale che applichi anche misure per uscire dallo stagnamento economico che si e’ creato. La politica monetaria e’ uno strumento di politica economica che serve anche per combattere la recessione economica. Senza crescita economica da questa crisi non si esce.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 24 aprile 2012 at 18:12

Che bello come al bar ognuno dice la sua

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 24 aprile 2012 at 18:53

bergasim,

VERO ! Sono al bar finalmente, dopo quasi 20 giorni a bere acqua bollita con al massimo una busta di tè ora vado a birra e posso per qualche ora partecipare al gioco preferito degli italiani: fare l’allenatore della nazionale e modificare con il pensiero una realtà fatta di eventi più o meno casuali che avvengono totalmente al di fuori di controllo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 24 aprile 2012 at 19:14

bergasim,

Mi scuso,non mi sembra mi sia stato richiesto da parte tua come la penso. 1) Mi sono permesso di esprimere un opinione più sensata di quella precedentemente espressa e sicuramente non è quella che vogliono i partiti. 2) Mi è stato chiesto di far parte del cambiamento, mi sono reso disponibile e non vedo perchè pubblicizarlo,e credo di esaudire tutti i requisiti da te espressi. Solitamente mi sembri una persona moderata ed equilibrata. Rileggiti la seconda e terza riga della tua replica non mi sembra che abbiano niente a che fare con quello da me detto precedentemente. Ciao.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pasolo
Scritto il 24 aprile 2012 at 19:14

per fortuna che john_ludd ci illumina…. :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 24 aprile 2012 at 19:25

kry@finanza,

A volte le provocazioni sono l’unico modo per dare vita ad un dibattito, che come vedi è assente, così come assenti sono gli italioti da tempo su qualsiasi scena.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 24 aprile 2012 at 20:37

bergasim,

Tutto qui. Scusa non avevo capito che le tue erano provocazioni. Non credo che bastino due righe per un dibattito, le mie provocazioni erano sensate o fesserie? Rileggiti l’ultima riga del tuo commento delle 17,45.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 24 aprile 2012 at 21:29

Euro che rimane come ora*, con la Germania costretta (in minoranza) a cedere su austerity e fiscal compact (e magari anche eurobond): cederà sia per sconvenienza a una sua uscita dall’euro, sia perchè non vorrà avere ancora la responsabilità di un eventuale conflitto intraeuropeo.
Può darsi che otterrà in cambio delle garanzie, una maggiore trasparenza dei bilanci o un maggiore controllo sulle spese degli stati membri, ma l’austerity così come è concepita ora verrà accantonata perchè ha dimostrato di essere non solo inefficace ma controproducente (come vado ripetendo da mesi).

*Possibile l’uscita dall’Euro di Grecia e Finlandia (per motivi opposti, ovviamente).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

calciatore
Scritto il 24 aprile 2012 at 22:57

A chi non crede che l’euro si disintegrera’ presto dico: ANDATE A DIRE AGLI OPERAI TEDESCHI CHE DEVONO PAGARE PIU’ TASSE PER FARE FRONTE AL FONDO SALVAPIIGS …. prima o poi le elezioni si devono tenere ovunque, anche in italia, e qualche politico anti euro c’e sempre ……….. mettetevi il cuore in pace !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

moneys
Scritto il 25 aprile 2012 at 00:34

nel 2013 si vota in germania e italia, chi sarà l’hollande in questi due paesi? e se hollande non vince il 6 maggio che succede?, io non lo darei per certo, il 54 a 46 a suo favore non è sicuro anche se di sarko in molti ne hanno le b…. piene, comunque se vince hollande dovra aspettare le elezioni tedesche e italiane prima di potersi muovere veramente, se le lobby americane anti euro non lo bloccano entro il 5 maggio lo potrebbero bloccare nei mesi seguenti , chi in Italia può convergere con hollande, Grillo, Bossi, Di Pietro oppure esce qualche professore in ambito erasmus o parlamento europeo come ad es. l’ex ministro defunto Padoa Schioppa.
C’è bisogno di padri europeisti anni 50 e 60, ma vedo le lobby americane (GS) attualmente molto più forti che comunque non vogliono la distruzione dell’euro ma solo una crisi tra alti e bassi come quella attuale, un cambio che sfavorisca le aziende europee specie dei paesi piigs per creare divisioni , Merkel e sarko sono uomini di loro fiducia come Monti, l’ultimo primo ministro greco e Draghi.
Come ha detto Mieli a ballarò questa sera, la crisi durerà a lungo è probabile che se ne esca ma sarà lunga, anche se la fine dell’euro non è da escludere, ma certo difficile, però da questa situazione non si esce in fretta e facilmente, prossima puntata il 6 maggio

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

estremosud
Scritto il 25 aprile 2012 at 00:41

bergasim,

kry@finanza,

ma dove vivete voi??? è mai possibile che alla vs. età ancora non avete capito che le liste dei candidati, non sono i cittadini onesti a farle, ma sono fatte dalla massoneria???? quindi qualunque candidato o partito votate, il vs. voto va alla massoneria.
e anche ammesso che esiste qualche candidato di un piccolo partito di opposizione, non ha alcuna chance contro l’organizzazione della massoneria e delle mafie. SVEGLIATEVI! che sono 150 anni che i FRATELLI D’ITALIA ci fanno un culo così. e quando la gente lo capirà sarà sempre troppo tardi. I MASSONI, dal livello comunale a quello nazionale, arraffano tutto quello che possono ed ai lavoratori onesti e poveri lasciano solo le briciole. il potere della Massoneria è trasversale a tutti i partiti che non contano un beneamato cazzo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

faster than you
Scritto il 25 aprile 2012 at 04:19

john_ludd@finanza,

Visto che prendi in considerazione la possibilità della reincarnazione, ti conviene sviluppare un Karma più tendente all’umiltà, altrimenti chi potrebbe reincarnarsi in portatore di pesi a pagamento potresti proprio essere tu. Se invece di scrivere cose, intervallate ma una decina di “maddai”, che possono benissimo essere delle minkiate come qualsiasi altro pensiero nato da mente umana, prendessi in considerazione che gli altri potrebbero anche aver ragione e tu torto, ti si aprirebbero orizzonti immensi nella comprensione della realtà.
Senza offesa.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 aprile 2012 at 06:23

estremosud@finanza,

Grazie per la lezione di storia, mi servirebbe quella di filosofia. Ogni volta che vai al gabinetto e stai seduto prendi la carta igienica ed esercitati a scrivere quello che proponi sulla scheda elettorale,potrebbero annullare il voto per errore ortografico. Quando schiacci su replica e prima di premere qualsiasi tasto della tastiera rifletti. Scusa,non sapevo che i massoni oltre a fare dei sederi così si bevessero anche i cervelli e quando replichi fallo con pensieri e per persone distinte. Grazie e buona giornata e quando ti svegli svegliati.
faster than you@finanzaonline,

Maddai, non si ritroverebbe solo. Dove potrebbe aver ragione e dove torto? Ti sei chiesto perchè il cambio con il dollaro è ancora sopra 1,30 €?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 25 aprile 2012 at 08:28

calciatore@finanza,

Sì, può essere (nessuno ha la sfera di cristallo :wink: ). A proposito di elezioni, alcune considerazioni:
1. spesso (dappertutto) i politici disattendono le promesse elettorali
2. spesso (dappertutto) i politici sono “pupazzi” dei loro finanziatori
3. bisognerà vedere chi sarà più convincente, chi sosterrà che stando nell’euro aumenteranno le tasse o chi sosterrà che uscendo dall’euro si perderanno posti di lavoro per via della crisi economica conseguente alla rivalutazione del marco *
4. chi si troverà a dover applicare la promessa elettorale di uscire dall’euro avrà il coraggio di fare una scelta così drastica e rischiosa? Se pensiamo a quante persone, quanto tempo e quanto lavaggio del cervello è stato fatto prima di inventare l’euro, le probabilità che un paese esca dall’euro senza essere alla canna del gas (come la Grecia) mi sembrano piuttosto basse.

* Supponiamo che la Germania esca dall’euro: molti capitali finiranno nel marco, che si rivaluterà per l’eccesso di domanda; il bund avrà rendimenti negativi, ma i prodotti tedeschi saranno troppo cari per esportarli, e la domanda interna sarà insufficiente per assorbire tutta la produzione tedesca. Cosa farà allora la bundesbank? Tenterà di svalutare, creando soldi dal nulla come fanno bce e fed, con il rischio che questi soldi circolino e portino quell’inflazione così temuta dalla bundesbank?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 aprile 2012 at 08:44

gainhunter,

Di capitali in germania mi sembra ne siano arrivati già tanti, la bundesbank potrebbe imitare la svizzera fissandone il cambio al livello che ritiene più opportuno. La risposta degli altri(se saranno capaci,visti i precedenti come le quote latte )sarà dazio e barriera doganale.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 25 aprile 2012 at 15:11

kry@finanza,

Vero, ma se la Germania dovesse uscire si prospetterebbe l’uscita uno dopo l’altro di tutti gli stati, e quindi ci sarebbe un fuggi fuggi generale da titoli e conti in euro verso monete percepite come più stabili. Dici che andranno tutti in dollari, franchi e corone?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 25 aprile 2012 at 16:22

Non è un problema solo italiano, ma occidentale. Tutti a capo chino ad auto flagellarsi sulla prossima fine dell’euro, nessuno si chiede che cosa ci sarebbe allora di alternativo alla moneta nella quale ha riposto i propri risparmi, tranne qualche fanatico dei paesi emergenti che ha probabilmente visto solo nei telefilm di sandokan. Seguo l’Asia da anni, sono in Asia da 40 giorni per piacere ma non solo e ci resto per altri due mesi e poi ci torno in autunno per qualche altro mese. Vi racconto solo alcune cose che non sapete e invece dovreste sapere.
1) il cambio tra rupia indiana e dollaro è ai minimi storici e di riflesso anche il cambio con l’euro è un disastro. Maccome, la nuova economia emergente… bella economia, inflazione ufficiale al 10%, reale al 15%, deficit al 10%, debito pubblico immisurabile essendo l’India una federazione nessuno conosce il debito aggregato. Blackout continui, produzione industriale bloccata per carenze energetiche, problemi idrici, FUGA DI CAPITALI. Opss!!! I ricchi indiani portano i loro soldini rubati sfruttando milioni di schiavi in Europa e in USA. Se avete delle rupie indiane provate ad andare in banca e a farvele cambiare.
2) Saprete che in Cina quest’anno c’è il cambio al vertice del partito ovvero di quella specie di mafia su scala cosmica che governa (o meglio possiede) il paese. Forse (spero) i giornali italiani avranno parlato dell’affare Bo Xilai, il potente capo della fazione di “sinistra” (bah !!!) caduto in disgrazia. Se non lo hanno fatto si confermano essere carta da cesso. Il buon Bo e la moglie sono stati fatti fuori dalla fazione opposta fatta di gente pessima altrettanto ma si è pure scoperto che per anni hanno usato i medesimi metodi di Provenzano e compari, omicidi compresi. Il vaso di Pandora si è aperto improvvisamente e sono apparse notizie su molti giornali in Australia, Canada etc… che negli ultimi anni 18.000 funzionari di partito sono fuggiti dal paese dopo avere esportato illegalmente (rubato) almeno 180 miliardi di dollari (avete letto bene il numero ?). Fonti cinesi HANNO CONFERMATO il che significa che i dati sono largamente sotto-stimati. Se volete divertirvi digitate Bo Xilai su Google e leggete quello che trovate.

Bene ora abbiamo le due principali economie “emergenti” in crisi cronica, fuga di capitali, malversazioni di ogni tipo, falsificazione continua dei dati economico-finanziari (già, se cresci al 9% con una inflazione reale del 5% sopra quella dichiarata, stai crescendo al 4% come l’India ovvero per un paese che catapulta ogni anni decine di milioni di persone sul mercato del lavoro è recessione nera, sulla Cina il discorso è più complesso ma siamo lì…). Tutto senza considerare la mostruosa bolla immobiliare in Cina ma anche in certe megalopoli indiani come Bombay (ma chi compra una casa a peso d’oro a Bombay uno tra i posti più orrendi della galassia ???)

Degli USA se leggete assiduamente questo sito e quello di Mazzalai dovreste avere una buona idea dei numeri che girano in quel paese. Io ricordo due cose di cui NON si parla 1) i debiti per prestiti agli studenti ormai arrivati a 1 trilione 2) i debiti sulle carte di credito e le relative insolvenze

Poi l’euro è merda… certo ma puzza meno delle altre e con l’eccezione delle monete scandinave e del dollaro neozelandese e ovviamente di qualche monetine d’oro, lo preferisco a tutto il resto.

E quindi ribadisco di bervi una camomilla e stare calmini.

Saluti dall’arrogante John Ludd, re dei “maddai” che disturbano qualche lettore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lexmumble
Scritto il 25 aprile 2012 at 17:31

john_ludd@finanza,

Lessi tempo fà, che la comunità europea sovvenzionava le popolazioni che avessero intrapreso un’alimentazione a base di insetti, vermi e quant’altro fosse disponibile facilmente. Non ricordo dove lessi ciò, e non ho verificato la notizia.

Ma basta iri in Cicilia, ti puoi caricari chiddru ca vuoi e mancu ti pavanu, di bleccaut non ni parramu. C’è bisognu di iri a Katmandu?

Per il bene che ti voglio, STAI ATTENTU. :lol: :D :-) :? :(

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 aprile 2012 at 20:06

gainhunter,

Come dice john l’euro alla fine è la moneta che puzza meno forse è per questo che la quotazione e arrivata ancora a 1,32. Dalla germania arrivano voci ironiche che invitano gli abitanti a passare le vacanze nei paesi CLUBMED non più piigs per abituarsi a vivere come facciamo noi. Certamente il nostro modo di vivere va modificato e pure il loro arrivando ad un equilibrio. L’euro potrebbe risultare vincente anche perchè l’obbiettivo non dichiarato degli usa è la disgregazione dell’euro e per riuscirci devono attaccare (come stanno facendo) sperando nella nostra non unione(che è solo sulla carta). Ipotizzando una disgregazione dell’euro una fuga dei capitali può essere assorbita solo dal dollaro usa, come possiamo immaginare in franchi svizzeri col cambio fisso e la norvegia o svezia costrette a fare altrettanto. Noto che non hai menzionato la sterlina inglese,personalmente il boom me lo aspetto da lì un pil(da oggi ufficialmente in recessione) fatto quasi esclusivamente nella capitale e sulla finanza senza contare i vari debiti le cui cifre non vengono mai menzionate dai giornali.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lexmumble
Scritto il 25 aprile 2012 at 21:11

Il mio commento aveva diverse ironie, una era proprio quella del dialetto. Penso che il futuro che ci attende sia proprio quelo della divisione, e non solo europeo.
La citazione “per il bene che ti voglio”, voleva solo smorzare l’intimidazione che viene fatta dalle mafie nei mie luoghi, e dire che quì, nella guerra che stiamo vivendo, siamo tutti “scemi di guerra” ( del resto siamo nel nuovo medio evo, e la verita forse ci sarà detta solo alla fine).

Auguri a sorita per la liberazione

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 aprile 2012 at 21:55

lexmumble@finanza,

Hai ragione,mi sono dimenticato di ribadire un mio dubbio. Siamo certi che da una disgregazione dell’euro e con un ritorno alle valute nazionali i confini nazionali rimangono quelli attuali? Ma su questo nessuno ha risposto.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 25 aprile 2012 at 22:56

kry@finanza,

Sulla questione “fondamentali”, l’Europa è senza alcun dubbio il meglio che c’è nel mondo, e anch’io non credo che l’eurozona si sfaldi.
Per quanto riguarda l’ipotesi fuga di capitali, io non so nel dettaglio come funzioni e quanto sia sostenibile il mantenimento di un cambio fisso a opera di una banca centrale. La Banca Nazionale Svizzera l’ha adottato come provvedimento temporaneo e straordinario. E di fatto è come se la Svizzera avesse momentaneamente adottato l’euro… cedendo parte della sua indipendenza, perchè ora la politica monetaria svizzera è condizionata dalla politica monetaria europea.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 25 aprile 2012 at 23:06

kry@finanza:
lexmumble@finanza,

Hai ragione,mi sono dimenticato di ribadire un mio dubbio. Siamo certi che da una disgregazione dell’euro e con un ritorno alle valute nazionali i confini nazionali rimangono quelli attuali? Ma su questo nessuno ha risposto.

Riporto una parte di un mio commento del Luglio scorso :-) :
“Ma se usciamo dall’Europa, considerando i danni che subiremmo dai mercati, è probabile che la gente delle 4 regioni che oggi mantengono tutte le altre regioni (Trentino compreso) insorga: la prospettiva di avere sempre meno da lavorare e continuare a mantenere il resto d’Italia, e quindi di sprofondare sempre di più, messa a confronto con la possibilità, staccandosi dall’Italia, di competere senza problemi con la Germania, potrebbe portare alla secessione. Il rischio è che, mentre anni fa l’insoddisfazione, la rabbia e il desiderio di autonomia di questa gente era stata convogliata in un movimento politico, oggi l’insoddisfazione nei confronti della Lega potrebbe portare a spinte autonomiste incontrollate e violente.”

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

moneys
Scritto il 25 aprile 2012 at 23:56

Concordo l’euro alla fine è cio che puzza meno, tra le valute, però l’oro potrebbe anche scendere ancora nel breve ma tra 1 2 o 3 anni probabile che sia meglio dell’euro, NOK CHF SEK sono validi ma rivalutati contro EUR, però nell’arco di 5 8 10 anni i tassi di interesse maggiori offerti da valute come ZAR BRL CNY NZD AUD potrebbero compensare un cambio che peggiora contro EUR.
Da non dimenticare che si potrebbe anche assistere a un generale rialzo dei tassi, quindi TV (introvabili) o TF brevi.
La crisi della zona eur si risolverà con gli euro bond appena la germania si convince ma con aircut compreso 100BTP scambio con 70 eur bond,100 BUND scambio con 100 eur bond ,100BONOS 60 eur bond, 100OAT 90 eur bond, oppure l’air cut del nominale lo si cammuffa con un allungamento delle scadenze con tasso quasi a zero, cosa probabile per i buoni postali ad esempio dato che questi non sono quotati
Le obbligazioni corporate in eur seguono il loro corso in base al proprio rating inoltre molte aziende sono delle multinazionali ad esempio Neslte gia oggi paga tassi come i titoli di stato tedeschi o quasi, mentre aziende con basso rating pagano anche più dei BTP.
Però prima degli eurobond qualche anno di crisi dove magari le aziende migliori italiane vengono comprate a prezzi di saldo anche aziende non quotate.
Se comunque ci si vuol difendere da una possibile disfatta dell’eur c’è la corona danese DKK che è da anni ancorata all’EUR e non ha subito le rivalutazioni di CHF NOK e SEK pero come sempre giocare con un solo cavallo non è prudente.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 26 aprile 2012 at 09:39

moneys@finanzaonline,

Il sistema bancario danese nasconde problemi enormi, non so se sia prudente come alternativa probabilmente più di un eventuale lira.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+