Debito pubblico italiano da record: ma il rischio default scende

Scritto il alle 13:31 da Danilo DT

Il debito pubblico italiano raggiunge picchi massimi, il credit default swap però diminuisce. Ma a fine mese la BCE metterà i nuovi paletti e un periodo di austerity sarà obbligato.

Nuovo record! Ma non dobbiamo andarne orgogliosi…

Parlo ovviamente del debito pubblico. Proprio ieri ci è arrivata la notizia: A gennaio, il debito pubblico ha toccato i 1.879 miliardi di euro, 36 in più rispetto al mese precedente.
La cosa non può certo passare inosservata e non deve essere trascurata. Debito pubblico/PIL a 118%, e comunque il più alto d’Europa a livello volumetrico.
Il grafico credo sia abbastanza chiaro.

Una crescita costante. Ma non si può continuare su queste coordinate.

È vero che tra i «fattori rilevanti» che determineranno l’attivazione da parte della commissione europea della procedura per debito eccessivo si terrà conto del livello complessivo dell’indebitamento privato. È la linea sostenuta a più riprese in sede europea dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, peraltro già condivisa dall’ultimo G-20 di Parigi. Non per questo tuttavia si può abbassare la guardia, poiché alla fine il giudizio che conta sul serio è quello dei mercati.
La trattativa è tuttora in corso, riguarda i diversi aspetti dei dossier all’esame dei ministri finanziari, e tuttavia emergono alcuni punti fermi sulla nuova governance europea, che saranno sottoposti al varo del vertice dei capi di Stato e di governo del 24 e 25 marzo. Riunione che sarà preceduta da un Eurogruppo straordinario dei ministri finanziari fissato per lunedì prossimo. L’inserimento dei fattori rilevanti è indubbiamente una novità importante accolta con favore da Tremonti. Oltre all’indebitamento privato, si dovrà tener conto anche della struttura del debito pubblico e dell’impatto delle riforme strutturali già approvate, a partire dalla previdenza. (Source)

Malgrado tutto questo…cos fa secondo voi il rischio sul debito Italiano? Aumenta? Ebbene no: diminuisce. Guardate infatti il grafico del credit default swap su tutte le scadenze del debito italiano oggi e tre mesi fa. Il segnale è chiaro: il mercato non vede al momento rischi sulla solvibilità del debito pubblico italiano.

Ma non cantiamo vittoria. A fine mese la BCE (24/25 marzo) verranno prese decisioni importanti. E comunque sia, all’Italia verrà chiesto uno sforzo notevole per tornare su binari più consoni. E per noi tutto questo può solo significare una cosa. Austerity.

STAY TUNED!

DT

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!


Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio! CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
Debito pubblico italiano da record: ma il rischio default scende, 10.0 out of 10 based on 5 ratings
Tags:   |
2 commenti Commenta
mattacchiuz
Scritto il 16 marzo 2011 at 12:41

io lo farei alzare a livelli mai visti, dippiù, sempre dippiù. tanto è solo carta, facciamo comprare alla BCE.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 16 marzo 2011 at 12:47

:mrgreen: Sei criticissimo oggi!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+