Aumento Tassi: prima in Europa o negli USA?

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Sulla tematica dei tassi interesse e sulle ipotesi di aumento tassi, prendo in esame la richiesta di un gentile lettore, L.T., il quale mi scrive:

“Gentile DT, ancora grazie per il Vs contributo che giornalmente fornite con qualità ed indipendenza (ndr: grazie!) (….) il mio problema è capire cosa combineranno i tassi nei prossimi mesi. A leggere il Vs blog, sembra di capire che negli USA l’ sia in aumento, anche più che qui, da noi, in Europa. Possiamo quindi dire che i tassi ragionevolmente saliranno prima in USA e poi in Europa? E quando questo avverrà? (…) “

Credo che in molti si stiano chiedendo come, dove e quando i tassi verranno alzati. E proprio mentre scrivo, giunge notizia dell’ennesimo innalzamento dei tassi in Cina che non fa altro che sottolineare ulteriormente che in quell’aree lo spauracchio inflazione è reale.
Tanto per cominciare, andiamo a ragionare su un dato fondamentale, ovvero con chi abbiamo a che fare. Da una parte la FED, dall’altra la BCE. Simili per certi versi, ma molto diverse per altri aspetti. Infatti, come già detto in passato, la BCE ha solo un pallino (previsto dallo statuto) e quel pallino è ASSURDAMENTE solo ed unicamente l’inflazione. Nessun interesse a favore della , nessun interesse alla disoccupazione, nessun interesse allo stimolo all’economia. La necessità porta a seguire con attenzione la vicenda PIGS e periferici, con la formazione dell’, ma nulla più.

La FED invece ha un obiettivo principe: difendere in qualunque modo e con qualunque arma la crescita economica. Ed ecco giustificato (relativamente) lo spavaldo comportamento di Greenspan prima e di Bernanke poi che, anche con alchimie non convenzionali, hanno cercato di difendere la crescita economica aprendo i rubinetti della liquidità. Greenspan generò la madre di tutte le bolle, che sfociò col crollo del Nasdaq prima e con la bolla immobiliare poi. Bernanke sta stimolando la crescita economica utilizzando il con leggerezza, indebitando lo stato USA a livelli esorbitanti (ormai siamo al rapporto debito/PIL a 100%). Resta però molto preoccupante il fatto che la disoccupazione un USA continua ad essere molto alta (oltre il 9%) e che la gente che lavori e il “Civilian Partecipation Rate” sta tornando ai livelli dell’84!

Lasciando perdere questa tematica (sto andando fuori dal seminato), torniamo a parlare di tassi.
Quindi capirete benissimo che se l’inflazione sta salendo, senza poi dimenticare che sale soprattutto per colpa delle materie prime, e fintanto che resta all’interno di parametri decenti, ce lo possiamo scordare che la FED alzi i tassi, perché va tutto contro il loro interesse.
Viceversa, la BCE teme non poco l’inflazione. Lo ha già fatto capire e lo ha ribadito ultimamente. E lo stesso mercato sta già subodorando qualcosa.

Grafico 3 mesi Future

Le curve forward dell'Euribor - Clicca per ingrandire

Ho preso un tasso a breve, quello interbancario, anche se forse non è il più indicato, per cercare di capire le previsioni a medio termine dei tassi, facendo una valutazione usando i tassi forward visibili dalla curva del future.
Morale…eccovi il grafico qui sopra che giustifica un’ipotesi che potrebbe essere da non sottovalutare, ovvero che i tassi in Europa saliranno ben prima che negli USA.

Come potete vedere, il future sull’Euribor si sta impennando e oggi, a 3 mesi, ha un valore di circa 1.04% che però diventa (secondo le previsioni del mercato) che diventa 2.25% a giugno 2012. Quindi il mercato sta scontando tassi in aumento per oltre 1% sulla curva dell’Euribor a 3 mesi. Tutto questo, ovviamente, non può che essere deleterio per la già risicata crescita economia europea (Germania e in parte Francia escluse) andando ulteriormente a sottolineare la necessità di un cambiamento dello statuto della BCE.

E questo fatto deve essere BEN presente nei prossimi mesi per poter valutare l’andamento e le previsioni delle tendenze del cross EUR/USD.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio!

E CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Aumento Tassi: prima in Europa o negli USA?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
  1. TASSI: TAGLIO BUFALA
  2. Occhio ai Tassi USA!
  3. TASSI: RENDIMENTO ASTA BOT ED EURIBOR
  4. BCE: TAGLIO PREVISTO E SCENARIO TASSI
  5. BCE: NUOVO TAGLIO DEI TASSI IN ARRIVO

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 26)Commenta

  1. Su questa tematica molto probabilmente domani (o al max venerdì) ulteriore post (già scritto ma solo da pubblicare) di completamento sull’argomento TASSI con analisi molto originale e “rara”…

    STAY TUNED!

  2. no dai, davvero, io non ci credo: stanno tutta la notte a pensare come risolvere la crisi bancaria irlandese e spagnola e come gestire il debito pubblico italiano e poi di giorno si fregano da soli alzando il tasso d’interesse?

  3. Dream Theater,

    è indubbio che c’è pressione sui tassi…. oggi, per esempio euribor 3M salito a 1,089 (ieri era però calato e oggi è tornato ai livelli della scorsa settimana)…. asta bund 5 anni di oggi rendimenti saliti a 2,49 dal 2 netto dell’ultima asta…
    il mio portfoglio, tanto per portare un altro esempio, è sbilanciato sull’obbligazionario e, nonostante abbia provveduto a fine 2010 a ridurne la durata, ho consuntivato ovviamente perdite.

  4. l.b.chase scrive:

    io mi auguro che i tassi li portino al 3 %, così una volta per tutte la finiamo con questa farsa del k….

  5. hironibiki scrive:

    Anche Gheddy è preoccuapato.
    ” È la prima volte che le autorità libiche mostrano segni di preoccupazione per una possibile rivolta….Commentando quanto accaduto di recente al Cairo, il colonnello avrebbe affermato: «È sbagliato prendersela con Mubarak, che è un uomo povero, non ha neanche i soldi per i suoi vestiti e più volte lo abbiamo aiutato. Quanto sta accadendo in Egitto è tutta opera dei servizi segreti israeliani»”

    E’ stato indetto una colletta per la raccolta fondi. L’ABI bancario per chi volesse contribuire è lo stesso di Gheddy :mrgreen:

  6. bergasim scrive:

    paolo41,

    non ti preoccupare, anche io ho lo stesso problema, ho fatto qualche piccolo ritocco, riducendo il breve termine e comprando un pò di corporate, obbligazionari senza benchmark ( pimco unconstrained) e obbligazioanri flessibili ( pimco diversified ), il problema che l’obbligazionario governativo continua a perdere perchè oltre la borsa in salita si è aggiunta al tutto anche la performance positiva dell’high yeld con spread nettamente in calo dai massimi del 2008, ti allego qualche dato da inizio anno così potrai verificare le assurdità direttamente.

    nb le performance positive solo sul’high yeld, le trombe del 2007 suonano, ma come detto questa mattina secondo una prestigiosa società di gestione le high sono solo buy.
    :wink:

  7. hironibiki scrive:

    AHAHAH questa è bella”"

    Il «mistero» dei 700 mila preservativi spariti
    Il carico partito dalla Malaysia non è mai arrivato a destinazione in Giappone

    Secondo me li hanno presi Silvio e Fede per le loro feste mentre guardano i film “benvenuti al sud” :mrgreen:

  8. @ berga:

    sono d’accordo con te ma secondo me occorre attenzione anche sul segmento HY. Un’ eventuale inversione dei tassi potrebbe anche riallargare gli spread e, cmq, i tutoli HY sono anche belli sensibili alla curva dei tassi. Senza poi dimenticare che i vari Fear Index oggi sono quasi da “Paese dei Balocchi” e quindi, se l’ITRAXX muove verso l’alto…
    :roll:

  9. bergasim scrive:

    Dream Theater,

    infatti io non sono positivo sugli hy, sono i gestori i positivi in tal senso.

  10. bergasim,

    bergasim,

    secondo me, in questo momento, ci sono delle BEI interessanti. Nel portafoglio ho ancora delle vecchie corporate con cedole molto interessanti e sono abbastanza piazzato su obbligazioni AUD e CAD anche queste abbastanza vecchie. Ho portato a casa, prima della fine dell’anno, un po’ di utile e sono passato per una fetta sostanziale % su PCT (2,2%netto) corti e rinnovabili, in attesa degli eventi.

  11. Dream Theater,

    …uno dei due indirizzi era per te….

  12. Bernie ha esternato la sua preoccupazione sul fatto che non aumentano i posti di lavoro!!!!!
    ..probabilmente non si è accorto che non ci sono più fabbriche… secondo me gira poco, è troppo occupato in “sala stampa”…

  13. bergasim scrive:

    non è possibile proiettare sempre lo stesso film, prima o poi la gente si stufa.

  14. mattacchiuz scrive:

    paolo41,

    lo stai sentendo anche tu…
    mamma mia.. io mi domando come facciano a evitare così accuratamente di fargli le domande “giuste”… del tipo: se il credito è crollato ( eccetto il primo incrementiiinnno registrato il mese scorso dopo 3 ANNI) , se le banche non prestano, se tu continui a fornirgli liquidità, che caxxo di fine fanno tutti quelle centinai di miliardi di dollari??????”

  15. mattacchiuz scrive:

    tra l’altro moh hanno un altro dato da spiegare…
    “scorte di benzina ai massimi dal 1990″

    secondo me la neve. si si sicuro la neve. poche macchine in giro, poca benzina venduta.
    ci metteranno qualche secondo a capirlo a WS, e gireranno le macchinette ( che per un dato simile si mettono a vendere a stecca ) in modalità UP FOR EVER!

  16. mattacchiuz,

    oppure chiedergli cosa pensa dell’articolo del WSJ che parla degli assets illiquidi delle banche contabilizzati “a pippa di ronzone”, o delle banche minori che continuano a fallire e della FDCI che ha esaurito le munizioni o della situazione dei munibonds (probabile punto di partenza della tanto declamata e attesa correzione)…

  17. Dal Twitter account di Nouriel Roubini (@Nouriel)

    Sad but true joke among senior EU policy makers: “Italy has BBB rating: Berlusconi & Bunga Bunga”

    ho pensato fosse divertnete condivederla con voi….

    • @ Edefede:

      Ciao! divertente si, grazie, ma se ci pensi bene, questa è l’immagine che si ha all’estero dell’Italia: pizza, mafia, mandolino e bunga bunga…. :roll:

  18. mattacchiuz scrive:

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  19. mattacchiuz scrive:

    paolo41: probabile punto di partenza della tanto declamata e attesa correzione)…  

    ma ormai non bastano le parole per sollevare i corsi azionari? ci sono ancora davvero ragioni per credere che il mercato possa scendere? voglio dire… con qualche decina di migliaia di miliardi in più in giro rispetto a 3 anni fa… ?

  20. bergasim scrive:

    mattacchiuz,

    gentilmente mi giri il link, grazie io ti giro il numero di bernie.

    :lol:

  21. mattacchiuz,

    ..se la california, tanto per citare uno stato a caso, dovesse fare default si creerebbe un effetto domino con conseguenze devastanti…in tal caso non c’e QE o aiuto…cinese che tenga..

  22. mattacchiuz,

    ..d’altra parte, hai visto cosa ha detto Bernie a Paul Ryan: pensate al debito e a come ridurlo, quasi a dire che con il QE ci siamo accorti che risolviamo poco…

  23. mattacchiuz scrive:

    beh… adesso ha pure detto di non aver acquistato MBS da nessuna banca svizzera…

    certo… che giocano con le parole…! altro che bunga bunga!!! :-)

  24. ottofranz scrive:

    per quanto vedo nel mio settore (aumenti medi del 10 /20 % sulla stagione autunno inverno 2011) credo proprio che l’inflazione sia in ripartenza Potrebbe anche non essere un brutto segnale se chi dovrà gestirla riuscirà a farlo senza farsela sfuggire di mano. In caso contrario saran dolori.

    Comunque concordo che vedremo aumentare i tassi e probabilmente non dovremo neanche aspettare molto. Diciamo febbraio marzo 2012?