Utili: Europa in forte ripresa. E stacca anche Wall Street

Scritto il alle 14:00 da Danilo DT

Diamo a Cesare quello che è di Cesare.
Qualcosa anche per l’equity europeo si muove, e nella fattispecie parlo di STOXX 600, quindi indice che tiene conto di tutta l’Europa.
Tanto per cominciare una bella tabella che mette in risalto le aspettative degli utili divisi per settore e poi i risultati acquisiti proprio per lo STOXX 600

E poi un grafico che mette a confronto il miglioramento/peggioramento della crescita degli utili, paragonando SP 500 e STOXX 600.

Direi che il grafico è evidente. Solo un settore vede gli USA decisamente molto più forti dell’Europa. Si tratta della tecnologia. E il resto? In linea di massima il risultato è unanime. Europa batte USA. Che sia il momento per ribilanciare i portafogli?

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Utili: Europa in forte ripresa. E stacca anche Wall Street, 10.0 out of 10 based on 1 rating
11 commenti Commenta
candlestick
Scritto il 5 dicembre 2012 at 16:02

direi…MA ANCHE NO!!

siete così convinti che l’Europa nel prossimo biennio andrà così bene? siete dei pazzi!

la finta Unione Europea è ancora tutta li.. unione fiscale? unione politica?
cercasi.. il mercato ha BISOGNO di questi FONDAMENTALIIIII altrimenti le cose possono solo peggiorare.. come sarà!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 5 dicembre 2012 at 16:14

Vero, tutto vero, però i livelli di sconto sono decisamente interessanti e il sentiment nei confronti dell?Eurozona vs USA potrebbe cambiare.
Ricordiamo sempre. I mercati sono una cosa…poi sono d’accordissimo che mancano fondamentali. E se il fiscal cliff toglie benzina, su quali fondamentali si poggiu l’economia USA?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 5 dicembre 2012 at 17:22

Dream Theater,

Su quali fondamentali si poggia l’economia USA? Sulle vendite delle auto con prestito finanziario e con le carte di debito degli studenti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 5 dicembre 2012 at 18:43

    …e quindi??? (Vedi il mio commento a Jonh ludd più sotto)…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 5 dicembre 2012 at 18:21

Senza l’economia USA gli utili delle aziende europee vanno a picco… però senza l’economia europea gli utili delle società cinesi calano… però senza l’economia cinese alcuni pilastri che sostengono i mercati finanziari si sgretolano… però senza un sistema bancario USA in piena forma che ricicla il surplus delle nazioni che esportano non c’è espansione del credito… però senza un sistema bancario europeo che esporta capitali negli EM la crescita economica di questi ultimi boccheggia… però se l’economia riprende, STRONG BUY !!! … però poi sale la richiesta di petrolio… ma allora se sale la richiesta di petrolio ci si accorge che l’offerta è insufficiente e a 100 milioni di barili al giorno non ci arriverà mai… ma allora se sale la richiesta senza l’offerta sale il prezzo e allora… tutto dipende dal prezzo dal petrolio… STRONG SELL !!!

però troveremo questo e quello e bla bla bla bla

le previsoni per il 2013… bla bla bla

però nel 2020… bla bla bla

con lo shale oil & gas a partire dal 2015… bla bla bla

con le centrali al torio… bla bla bla

la cina sostituirà l’export con la domanda interna entro il… bla bla bla

dopo il monti bis, il monti tris… bla bla bla

Quando modi migliori di consumare il proprio tempo esistono invece che cercare di prevedere il futuro ?

Quanti sono gli analisti che possono dimostrare di possedere un track record di successi migliore nel 50% nel breve termine e superiore a zero nel lungo ?

perchè aumentate l’entropia con questi post del tutto inutili ?

perchè contribuisco ad aumentare l’entropia ?

bla bla bla

la noia dell’uomo moderno

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 5 dicembre 2012 at 18:41

Ciao John,

ti chiedo di leggere con attenzione una frase sibillina con cui ho chiuso il post.

Che sia il momento per ribilanciare i portafogli?

Vedi, io non voglio e non posso dire chiaramente “comprate equity Europa e vendete equity USA” ma certe volte devo rilasciare frasi che devono essere interpretate.
Cosa diavolo volevo dire con la frase di cui sopra? Appunto comprare EU e vendere USA? La risposta è NO. Dico di ribilanciare i portafogli. Nel senso che secondo me, su quella fetta di equity che deve restare equity, secondo me è corretto dare più spazio all’Europa e meno agli USA. Ma ben lungi da dire che è il momento di SOVRAPPESARE!
Se hai letto i miei ultimi post, non posso certo dire di essere iperottimista. Si, la discutibile Cina ha fornito qualche dato migliore ma il resto? Assolutamente no…

non so se mi sono spiegato…

;-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 5 dicembre 2012 at 19:12

Dream Theater,

E quindi? Non mi dici se mi sono sbagliato. Io non mi considero un esperto ed ad una domanda ho dato una risposta e posso continuare con considerazioni che molte volte sono state scritte. Io non trovo sensato parlare di pil positivo quando questo è influenzato al 70% dai consumi e questi consumi sono influenzati dal debito e il debito è influenzato dalla finanza che influenza l’economia che a forza d’influenza possiamo considerare si sia presa una polmonite e nessuno sia in grado di trovare una medicina e che chi sarebbe in grado di trovare una soluzione non lo fa perchè è influenzato per conflitto d’interesse e come dice John…………….. rischia di diventare tutta una noia a scapito di milioni di persone.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 5 dicembre 2012 at 23:52

kry@finanza,

Ma è ovvio che concordo… Lo sto dicendo da anni che la crescita economia USA è finanziata dalla FED e quindi da una politica monetaria esageratamente espansiva, con la grande colpa di non essere riuscita, con lo stimolo, a creare quelle basi necessarie per una seria ripartenza economica. Le famose basi solide.
Quindi sfondi una porta aperta!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 6 dicembre 2012 at 07:14

secondo me, state girando intorno al problema senza affrontare la vile realtà, che è quella che il “lavoro” si è trasferito e continua a trasferirsi dai paesi occidentali in paesi asiatici e altri paesi ( vedi est-europa) a costi più competitivi. Gli altri eventi sono generalmente ciclici, incluse le speculazioni finanziarie, ma fino a che non riportiamo un equilibrio nella distribuzione del lavoro non potranno essere risolti tutti i problemi che elencate.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 6 dicembre 2012 at 08:42

paolo41,

A questo punto resta da capire quando questo equilibrio sarà raggiunto, perchè a mio parere ci sono ancora spazi favorevoli al trasferimento dai paesi occidentali verso l’est del mondo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

candlestick
Scritto il 6 dicembre 2012 at 09:12

http://www.wallstreetitalia.com/article/1468506/politica/berlusconi-italia-sul-baratro-mi-chiedono-di-ricandidarmi.aspx

ale! c’è bisogno che lo dica lui, sembriamo un popolo handicappato (senza nulla togliere alle persone con handicap che sicuramente sono più signori di noi).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+