UN TORO COL CAPPIO AL COLLO

Scritto il alle 10:55 da Danilo DT

toro.gifLa giornata di ieri potrebbe essere una delle giornate più importanti (a livello borsistico, si intende!) delle ultime settimane.
Questo perché il mercato è salito? Questo perché le borse hanno violato un po’ tutte i minitrend ribassisti creatisi nelle ultime sedute? Questo perché il petrolio inizia a dare segni di cedimento (anche se ieri ha goduto di un vistoso rimbalzo, a seguito dei dati sulle scorte USA)?

In linea di massima i fattori sopra illustrati hanno comunque influenzato le ultime sedute di borsa.Ma sono tutti, e ve ne siete resi conto, degli elementi che condizionano le borse nel breve. I listini si muovono sull’emotività e sulla “notizia del giorno”: I trader, gli hedge funds e gli speculatori, tra i quali ci metterei anche i grandi squali del mercato, approfittano di notizie che sono “price sensitive” e muovono il mercato di conseguenza.
A ciò a cui mi riferisco io, è un’altra cosa.


Merrill Lynch

bkx.gifQui a fianco ho inserito l’indice BKX delle banche USA. Torniamo a parlare dell’operazione Merrill Lynch. Come ho detto ieri, ML farà un aumento di capitale, con ingresso di un fondo di Singapore nel capitale, cosa già successa in altre occasioni di aumento di capitale di banche in dissesto finanziario. Ma, oltre all’aumento di capitale, Merrill Lynch ha provveduto a liquidare titoli Cdo (collateralized debt obligation), ovvero titoli legati ai mutui subprime, per un valore nominale di 30.6 miliardi di $ , per soli 6.7 miliardi di $. In termini percentuali, significa in qualcosa come per il 78% IN MENO del valore nominale. Gran bella perdita direte voi. Certo , non possiamo assolutamente dire che ML abbia fatto un affarone a svendere tali titoli con una minusvalenza così enorme.
Però, andiamo al dunque.
Perché questo episodio rischia di essere fondamentale per il futuro?

Cdo = il liquidità assoluta

Da quando è partita la crisi subprime i titoli Cdo sono diventati assolutamente illiquidi. Quindi non era possibile né venderli (non essendoci acquirenti) e tantomeno non era possibile fare dei prezzi. Le banche che quindi avevano in portafoglio dei titoli Cdo , li valorizzava a dei prezzi “politici”, decisi con Autorità di controllo e società di revisione di bilancio.
Ora, secondo voi, quante banche avranno valutato i titoli Cdo ad un valore pari al 22% del nominale?
O, se preferite, cosa comporta l’operazione Merrill Lynch? Comporta che ora è possibile dare un prezzo alle obbligazioni Cdo. E il sistema bancario dovrà adeguarsi.
Prepariamoci ad un’altra valanga di svalutazioni dei bilanci delle banche USA. E state pur certi che queste svalutazioni comporteranno di certo una nuova debolezza. C’è poco da fare, il mercato toro continuerà ad essere (secondo me) una chimera, e lo stesso toro che si è visto nelle ultime sedute, è come fosse col cappio al collo. Scalpita, certo, ma alla fine non si muove da lì e rischi di essere portato al macello.

STAY TUNED !


-Avviso per I lettori-Se ritieni interessante e utile questo post o altri articoli del blog CLICCA QUI per capire come sostenere l’iniziativa.
Grazie e buona lettura!
DT

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #5-21: WTI crude oil a fine anno (base 50$/bar)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+