SUPER DOLLARO e BCE: CHE SUCCEDE?

Scritto il alle 12:32 da Danilo DT

euro dollar usL’approvazione del piano Paulson da 700 miliardi di dollari mi portava a pensare ad un rapido indebolimento del dollaro.

Invece proprio stamattina il biglietto verde “buca” quota 1.40. E questi “maledetti” grafici avevano ancora una volta anticipato ciò che sarebbe successo. E tra un po’ lo potrete vedere coi vostri occhi.
Ma la domanda che tutti si pongono è quanto mai ovvia. Si cercano giustificazioni a questo rafforzamento del dollaro, una valuta che per diversi motivi, sarebbe destinata invece ad un indebolimento.
Inoltre, coerentemente con quanto scritto in passato, il dollaro forte contribuisce in modo decisivo ad un indebolimento dell’oro e delle materie prime in generale.
La correlazione tra dollaro e commodity è una delle poche che, in questa crisi, ha retto alla grande, senza mai dare segni di novità. E molto probabilmente questa correlazione continuerà ad essere valida, essendo una delle più forte ed importanti correlazioni che ci sono nell’intermarket.


Come mai il Dollaro si rafforza?

Ieri il dato sull’ISM manifatturiero è stato molto negativo. Ma anche in questo caso, il dollaro è rimasto tranquillo. Segno che i dati macro lasciano il $ insensibile. E questa è già una novità importante, in quanto potrebbe voler dire che il mercato già sconta un’economia molto debole. Ma c’è di più. Non dimentichiamo mai che l’area Euro è, a livello di ciclo economico, un passo indietro rispetto agli USA e quindi in Europa dobbiamo ancora entrare nel “tunnel” della debolezza economica. Quindi il mercato, che è lungimirante, guarda avanti e subodora una debolezza in area euro in arrivo.

Tassi tagliati oggi dalla BCE?

Ma non è tutto. Non dimentichiamo mai cosa è che ha mosso, più di tutto, le valute negli ultimi mesi. E’ stato il differenziale di tasso. Se quindi oggi pomeriggio, cosa che inizia ad essere probabile, verranno tagliati i tassi dalla BCE, il differenziale si stringerà a favore del Dollaro. E secondo me, a parte le ipotesi “teoriche” descritte nel punto precedente, questo dato è il VERO dato determinante della forza del Dollaro contro l’Euro.

CLICCA QUI per capire come sostenere il blog.

Il grafico è chiaro

eurusd eud crossMa eccoci al grafico. Credo sia evidente la situazione, e quando è così evidente è un buon segno: il grafico è attendibile.
Il trend è negativo (freccia gialla). Siamo usciti dal canale verde e quindi la tendenza del dollaro è a favore del biglietto verde. Guardate Fibonacci. E’ si una precisione mostruosa. Violato il 38.2%, ora il target è 50%, ovvero 1.384 dove il dollaro faticherà notevolmente. E in caso di violazione di questo livello (probabilmetne a seguito di un “pull back” verso area 1.40) si andrà al target di 1.33.
L’appuntamento quindi è per oggi pomeriggio. E vedrete che, a seconda della decisione presa dalla BCE, la situazione potrebbe ulteriormente chiarirsi.

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+