RISCHIO DEFAULT in vista? L’incredibile punto di vista dei CDS

Scritto il alle 07:54 da Danilo DT

Su cosa è il debt ceiling non credo ci siamo molto da dire. Per chi proprio non conoscesse il termine, il debt ceiling è il tetto del debito degli Stati Uniti, fissato a $16.699,421 miliardi. Una volta superato questo tetto, il Tesoro americano non potrà più pagare i debiti attingendo a fonti di finanziamento esterne (debito), ma dovrà affidarsi alle sue disponibilità di cassa o alle risorse che emergono dalla riscossione delle imposte.

Quindi il Congresso deve decidere di “alzare” il tetto del debito altrimenti per gli USA sarebbe assurdamente default. Dico assurdamente perché il debt ceiling che porta al default gli USA mi fa alquanto sorridere. Può la nazione più potente e dominante del globo fare default? Non ci credo e non posso nemmeno pensarlo lontanamente. Pensate a tutti gli equilibri globali a livello economico, politico, diplomatico ecc.
Sono pareri personali ci mancherebbe. E non tutti la penseranno come me. E proprio a questo proposito incuriosisce come la vede il mercato.

Eccovi un punto di vista alternativo che però è molto concreto. Parliamo di nuovo dei CDS (credit default swap), i contratti assicurativi che servono per coprirsi dal rischio default di un emittente. Ho preso i contratti ad un anno, quindi quelli a breve termine. Il risultato è sorprendente.

CDS 1 yr

I numeri li vedete voi stessi. Ad un anno gli USA sono il peggior paese nel grafico, ben oltre ad altri “concorrenti” molto più instabili finanziariamente. Scenario realistico? Secondo me domina la speculazione. Corretto pensare ad un teorico rischio default, ma è realmente possibile.

Quello che penso è un impatto della speculazione veramente importante. Non dimentichiamo infatti che questi contratti possono esser negoziati indipendentemente dal sottostante e quindi anche a fini speculativi. Con tutte le vendite allo scoperto e acquisti speculativi del caso. Insomma dati che secondo me sono fuorivianti. Ecco perché è fondamentale che intervenga la normativa e cerchi di limitare la speculazione su questi strumenti.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

ℕ𝕦𝕠𝕧𝕠 𝕔𝕒𝕟𝕒𝕝𝕖 𝕀ℕ𝕊𝕋𝔸𝔾ℝ𝔸𝕄 𝕔𝕠𝕟 𝕔𝕠𝕟𝕥𝕖𝕟𝕦𝕥𝕚 𝕖𝕤𝕔𝕝𝕦𝕤𝕚𝕧𝕚
𝕋𝕒𝕜𝕖 𝕒 𝕝𝕠𝕠𝕜!

2 commenti Commenta
kociss01
Scritto il 15 Maggio 2023 at 10:45

sono anni che quei babbalei di washington e della fed sperano di procurare DEFAULT ALLA RUSSIA E INVECE SONO AD UN PASSO AD ANDARCI LRO …MAGARI !!! FINE DELLO STATO PIU’ INDEBITATO E LADRO DEL MONDO

aiccor
Scritto il 15 Maggio 2023 at 11:10

i CDS sono tra i migliori attori non protagonisti del teatrino finanziario USA. sono indispensabili, fanno parte della coreografia del grande musical “Il Debt Ceiling, Default USA” regista J.Powell, attori J. Yellen, Il Congresso, Il Senato, produttori J.P.Morgan, Wells Fargo, BofA, ecc..
Fanno repliche ogni anno e i biglietti vanno a ruba sempre, un po come Cats.
Ahhhh Hollywood…..

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...